Home ATTUALITÀ Vogliono risposte certe su Ponte Milvio

Vogliono risposte certe su Ponte Milvio

Q&AQuestion & Answer, tu cittadino hai il diritto di domandare ed io presidente ho il dovere di rispondere: lo prevede il Regolamento del XV Municipio. Ed è così che il Comitato “Abitare Ponte Milvio” il 26 marzo ha depositato un’interpellanza civica sui temi caldi di Ponte Milvio e dintorni. E ora attende le risposte, e le vuole certe.

In base all’articolo 66 del regolamento municipale i cittadini possono presentare interpellanze civiche al Presidente del Municipio e quest’ultimo deve dare risposta scritta entro trenta giorni.

Di questa facoltà il Comitato di Ponte Milvio se n’è avvalso a fine 2012 per ben tre volte non ricevendo però dalla precedente amministrazione alcuna risposta. Tant’è che ne scaturì una denuncia in Procura che, a maggio 2013, aprì un fascicolo ipotizzando il reato di abuso d’ufficio a carico dell’ex presidente Gianni Giacomini. Fascicolo che venne chiuso e la denuncia archiviata dopo qualche mese.

Ora il Comitato torna alla carica con la nuova amministrazione guidata da Daniele Torquati sperando questa volta di ottenere soddisfazione. E se l’avrà ottenuta o no lo sapremo presto: alla scadenza, il 26 aprile, manca solo una dozzina di giorni.

Ma perché ricorrere nuovamente a un’interpellanza? La risposta nella parole di Paolo Salonia, portavoce del Comitato.

“Dopo mesi di attesa di segnali da parte della nuova amministrazione municipale, riscontriamo una certa “lentezza” nell’avvio del processo di cambiamento. Ai vecchi problemi, ulteriormente aggravatisi, se ne stanno sommando di nuovi e la situazione sembra non essere sufficientemente ed adeguatamente fronteggiata.
Il Comitato Abitare Ponte Milvio ritiene non essere ulteriormente tollerabile questo stato di fatto che provoca un continuo depauperamento della generale qualità della vita dei cittadini e un pervasivo degrado del territorio, sotto tutti punti di vista.”

“Abbiamo quindi depositato – spiega Salonia – una nuova interrogazione civica, sintetica ma sufficientemente articolata, che pone al Presidente della Giunta una serie di domande su quelle che abbiamo ritenuto siano le maggiori emergenze.”.

Tanti i temi posti all’ordine del giorno fra i quali primeggiano la vivibilità di Ponte Milvio, l’agognato “piano di massima occupabilità” degli spazi pubblici, gli effetti negativi dell’incombente movida estiva, il proliferare senza limiti di locali di somministrazione, l’ordine pubblico e la sicurezza dei residenti.
L’intero documento potrà essere letto  cliccando qui.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Cito: “…ne scaturì una denuncia in Procura che, a maggio 2013, aprì un fascicolo ipotizzando il reato di abuso d’ufficio a carico dell’ex presidente. Fascicolo che venne chiuso e la denuncia archiviata dopo qualche mese.” sarebbe curioso sapere perché il fascicolo venne chiuso ed archiviato. Perché le risposte erano arrivate ed il Comitato non se ne era accorto? O perché il Presidente (chiunque esso sia) può tranquillamente (ed impunemente, parrebbe) contravvenire al regolamento dell’organismo rappresentativo che presiede?

  2. Cito: “…“Dopo mesi di attesa di segnali da parte della nuova amministrazione municipale, riscontriamo una certa “lentezza” nell’avvio del processo di cambiamento. Ai vecchi problemi, ulteriormente aggravatisi, se ne stanno sommando di nuovi…”
    Piano massima occupabilità : NON FATTO
    Ambulanti sulla piazza e relativi furgoni: ANCORA PRESENTI
    Marciapiedi “fai da te”: SEMPRE AL LORO POSTO…
    Parcheggiatori abusivi: IMPERVERSANO
    Mercatino “antiquariato”: VENDONO MUTANDE E MAGLETTE (false) DI TOTTI..
    Torretta Valadier: CHIUSA DA 1 ANNO
    Giostre Farnesina: GESTITE DA ZINGARI
    Pulizia strade: SEMBRA BEIRUT…
    Circhi equestri Tor di Quinto: AUTORIZZATI DAL MUNICIPIO
    Piazzale antistante al Ponte: ANCORA SI AUTORIZZANO PUBBLICITA’ (Winner Taco)
    Marciapiedi Flaminia Vecchia: SLALOM TRA SEDIE E TAVOLINI ABUSIVI
    Marciapiede Farmacia – BARACCA “EX LIBRERIA” TRASFORMATA IN IMMONDEZZAIO
    ECC.ECC.ECC.

    La “certa lentezza” riscontrata forse è un eufemismo per non dire chiaramente; “QUESTI SO’ PEGGIO DI QUELLI DE PRIMA…!!!! “

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome