Home ATTUALITÀ Osteria Nuova, Pandolfi-Mocci: “Sinistra vuole o no rimuovere i container nella scuola?”

Osteria Nuova, Pandolfi-Mocci: “Sinistra vuole o no rimuovere i container nella scuola?”

pandolfi-mocci120.jpg“La sinistra alla guida del XV Municipio vuole o non vuole rimuovere i container in cemento-amianto nella scuola di Osteria Nuova?” Lo chiedono in una nota congiunta  i capigruppo di Forza Italia e del PDL al XV Municipio, Giuliano Pandolfi e Giuseppe Mocci, sostenendo che stanno attendendo una risposta “a questo quesito posto da Luglio nelle commissioni Ambiente e Lavori Pubblici, sul quale nessuno si è ancora espresso. L’unica certezza -affermano – è che prima dell’insediamento di Torquati e Marino, esisteva un finanziamento per i lavori di rimozione e smaltimento di questi container in amianto, richiesto e ottenuto dall’ex Giunta Giacomini.”

“Infatti, grazie al lavoro svolto dalla precedente amministrazione di centrodestra è stato avviato l’iter con il Dipartimento Ambiente di Roma Capitale per mettere in sicurezza la vecchia struttura scolastica, rimuovere i container in cemento-amianto e realizzare una piazza pubblica per i cittadini di Osteria Nuova. Per la realizzazione dei lavori è stata indetta una gara d’appalto da parte del Dipartimento Ambiente il 30 Maggio 2013, per un importo complessivo di € 323.538,07 e l’apertura del cantiere era previsto per il mese di Luglio.Ma ad oggi è tutto fermo”.

“Nonostante l’urgenza di realizzare la suddetta opera la nuova Giunta municipale tace – incalzano Mocci e Pandolfi – mentre il Presidente della Commissione ambiente del Municipio prende tempo, evitando di portare risposte e atti chiarificatori in commissione. A questo punto ci sorge un dubbio: non sarà che Marino, con il tacito assenso della maggioranza che guida il XV Municipio, abbia deciso di spostare quei fondi da un altra parte nel disperato tentativo di far quadrare il Bilancio?”

“Certo, non ci sarebbe da meravigliarsi – concludono i due capigruppo – considerando che abbiamo a che fare con un Sindaco che dopo il suo insediamento, come primo intervento ha “distratto” i fondi stanziati per la Metro C per pedonalizzare i Fori Imperiali e nei cento giorni successivi ha fatto disastri in ogni campo, l’ultimo dei quali sulla nomina del Comandante della Polizia locale di Roma.”

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Senza entrare nel merito vorrei ricordare che i presidenti di commissione non sono tenuti a dare alcuna risposta rispetto alle attivitá di governo. Per un motivo banale: sono altro rispetto all’esecutivo. Chiedere da mesi a chi non ha titolo perchè privo di responsabilitá sull’attivitá degli uffici e sulla spesa significa solo perdere tempo.

    M. TOLLI

  2. Caro Marco, le richieste sono state fatte non solo ai Presidenti di Commissione in quanto interessati direttamente sulla vicende, sia da noi che dai cittadini, ma anche al Presidente del Municipio che al riguardo è stato sollecitato più volte. Ho provveduto non solo ad inviargli il materiale cartaceo in mio possesso, ma l’ho sollecitato anche ad Osteria Nuova, durante la riunione del Comitato di Quartiere. Nello stesso incontro ho portato una mail che mi era stata inviata dal Dip. Ambiente che faceva riferimento ad informazioni puntuali: gara d’appalto eseguita, importo dei lavori appaltati e nominativo della ditta che dovrà eseguire i lavori (almeno spero). Addirittura nella stessa si sottolineava il fatto che il cantiere doveva già essere in attuazione… Nello stesso incontro il Pres mi ha risposto in modo superficiale mostrando disinteresse della cosa, “ per me la mail non ha nessuna ufficialità, non so niente di questi fondi e per me non ci sono fin quando il dipartimento non mi scrive ufficialmente”.
    E’ il Dipartimento che deve scrivere al Municipio per informarlo al riguardo (in effetti sarebbe questa la procedura normale) oppure è il Municipio, specialmente in una fase economica poco felice come questa, che deve sollecitare il Dipartimento (fino a non dargli tregua) al fine di mettere nero su bianco ciò che è previsto e ciò che non è previsto? Io al posto suo mi sarei mosso in modo più incisivo, avrei chiamato il Dipartimento Ambiente in continuazione per fare i dovuti accertamenti e avrei sollecitare l’inizio lavori più volte. Invece è passato circa un mese dall’incontro di Osteria Nuova e non ci sono mai state notizie in merito. Devo dire che ad oggi, per quello che mi risulta, l’unica richiesta fatta al Dipartimento per avere le info è stata quella che io ho prodotto e che ho fatto firmare anche al Presidente di Commissione. Solo grazie a quella nota oggi siamo in possesso di un pezzo di carta che conferma quanto sopra ho descritto. Devo aggiungere che quella mail sono stato costretto a protocollarla, considerato che, nonostante i numerosi solleciti che ho fatto, non ci hanno ancora risposto ufficialmente.
    La cosa che mi insospettisce è proprio questa, il fatto che va tutto bene, i soldi ci sono, la gara è stata fatta ma non vogliono mettere nero su bianco queste informazioni.
    A mio avviso, come ho sempre sostenuto, è fondamentale l’intervento autorevole del Presidente del Municipio sulla vicenda. Ci sarà questo interessamento? C’è già stato e noi non siamo stati informati? Purtroppo ad oggi non abbiamo avuto nessuna risposta da parte della maggioranza, l’unica cosa certa è che la cantierizzazione era prevista per il mese di Luglio, siamo entrati nella seconda metà di Ottobre e non si è visto nulla.

  3. Caro Giuseppe, ripeto che non voglio entrare nel merito. Ci tenevo però a precisare che i consiglieri hanno tutti gli strumenti, concessi dalla legge, per informarsi e comprendere procedure e attività amministrative. Mi sembra quindi ingeneroso coinvolgere nella polemica pubblica il presidente della commissione ambiente. Tutto qui.

    buon lavoro

    M. TOLLI

  4. Si vuole ricordare agli organi preposti che all’interno di un’ aula container, ancora si effettua attività di refezione scolastica e tutti sappiamo in quali condizioni.
    La presenza di coibentazioni di amianto e fibre vetrose richiederebbero una più
    rapida risoluzione.
    Il tanto atteso inizio dei lavori, significherebbe mettere in sicurezza i nostri figli che e’ cosa fondamentale.
    Gianni,( genitore).

  5. Ci tenevo a precisare che a noi genitori delle vostre liti politiche ( perché secondo me si tratta solo di questo) non ci interessa minimamente un bel nulla, spero che tutto il lavoro svolto dalla vecchia giunta non venga buttato al secchio semplicemente perché di un altro colore politico. Spero che il nuovo Presidente del Municipio non sia tanto miope da farsi scappare tutti questi soldi, perché noi cittadini di Osteria Nuova non abbiamo mai avuto la possibilità, come adesso, di gestire una cifra considerevole per bonificare e creare un’area sia per i bambini che per gli anziani
    del paese.
    Giuseppe ( genitore )

  6. Se non ricordo male nel mese di giugno del 2010 fu votata una
    proposta di risoluzione per eliminare i container e si aspettavano fondi dal Comune per finanziare l’opera.
    Questo finanziamento avrebbe permesso lo smantellamento definitivo dei container in amianto.
    Uno dei firmatari della proposta fu propio l’attuale presidente di Municipio, Daniele Torquati.
    Lo stesso scrisse sul suo sito:
    Sempre di più il gruppo del PD del XX Municipio si colloca come forza di opposizione intransigente, ma anche come promotrice di battaglie utili e concrete. E’ questo il PD che vogliamo, è questo il PD che si aspettano i cittadini”
    Quei fondi non arrivarono mai e la precedente giunta ha lavorato, come specificato nell’articolo, per reperire la cifra altrove. E nel mese di Luglio 2013 ci e’ riuscita.
    Ora il Presidente Torquati può continuare il lavoro e dimostrare che le sue non erano solo parole, ma a tutt’oggi i nostri figli mangiano ancora nel container in amianto, privo di uscite di sicurezza, servizi igienici, e spazio sufficiente per il numero dei bambini ospitati, nel primo turno 74 in circa 40 mq..
    Adiacente allo stesso e’ presente un edificio in muratura attualmente inutilizzato, che fino a 2 anni fa era una scuola elementare. I bambini potrebbero essere spostati INMEDIATAMENTE, con una spesa minima, all’interno della stessa, in attesa che il X dipartimento provveda ad iniziare i lavori per lo smaltimento.
    Il comitato genitori ed il Consiglio d’istituto hanno più volte proposto e sollecitato questa soluzione, anche mediante l’autofinanziamento, ma a tutt’oggi non è arrivata alcuna risposta in merito.
    Evidentemente non c’è la volontá di spostare questi bambini, e il motivo e’ davvero incomprensibile, ed il cambiamento promesso e da noi tanto atteso, non c’è stato, e forse non ci sarà mai!
    Laura, Paola, Marina, Giuseppina, Alessia, Cinzia ( genitori)

  7. Scoprite ora che esistono i container a Osteria Nuova? Da quanti anni la destra governa in questo territorio? Ma le previsioni di spesa sono state fatte con la reale copertura o su un bilancio fittizio di previsione mai approvato se non ieri – giovedì 14 novembre 2013 – alle 13.30? Sono giuste le rivendicazioni dei genitori ma la colpa è anche dell’attuale governo del Municipio che non ha denunciato per tempo i comportamenti contabili, scorretti secondo me, del PDL e alleati.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome