Home ATTUALITÀ AAA cercasi nome per il XV Municipio

AAA cercasi nome per il XV Municipio

dubbio.jpgNomen omen dicevano i latini: Il nome è un presagio, un nome un destino, il destino è nel nome. Così ritenevano i romani supponendo che nel nome di una persona fosse chiaramente indicato il suo destino. Se questo fosse vero, la scelta di quello giusto da dare al XV Municipio sarebbe di estrema importanza, anzi fondamentale.

Oddio forse fondamentale proprio no, ci sono ben altre priorità che attendono di essere risolte in quel di via Flaminia 872 ma, vista la scadenza, anche questo che sembra essere un problema da poco siamo certi che impegnerà l’aula Consiglio del XV Municipio in un acceso toto-nomi.

A seguito dell’approvazione del nuovo Statuto di Roma Capitale, avvenuta lo scorso marzo, gli attuali 15 i Municipi dovranno infatti darsi un nome da aggiungere al numero. Lo prevede l’articolo 26: “Ciascun Municipio assume una denominazione caratteristica del proprio territorio, che si aggiunge a quella di “Roma” e al corrispondente numero. La denominazione e lo stemma del Municipio, previa intesa con la Giunta Capitolina, sono deliberati dal Consiglio del Municipio a maggioranza dei due terzi dei componenti.”

In un successivo documento, votato sempre dal consiglio capitolino lo scorso marzo, è inoltre previsto che il nome venga deciso nei trenta giorni successivi all’insediamento del consiglio municipale. E se ciò non accade, il battesimo sarà a cura del Campidoglio.

Ora, visto che il Consiglio del XV Municipio si insedierà ufficialmente il 27 giugno, questo arduo compito dovrà essere affrontato entro il 27 luglio, pena lasciare l’incombenza alla fantasia dell’assemblea capitolina.

“Cassia-Flaminia” era il suo vecchio ma sempre attuale nome, visto che i confini non sono cambiati. Ma perché non prendere la palla al balzo per una ventata di novità?

Sono tanti i temi a cui ispirarsi. All’ambiente e alla natura, ad esempio, visto che il 50% del territorio è formato da parchi (Veio in primis) e da riserve naturali. Al sempre abusato ma tanto caro Ponte Mollo, icona del territorio. Ai punti cardinali, visto che siamo nel pieno di Roma Nord.
Municipio del gladiatore? Marco Nonio Macrino, che giace sepolto sotto il suo splendido mausoleo sulla Flaminia, ne sarebbe oltremodo onorato.

Insomma, chi più ne ha più ne metta, sotto con i suggerimenti.

Noi diamo il nostro: sarebbe un bel gesto se da via Flaminia fosse lanciato un veloce concorso d’idee fra i cittadini. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

29 COMMENTI

  1. Vorrei ricordare che il nome CASSIA-FLAMINIA fu approvato col Regolamento dell’allora XX Municipio del 1996 dopo infinite discussioni.
    Parallelamente fu approvato lo stemma, che reca lo scudo del Comune di Roma, Ponte Milvio col cristogramma, l’Apollo di Veio e lo Stadio dei Marmi. All’epoca ero relatore per entrambe le proposte.Ricordo che per un voto non passò l’obelisco di Mussolini proposto da una parte di AN.
    Nello stemma poi figurano il motto costantiniano IN HOC SIGNO VINCES e le scritte Cassia Flaminia e Roma Nord. Ecco, nella prospettiva dei Comuni metropolitani, ma solo allora, il nome ROMA NORD mi pare l’unico che possa competere con l’attuale CASSIA-FLAMINIA. Non dimentichiamo che i 186 kmq del Municipio vanno da Ponte Milvio, Stadio Olimpico e Palestra di Scherma fino ai Laghi di Bracciano e Martignano comprese Isola Farnese, Cesano, Osteria Nuova, Malborghetto, e Sant’Isidoro sulla Tiberina, solo per limitarmi alle propaggini piu’ estreme…..

  2. Quoto le proposte del Prof Vigna.
    Tra le due preferisco MUNICIPIO XV ROMA NORD in quanto è più rappresentativa del territorio. MUNICIPIO ROMA XV CASSIA FLAMINIA è troppo riduttivo.

    Fa poi sorridere il fatto che la destra ai tempi volesse inserire l’obelisco di Mussolini nello stemma del Municipio. Ma siamo seri. Sono tempi passati ed andati per fortuna. Meglio a questo punto gli odiati lucchetti.

  3. Roma Nord in effetti sembrerebbe quello che meglio descrive la zona.
    Io quando devo definire dove vivo così dico.
    Forse si potrebbero unire i due:
    Municipio XV Roma Nord, Cassia-Flaminia

  4. Caro Stefano G. “l’obelisco di Mussolini”, un monolite in marmo di Carrara donato dalle maestranze alla città di Roma e portato via mare-Tevere, ce lo invidia tutto il mondo (i soldati americani di stanza al Foro Italico nel 1945 lo difesero strenuamente dalla furia dei “liberatori” poichè lo ritenevano un grande capolavoro). Certo per NOI vanno molto meglio i “lucchetti di Ponte Milvio”. Stammi bene.

  5. ma non sarebbe meglio lasciare tutto com’è, si eviterebbe tutta una trafila di incombenze dispendiose, e di questi tempi non mi pare il caso. Al Presidente Torquati suggerisco di riproporre il vecchio logo e la stessa denominazione, per quello che vale!

  6. Ve sembrera strano forse perche cio piu contatto co a terra ma er Purcino PIO pe me ha detto na cos saggia .
    Chi ce guadagna co sto cambio e poi non so stati cambiati gia na serie de documenti timbri pe scrivece municipio XV.
    Nun me dite co fate pe nun confonnelo cor vecchio municipio XV , troppa scienza .
    De sti tempi nun se ponno butta sordi gia n’avemo buttati troppi pe scrive Roma Capitale e c’amo solo perso sordi.
    Si proprio je volete mette un nome AUREA di VEJO io n ce capisco gnente ma tuttto er territorio e’ pieno de cunicoli de tombe reperti archeologici quindi ricco .
    Vabbe scusate forse ho detto na cosa che nun c’azzecca.

  7. vi prego non perdeteci neanche tempo, lasciate tutto com’è, Cassia Flaminia va benissimo, non c’è tanto tempo da perdere.

  8. Considerando che il municipio confina con il Tevere, Io lo chiamerei : “THYBRIS ” antico nome del fiume e nome del re dei Veienti .

  9. L’ obelisco riporta comunque ad una parte della nostra storia, che non si può cancellare.
    Mentre per i lucchetti….màh, lasciamo perdere !
    Ma come può venire in mente in ‘idiozia del genere ?!
    Che cosa rappresenterebbero, ” l’inno al degrado ” ?

  10. Ritengo che Cassia Flaminia renda subito bene l’idea a tutti del territorio di cui si sta parlando.
    A volte voler cambiare ad ogni costo crea soltanto confusione.
    E poi è bello conservare i vecchi toponimi, così non si disperdono le tradizioni.
    Carla

  11. @francesco petrucci certo se il cambio comportasse costi e inutili sprechi concordo anch’io con il pulcino pio.
    se invece non fosse così o fossero costi che andrebbero sostenuti in ogni caso, confermo la mia indicazione di sopra.

  12. Come stemma del municipio, proporrei la statua equestre di augusto imperatore, riportata alla luce dai ruderi della villa di Livia a Prima Porta. Bene Roma Nord

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome