Home ATTUALITÀ Nel 2014 uno sportello antiusura in ogni Municipio

Nel 2014 uno sportello antiusura in ogni Municipio

usura.jpgAscolto e aiuto in caso di sovraindebitamento, consulenza anche online, attività di prevenzione, finanziamento di start up giovanili per la creazione di nuove imprese, questi i punti al centro del progetto che coinvolgerà i 15 Municipi romani in ognuno dei quali, nel 2014, sarà aperto uno sportello antiusura. E’ stato annunciato in un convegno tenutosi pochi giorni fa, organizzato dal Campidoglio.

I quindici sportelli saranno coordinati da un ufficio centrale, presso il dipartimento Attività Produttive, e svolgeranno attività di ascolto, consulenza gratuita di esperti (avvocati, psicologi) e prevenzione, a cominciare dalle scuole e dalle famiglie romane. Il nuovo ufficio di coordinamento sarà organizzato con figure in grado di avviare e sostenere progetti di start up di imprese, presentati da giovani provenienti da famiglie colpite da usura, per l’avvio di un’azienda artigiana o di un esercizio commerciale con possibili finanziamenti da restituire a tassi agevolati, per un massimo di 120 mesi.

Ma una voce critica, se non altro per quanto riguarda l’approccio all’organizzazione degli sportelli sul territorio, si leva dall’Ambulatorio Antiusura Onlus presieduto da Luigi Ciatti, già delegato dell’ex sindaco Gianni Alemanno per le politiche di contrasto dell’usura e del racket.

In una nota, l’avvocato Ciatti dichiara che “Una politica di prevenzione e contrasto può essere progettata solo con una profonda conoscenza del territorio. E, proprio su questo aspetto, nel corso del convegno, e’ emerso lo scollegamento dal territorio e la mancanza di informazione della giunta Marino: la mappatura degli sportelli comunali e municipali che da anni, grazie al lavoro delle associazioni, presidiano il territorio, è stata approssimativa e fallata, tanto che sono stati “dimenticati” gli Sportelli di Roma Capitale e tutti quelli operanti nei Municipi grazie a progetti di partenariato tra la Regione Lazio, i Municipi di Roma Capitale e le associazioni.”

“Come ha sottolineato giustamente il Sindaco – continua Ciatti – la crisi è il volano per l’usura, riprova ne e’ l’aumento costante delle richieste di aiuto. Proprio per questo, oggi più che mai, una realtà complessa come quella di Roma ha bisogno di politiche decise e concrete, pensate e attuate da tecnici competenti con esperienze sul territorio.Peraltro l’Amministrazione comunale dovrà fare meno fatica del previsto perché la maggior parte dei Municipi è da tempo dotata di uno sportello di ascolto.”

“Chiediamo al sindaco Marino un incontro al più presto – conclude Ciatti – per allineare le politiche del Comune di Roma alle realtà degli sportelli antiusura del territorio e per scongiurare inutili duplicazioni e un approccio superficiale a fenomeni, come il sovraindebitamento e l’usura, che ogni giorno condizionano la vita di intere famiglie romane”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome