Home CRONACA Giacomini (PdL): “Manifesti abusivi, non servono gli accordi ci sono le leggi”

Giacomini (PdL): “Manifesti abusivi, non servono gli accordi ci sono le leggi”

Gianni Giacomini, candidato presidente del centrodestra al XV Municipio (ex XX), non parteciperà all’incontro di domani a Ponte Milvio nel quale alcuni altri candidati alla presidenza sottoscriveranno un impegno a non offendere il decoro del territorio con la pubblicità elettorale abusiva. Lo ha dichiarato a VignaClaraBlog.it: “Questi accordi sono inutili e non servono, esistono delle leggi in materia, basta rispettarle”.

“Non sarò presente domani, ho altri impegni – ha aggiunto – e comunque queste convocazioni dell’ultima ora lasciano il tempo che trovano. L’affissione di manifesti è già disciplinata da norme precise alle quali è fatto obbligo a tutti attenersi. Contano dunque le leggi non i presunti protocolli d’intesa.”

“Per quanto mi riguarda – ha infine dichiarato a VignaClaraBlog.it – non ho mai dato disposizione di affiggere manifesti in modo abusivo né tanto meno lo farò in questa campagna elettorale. Ci potete contare”.

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. Comodo, molto comodo, trincerarsi dietro il “ci sono già le leggi”.
    Anzi, la circostanza di dichiarare di essere consapevole dell’esistenza della normativa contro le affissione abusive peggiora la situazione, poichè di manifesti abusivi di Giacomini (e dei “suoi” candidati) già se ne contano a decine!

    Caro Giacomini, seppure – e qui ci si deve solo fidare della Sua parola (se ci si riesce) – davvero Lei non ha mai dato disposizione di affiggere manifesti abusivi, voglia essere tanto “coraggioso” dall’invitare i suoi collaboratori a RIMUOVERE quelli che non risultano rispettosi delle regole.

  2. Io non ci posso credere che una persona che parla in questa maniera e’ candidato alla presidenza del municipio!!
    Non ha mai detto di affiggere manifesti in modo abusivo?? Quindi i suoi candidati possono fare qualsiasi cosa di illegale….basta che non siano ordini suoi!!
    E poi …..ha altri impegni…..!! Arroganza allo stato pure nello stile di questi ultimi anni….nel Suo piccolo!!

  3. Giacomini,scenda a rimuovere faccioni e promesse tue e dei tuoi che imbrattano il municipio.Cominciamo a contare su questo,poi ci accorgeremo che “arrivati a 3 “ci starà di nuovo il “5 anni di fatti concreti”.

  4. Caro Sig.Giacomini, e’ vero le leggi ci sono, ma quando vengono infrante purtroppo sappiamo tutti che nel nostro Paese vige la filosofia del “mi faccia causa” degna della piu’ classica delle commedie all’italiana, che corrisponde al fatto che il reo restera’ sicuramente impunito, dal momento che il giudizio durera’ a lungo ed in questo caso certamente ben oltre la durata di una campagna elettorale. Gli accordi invece servono eccome e quello proposto da Daniele Torquati mi sembra molto simile a quelli che vengono definiti “gentlemen’s agreement” (dall’inglese, con il significato letterale di “accordo fra gentiluomini”) e di fatto potrebbe proprio aiutare a superare questo tipo di problemi, si decide per un accordo accessorio tra due parti, che può essere scritto o orale. La sua caratteristica essenziale è che si basa per la sua realizzazione sull’onore e sul rispetto della parola data, e non può essere difeso giudizialmente, a differenza ad esempio di un contratto o di una legge. Insomma a me sembra che Torquati che l’ha proposto centri perfettamente con questo accordo il problema e voglia soltanto arrivare a risparmiare ai residenti del nostro Municipio l’invasione incontrollata di manifesti abusivi, oltre che lo spreco di carta. Insomma mi faccia capire Lei e’ un gentleman o no ?

  5. Dichiarazione inutile, signor Giacomini. Nessuno si aspetta che lei partecipi a una iniziativa a favore della legalità.

  6. Signori si nasce, non si diventa!! La candidatura dell’ex presidente sfiduciato è un offesa ai cittadini del municipio!!

  7. Tratto dal Messagero del 4 marzo 2013 a proposito della sfiducia votata anche da quelli che adesso lo sostengono……..

    ….Tra i motivi della mozione di sfiducia: «mancanza di trasparenza degli atti amministrativi», il non aver contrastato «situazioni di illegalità e abusivismo». ….

    Sfiduciato per questi motivi e adesso lo appoggiano di nuovo? E adesso parla di legalità ,leggi, norme, disciplina…..

    http://www.ilmessaggero.it/roma/campidoglio/giacomini_sfiduciato_cade_roccaforte_pdl_nel_xx_municipio/notizie/255824.shtml

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome