Home CRONACA Leli (VdC): “Manifesti abusivi non ci appartengono ma non firmo l’accordo”

Leli (VdC): “Manifesti abusivi non ci appartengono ma non firmo l’accordo”

“In qualità di candidato Presidente al XV Municipio per la Lista Civica Vènti di Cambiamento posso tranquillamente affermare che noi non firmeremo il protocollo d’intesa e non saremo presenti all’incontro di questa mattina a Ponte Milvio con gli altri candidati presidenti organizzato dal candidato PD Daniele Torquati, che in ogni caso ringrazio vivamente per la proposta e al quale ho già spiegato telefonicamente e in piena cordialità le nostre ragioni”. Così in una nota Vincenzo Leli, ed ecco le ragioni che lo inducono ad astenersi dall’invito.

“Noi di Vènti di Cambiamento – spiega Leli – non facciamo della politica locale un colore e non diciamo no per appartenenza politica ad una parte o all’altra, ma abbiamo già ampiamente dimostrato, comprendendo i 3 lunghi anni di attività di comitato di quartiere ‘Imago XX’, il nostro costante impegno contro il degrado e in difesa dell’ambiente, manifesti abusivi compresi, che più volte e in più occasioni abbiamo staccato da pareti, ponti e cartelli del nostro Municipio durante apposite iniziative di pulizia del territorio”.

“Non abbiamo pertanto bisogno di dimostrare, con la sottoscrizione di un patto scritto, ciò che quotidianamente abbiamo fatto e facciamo. I manifesti abusivi non ci appartengono e mai ci apparterranno, perché la nostra politica nel segno del cambiamento – conclude Leli – domanda ed esige l’osservanza da parte di ogni candidato politico, a maggior ragione a livello locale, delle regole di una reale, leale e sopratutto ‘pulita’ campagna elettorale nel rispetto dei cittadini e del decoro”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome