Home ATTUALITÀ Marini (PdL): “Il bus dello sport sarà realtà nel XV Municipio”

Marini (PdL): “Il bus dello sport sarà realtà nel XV Municipio”

lorenzo-marini-120.jpg“Lo sport è socializzazione, integrazione, rispetto delle diversità e buona prassi di educazione civica ed il XV Municipio è il cuore sportivo di Roma.Qui  hanno sede le più grandi squadre di rugby della capitale, qui, tra campi di calcio, palestre, centri sportivi del Coni e Foro Italico esiste la più grande concentrazione di impianti sportivi della Capitale dove i nostri figli possono praticare le attività sportive extra scolastiche. Ma quanto è arduo e complicato accompagnarli?” si chiede in una nota Lorenzo Marini, candidato PdL al XV Municipio.

“Per aiutare le famiglie impossibilitate ad accompagnare e riprendere i figli alle attività sportive, nella prossima consiliatura e con il supporto dell’Assessorato allo sport di Roma Capitale mi adopererò per la realizzazione di un servizio che ho voluto chiamare il Bus dello Sport ovvero una serie di navette con accompagnatore.  Forte della mia esperienza lavorativa e, perché no, delle mie conoscenze nel campo della mobilità e del territorio mi adopererò – conclude Marini – affinché questa iniziativa sia fruibile alle famiglie di Roma Nord liberando le strade dal traffico delle auto di mamme e nonni che quotidianamente accompagnano figli e nipoti alle attività sportive”.

Visita la nostra pagina di Facebook

13 COMMENTI

  1. …anche qui: questo non è un comunicato! è campagna elettorale pura e semplice!
    Cara Redazione, perchè pubblicare questo tipo di “note” ?

  2. Gentile Diamante, c’è un solo comunicato in questa settimana che non sia a sfondo elettorale? Dunque o tutti o nessuno. Cordialità.
    La Redazione

  3. Questa risposta data dalla Redazione è fantastica.
    Come si dice nei blog… Quoto!

    @DIAMANTE: Secondo me chi legge Vignaclarablog sa distinguere bene cosa è campagna e cosa è reale: senza filtri preventivi della redazione.

    Anzi alcune comunicazioni rivelano in sè più di mille proclami. lol

    Flavio Dessy
    Candidato XV municipio “Lista Alfio Marchini sindaco”

  4. Boh…stavolta non sono d’accordo con la Redazione.
    Questo, per esempio,

    https://www.vignaclarablog.it/2013052223233/ariola-lista-marchini-giacomini-affetto-da-sindrome-anguilla/

    è sicuramente un comunicato “a sfondo elettorale” (e ho scelto quello di Ariola, così Dessy è contento), ma con dei contenuti di simpatica ironia e intelligente polemica che lo differenziano molto da quello su riportato.
    Ma avete letto bene questo di Marini?? “Mi adopererò di qua, mi adoperrò di là…”: per me, è semplicemente l’esposizione di un programma elettorale. E credevo che cose di questo tipo rientrassero nella “pubblicità a pagamento”.
    Contenti voi…

  5. @DIAMANTE: è chiaro che nella sostanza sono d’accordo con lei… e non stavo polemizzando nei suoi confronti.

    Però penso anche che alcuni “pseudo comunicati” valgano un sorriso: poi liberamente chi commenta può esprimere il suo disappunto, la sua disapprovazione o la sua indifferenza (che forse nei casi in questione è la cosa migliore) così come chi legge si fa un’idea di chi è colui che scrive o “comunica”.

    Inoltre come dice lei penso anch’io che alcuni comunicati, pur essendo campagna elettorale, apportino un contributo ed altri no… ma penso che questa valutazione sia meglio la faccia il lettore piuttosto che la redazione.

    Flavio Dessy
    Candidato XV municipio “Lista Alfio Marchini sindaco”

  6. @ Diamante
    Potrà essere d’accordo o no. Quella di Marini è comunque una proposta concreta che interessa il territorio. Può piacere o no.
    Mi sembra molto differente dal comunicato di Ariola che è puramente politico.

  7. @Marini: Sì, bella idea, ma come funziona? Ce lo può spiegare un po’ meglio? Ad esempio: chi gestisce il servizio, chi compra “una serie” di navette, chi paga il carburante e gli stipendi degli autisti e degli accompagnatori.. e per gli utenti sarebbe gratuito o a pagamento? E poi: che giro farebbero ste navette, portano i bambini ognuno sotto casa o li lasciano a fermate determinate? E passano proprio davanti a tutti i circoli sportivi dei nostri quartieri o solo ad alcuni? Quante volte in un pomeriggio, visto che ci sono tanti corsi a che terminano in tanti orari differenti?
    Ecco, se potesse spiegarci i dettagli di un’idea che parte da princìpi condivisibili, ma che, data la complicata logistica e i costi da sostenere, appare irrealizzabile, toglierebbe dalla sua proposta il pesante sospetto che si tratti dell’ennesima boutade elettorale… Grazie

    PS ma prima di pensare ai pulmini per chi va ai circoli sportivi, non sarebbe più opportuno pensare a quelli per chi va (anzi, per chi DEVE andare) a scuola? Sarebbe anche molto più semplice da organizzare, dato che l’orario di ingresso è uno e quelli di uscita (di solito) al massimo un paio?

  8. @ Prof. Paolo
    Eccomi a risponderle con argomenti circostanziati alla sua richiesta. Come ho accennato nel mio comunicato mi occupo di mobilità da 20 anni ma non faccio qui promozione della mia attività.

    Le Famiglie oggi (anche la mia) sono impegnate nel difficile compito di educare i loro figli e ritengo che l’educazione che può dare l’attività sportiva sia la migliore che esista.

    Ma le Famiglie si scontrano con le difficoltà oggettive (mamme che lavorano e nonni non sempre disponibili, quando ci sono) ad accompagnare i propri figli alle attività sportive con il rischio di parcheggiarli, gioco forza, davanti ad un videogioco o lasciarli giocare in strada con i rischi che ben conosciamo.

    Il servizio, completamente gratuito sarà a disposizione di chi ne richiederà l’utilizzo. Il servizio di trasporto potrà essere svolto da alcune zone di raccolta (es. Capolinea o piazze), alle strutture sportive presenti sul territorio che aderiscono all’iniziativa, seguendo un percorso prestabilito.

    Il progetto “BUS DELLO SPORT” finalizzato a migliorare la qualità della vita delle famiglie potrà essere interamente finanziato da imprenditori e commercianti del XV Municipio, i quali, con il loro contributo, avranno aderito a questa importante iniziativa sociale sul modello del Taxi della Solidarietà del XX Municipio. http://goo.gl/HtECz

    I mezzi potranno essere concessi in comodato d’uso coinvolgendo le Case Automobilistiche e/o le loro concessionarie nel XV Municipio.
    L’organizzazione e la logistica del tutto potrà essere affidata ad una struttura Municipale e/o Comunale o anche ad associazioni esterne, e la tempistica oraria dell’attività di “navetta” verrà stabilita in base agli itinerari ed alle adesioni.

    Spero di aver risposto alle sue perplessità. Se non fosse così può scrivermi all’indirizzo mail lorenzo.marini@drivingunversity.it o chiamarmi al 347.659.84.40

    Cordiali Saluti
    Lorenzo Marini
    Candidato al XV Municipio per la lista PDL
    http://www.lorenzo-marini.it

  9. Sul modello del Taxi della solidarietà del XX municipio???
    Hahahahahhaha…allora stiamo apposto!
    Gentile Marini, non si fermi al link del sito del municipio: faccia una telefonata..che so…ad Ariola, per esempio, e si faccia spiegare come è stata “portata avanti” per davvero quell’iniziativa!

  10. @Diamante
    A leggere il sito del XX Municipio il principio ispiratore non mi sembra una brutta idea.

    Non conosco i retroscena, ma qualsiasi errore sia accaduto nella gestione del il Taxi della solidarietà non intendo ripeterlo ed anzi ne farò tesoro.

    Certo se ogni iniziativa viene immediatamente bocciata per quanto accaduto nel passato è inutile proporre nuove iniziative.

    Cordiali Saluti
    Lorenzo Marini
    Candidato al XV Municipio per la lista PDL
    http://www.lorenzo-marini.it

  11. gentile Marini, la ringrazio innanzitutto per la sua risposta. Mi perdonerà se non la chiamo o le scrivo in forma privata. Nonstante i tanti inviti ricevuti in questo senso negli ultimi anni (da politici di entrambi gli schieramenti) continuerò sempre a rispondere pubblicamente, su queste pagine. Detto ciò, lei ora mi ha chiarito parecchie cose ma debbo confessarle che la sua proposta non mi ha convinto. Per essere chiaro anche io, il suo “studio di fattibilità” (necessario prima di lanciare qualsiasi iniziativa) sembra fare acqua da più parti: 1) Manca un minimo di dimensionamento. Lei dice che il servizio “sarà a disposizione di chi ne richiederà l’utilizzo”, quindi potrebbero aderire 10 come 10.000 bambini. Come si fa ad organizzare qualcosa senza conoscerne (o poterne prevedere) almeno a grandi linee i confini? 2) Presenta gravi incongruenze. Se la logistica prevede “zone di raccolta” si pone il problema di chi dovrebbe accompagnare i bambini da casa (o da scuola) fino a queste zone, dato che – per suo assunto – questi bambini hanno “mamme che lavorano e nonni non sempre disponibili, quando ci sono”. 3) Non vi è nessuna certezza sulla copertura finanziaria dell’iniziativa. Non solo perché mancando, come detto, il dimensionamento, non si sa quanto potrebbe costare l’operazione, ma anche perchè è troppo aleatorio, incerto e poco solido il sistema di raccolta dei fondi necessari (“Il progetto POTRA’ essere interamente finanziato da imprenditori e commercianti…”), così come lo è il sistema pensato per il reperimento degli autoveicoli. 4) E’ troppo vago sulla gestione del servizio… “L’organizzazione e la logistica del tutto POTRA’ essere affidata ad una struttura Municipale e/o Comunale o anche ad associazioni esterne”… Non è proprio la stessa cosa se è il Comune o un’associazione (tipo chi?) a gestire un’iniziativa di tale portata.
    Caro Marini, io la ringrazio ancora per la risposta, ma mi piacerebbe leggere proposte di candidati che conoscano bene (almeno meglio dell’elettore medio) le tematiche che propongo alla nostra attenzione, che abbiano approfondito abbastanza a fondo le questioni per proporre qualcosa di fattibile economicamente, logisticamente e amministrativamente, che conoscano ciò che è stato fatto (e ciò che è miseramente fallito) sia in questo che in altri territori. Io credo che a questa città non servano più né improvvisazioni, né vaghe promesse elettorali difficilmente realizzabili su temi di larga condivisione e quindi di facile “acchitto” come i bambini, lo sport, i libri… Ci vuole più concretezza e più aderenza alla realtà.
    Saluti

  12. Ottima idea, Marini !! E’ un progetto che, definito nei particolari, sicuramente potrà essere utilissimo alle famiglie e ai ragazzi.
    Non concordo con Prof.Paolo e le sue “perplessità” in quanto ricordo, anche se più ridotto come tragitto, il successo che ebbe il People Service la navetta che collegava Via Cortina con Vigna stelluti e Fleming.
    Per quanto attiene i “punti di raccolta” sicuramente accompagnare il propio figlio a Piazza Giochi o a Monteleone Spoleto (luoghi che possono essere raggiunti anche a piedi) da Vigna Clara o il Fleming, per andare al Foro Italico, o all’Acqua Acetosa, può significare molto per le famiglie. Evitare Corso Francia o Ponte Milvio, parcheggiare ecc… può essere importante anche per decongestionare il traffico.
    Non è giusto etichettare ogni idea valida (anche se da definire) come “promessa elettorale”
    Caro Marini vada avanti così e…..in bocca al lupo ! M.S.

  13. Certo tra il dire ed il fare normalmente c’è un abisso.
    Ma l’idea in se non è male e sarebbe un ottimo aiuto alle famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome