Home ARTE E CULTURA Paola Perego in diretta dal Fleming

Paola Perego in diretta dal Fleming

perego.jpgE’ innamorata pazza di Roma Nord dove ha deciso di trasferirsi insieme al marito, ai figli e agli adorati cani sei anni fa, dopo aver vissuto ai Parioli. E’ la nuova signora del pomeriggio di RaiUno. Conduce infatti la nuova edizione de “La vita in diretta”, lo storico programma di informazione, cronaca, attualità e approfondimento della rete ammiraglia della Rai, insieme al giornalista Franco Di Mare.

Paola Perego non è romana. Nata a Monza, ha vissuto a Brugherio e, giovanissima, a soli 16 anni, si è trasferita a Milano per fare l’indossatrice e la modella. Come mai ha scelto di stabilirsi e mettere su casa proprio nella Città Eterna?

“A Roma vivo da una vita – ci risponde Paola, sorridente e disponibile, proprio come appare in TV. – Dopo Milano, una serie di circostanze, il mio primo matrimonio con l’ex calciatore Andrea Carnevale ma, soprattutto, la mia professione di conduttrice televisiva, mi hanno portato a Roma, che è una città meravigliosa. Oramai mi sento romana d’adozione anche perché questa città ti accoglie con un calore umano e una disponibilità uniche.”

“E poi da sei anni abito felicemente e allegramente al Fleming dove mi piace dividermi tra i negozi vicino casa e quelli di Vigna Clara.”

Raccontaci...Allora,io ho vissuto per parecchi anni ai Parioli, un quartiere elegante e signorile, ma a mio parere, troppo isolato e troppo silenzioso. Era una zona che non sentivo mia.

Così, insieme a mio marito (ndr Lucio Presta, manager e press agent di divi) ho deciso di spostarmi un po’ e ho iniziato a cercare casa da queste parti che, oltre ad essere luminose, verdeggianti e giovanili, sono più adatte a me perchè più vivaci, più allegre.

E devo dire che mi sembra di rinascere e di vivere da sempre qui…mi sento a casa, è come se fossi nata e vissuta in questa zona di Roma nord.

perego1.jpg

Cosa ti piace? Beh,innanzitutto quando sono libera dal lavoro, mi piace molto camminare a piedi. E qui lo passo fare liberamente perché ho tutti i servizi e tutti i negozi a portata di mano, compresa la palestra dove mi alleno 5 volte la settimana.

Ho i miei punti di riferimento: il mercato di Ponte Milvio ma anche quello più piccolo di Piazza Monteleone da Spoleto, i bar Euclide e Fiocchetti, il cinema Odeon dove insieme a mio marito ci piace guardare tutte le prime dei film, la libreria-cartoleria Velitti dove compero libri, DVD e altro, la profumeria Beauty Point…

Ecco, in questa zona non mi sento mai sola. Io che amo la confusione ma non il caos del centro storico, l’eleganza ma anche la praticità, qui credo di aver trovato il mio habitat naturale. E poi porto a spasso e ai giardini riservati agli amici a quattro zampe, i miei due cani di razza west hiland, Tommy e Tiffany,che poi è la figlia di Tommy.

Insomma, tutti aspetti positivi? Sì, certamente, lo ripeto amo alla follia questo quartiere…Inoltre ho la fortuna di abitare in un comprensorio dove c’è il portiere giorno e notte e questo mi tranquillizza molto. Sono terrorizzata dalle aggressioni soprattutto quando i miei figli Giulia, che ha 21 anni e Riccardo che invece ne ha 17, rientrano a casa la sera tardi… e anche per me è una sicurezza. L’altro giorno sono rimasta chiusa in ascensore e per fortuna è arrivato il portiere a “salvarmi”…

perego3.jpg

Il Fleming è promosso a pieni voti. E la tua nuova esperienza a La vita in diretta? Anche in questo campo sono felicissima. La vita in diretta è una trasmissione difficile, una diretta quotidiana con tutti i tragici fatti che purtroppo affliggono il nostro Paese e non solo.
Bisogna essere sempre aggiornati e stare sulla notizia ma per fortuna abbiamo una redazione fantastica e il mio compagno di viaggio, Franco Di Mare, è una persona altrettanto fantastica. Un serio professionista e un uomo d’altri tempi, un vero signore che, come me, non ha la smania di apparire e di sgomitare…
Certo,ogni giorno dobbiamo combattere con gli ascolti in quanto abbiamo un’agguerrita contro-programmazione.

Paola, la tua è una carriera lunghissima. Prima di arrivare al successo in televisione hai fatto la segretaria, la commessa, la baby sitter…..Aggiungi che ho lavorato in una cartiera e in un bar. A 16 anni, per essere indipendente e guadagnare i primi soldini, sfilavo come modella e, contemporaneamente, esordivo in una Tv privata di Milano, Antenna 3 Lombardia, nel ruolo di “valletta muta”…

Sì, la mia è stata una carriera costruttiva, come mi piace definirla, che mi ha permesso di crescere e, soprattutto, di rimanere sempre con i piedi per terra.

Io vengo da una famiglia semplice, da un papà falegname e mia sorella fa ancora l’impiegata. Conosco il valore delle cose e della vita e, ogni tanto, ancora stento a credere di essere arrivata fin qui. Faccio un lavoro che mi piace, mi appassiona e per il quale sono anche pagata bene. Mi sento una miracolata, anche se io ho dovuto sudare e studiare tanto per ottenere tutto questo….niente mi è stato regalato..

perego6.jpg

Hai condotto un’infinità di programmi e hai lavorato a fianco di tanti personaggi famosi. Chi, tra tanti, ti ha maggiormente valorizzata? Beh, Marco Columbro mi ha insegnato a “parlare” in televisione. Era il 1984 e la trasmissione, allora andava in onda sulle reti Fininvest, si chiamava Autostop.

I quattro anni trascorsi a lavorare nei programmi firmati da Michele Guardì, In famiglia e Mattina in famiglia, mi hanno permesso di apprendere molti segreti del mestiere. Sono fortunata, ho sempre lavorato con i grandi della televisione dai quali, con spirito di osservazione e un pizzico di curiosità, ho cercato di assorbire qualcosa…
Ma, tra tutti, il mio secondo marito Lucio Presta è stato fondamentale per la mia crescita professionale e umana.

In che modo? Lucio è quello che più mi ha plasmata. Lui è il “Numero Uno” dei manager (tra gli artisti che segue Roberto Benigni,Paolo Bonolis, Gianni Morandi, Antonella Clerici, Mara Venier, Rita Dalla Chiesa…) : mi ha trasmesso fiducia e serenità, mi ha seguito passo passo nelle scelte professionali e, da quando lo conosco, non mi sono mai sentita sola.

Ci siamo sposati sei anni fa, dopo dieci anni di fidanzamento e cinque di convivenza. La famiglia per me è sempre stato un punto di riferimento importante e con Lucio ho trovato veramente la mia “metà”.

Oltre La vita in diretta, condurrai di nuovo su RaiUno “Superbrain, le supermenti”, il programma che lo scorso anno ha avuto tanto successo? Sì, certamente. A fine dicembre condurrò tre prime serate. Quest’anno le puntate da una sono diventate tre, visti gli ascolti record della passata stagione.

Ilaria Galateria

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Ricordo che dopo la pubblicazione di questa intervista alla signora Perego vi furono moltissimi commenti, anzi, VCB disse che nonostante molte critiche sugli stessi commenti era stato un post con “ascolti record”…
    Dov’è possibile visualizzarli?

  2. Gentile lettore, i commenti e il dibattito a cui lei si riferisce si svilupparono su facebook. Circa un mese dopo abbiamo convertito la nostra presenza sul social da “utenza” a “pagina” perdendo però il pregresso. Non siamo quindi in grado di rileggere quanto allora detto, da altri o da noi. Le possiamo però dire che l’intervista, nei 10 giorni successivi, è stata cliccata circa 1100 volte. Non è un record in assoluto per VCB ma lo è nell’ambito della rubrica interviste.

    Cordialmente
    La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome