Home CRONACA Ariola (Lista civica Marchini): “Nel XV nessun manifesto abusivo”

Ariola (Lista civica Marchini): “Nel XV nessun manifesto abusivo”

simoneariola1.jpgSarà un appuntamento interessante quello proposto ai candidati presidente per domani alle 11 a Ponte Milvio, sotto la Torretta Valadier, da Daniele Torquati, candidato alla presidenza del centrosinistra per il XV Municipio (ex XX), per sottoscrivere un accordo a non martoriare il territorio con la pubblicità elettorale abusiva. Dopo aver raccolto nei giorni scorsi l’adesione pubblica di Teresa Zotta (M5S) e Gaetano Seminatore (PdCI), anche Simone Ariola, sostenuto dalla lista “Alfio Marchini sindaco” fa sapere in una nota che aderirà all’accordo.

“E’ importante aver raggiunto questa intesa tra le parti in occasione delle prossime consultazioni elettorali – dichiara Ariola – perchè consentirà uno svolgimento sereno della campagna elettorale, in un clima di reciproco rispetto, nella piena osservanza delle norme vigenti e delle consuetudini elettorali, e garantendo la tutela dell’ambiente e del patrimonio storico, monumentale ed artistico. Sarà mio impegno controllare, sul territorio del XV municipio, che questo accordo sia rispettato da tutte le parti avversarie in questa difficile competizione elettorale. Con forza dico “no” alle pubblicità elettorali abusive, nel rispetto, tra l’altro, del decoro del territorio”.

In modo particolare il candidato presidente XV municipio della lista “Alfio Marchini sindaco” annuncia che si impegnerà a rispettare ed a far rispettare ai candidati di tutte le liste di appoggio il divieto di affissione dei materiali di propaganda elettorale al di fuori degli appositi spazi destinati, nonché il divieto di iscrizioni murali e di quelle su fondi stradali, rupi, argini, palizzate, recinzioni e, a maggior ragione, su monumenti ed opere d’arte di qualsiasi genere, a tutela dell’estetica cittadina.

A meno di adesioni effettuate per le vie brevi, mancano all’appello Ivana Perina (CPI), Gianni Giacomini (PdL) e Vincenzo Leli (VdC). Un vero peccato (per loro) se resteranno estranei a questa iniziativa trasversale. Appuntamento a domani.

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. Scusa ma che esiste ancora destra o sinistra .
    Cor capo di corruttori che detta agenda nazionale er feudatairo de noiantri che che appiccica i manifesti su e fermate dell’autobuss , sui gasometri su e cassette da luce pe strada .
    Forza Simò datte da fa e nun senti chi nun vole cambià e soprattutto fa finta de nun capì qual’e’ er problema.
    Prenne na posizione nun vordì perde coerenza co onesta rispetto d’istituzioni , dovere sociale che forse quarcuno nun sa manco ndo sta de casa. .

  2. Eh no signori miei. Questi giochetti da furbetti del quartirino fateli con qualcun altro. Cpi non aderirà ad alcun accordo “pro domo propria”.
    Io lo so che i nostri manifesti sono affissi in spazi non consentiti – spero potranno perdonarci i detentori degli spazi pubblicitari sulle fermate degli autobus, o coloro che passano davanti a muri rigorosamente già decorati da manifesti -, così come so anche che i nostri manifesti li pagano e li attaccano i nostri ragazzi.
    Io lo so che possono essere a volte fastidiosi, ma so anche che a movimenti che non hanno la fortuna – o la voglia – di possedere padrini miliardari – mi giunge voce che il figlio di “calce e martello” lo sia – o potenti politici locali e nazionali – con tasche piene di fondi pubblici – non sono concessi tanti spazi di visibilità.
    Non so voi, ma io leggo periodici locali con decine di pagine occupate da pubblicità elettorali, affermati blog locali che sponsorizzano questo o quel candidato.
    Giganteschi manifesti con facce di gente candidata in liste civiche costituite per questa tornata elettorale e che non sentiremo mai più nominare.
    Giro e vedo migliaia di manifesti affissi ad ogni ora del giorno.
    E poi guardo in casa mia e vedo decine di ragazzi perdere ore di sonno per far sapere che il loro movimento – quello per il quale da 10 si sacrificano – c’è è partecipa alle elezioni. Vedo incontri organizzati facendo pagare ai partecipanti 2 euro in più sul costo dell’aperitivo per finanziare la stampa del materiale elettorale.
    Vedo tutto questo e mi chiedo: ma che c….o di accordo è questo?
    Allora un vero accordo lo propongo io.
    Facciamo che tutte le liste presenti sul territorio si dividono equamente gli spazi di affissione sulle plance elettorali. Io garantisco che non ci saranno intrusioni dei nostri cand

  3. …candidati al comune o del nostro candidato sindaco a rompere i patti. Potete fare lo stesso?
    Ed ancora. Facciamo che tutti comunicano alla cittadinanza quanto stanno spendendo per la propria campagna elettorale, inserzioni e cene comprese.
    Facciamo che ogni lista comunichi l’elenco dei finanziatori, così potremo verificare quanti imprenditori disinteressati o politici affermati sono dietro a presunte liste civiche che di civico hanno solo l’appellativo.
    Facciamo, in ultimo, che ognuno comunica da subito cosa intenda fare in un eventuale ballottaggio…anche questo fa parte del rispetto verso gli elettori o no?
    Quando qualcuno avrà la forza, il coraggio e, soprattutto l’onestà, per proporre un accordo del genere, allora noi saremo i primi ad aderire.

    Andrea Antonini
    Vice presidente di Casapound Italia
    casapoundroma.org

  4. @mimmo, mi scusi ma non vedo incoerenza nella scelta di Ariola. Ha sfiduciato Giacomini e adesso non lo sostiene candidandosi con un altra lista a differenza di qualcun’altro……

  5. @ mimmo: sono un candidato in questa lista nel municipio.
    Non ho mai fatto politica “partitica”.
    Ho deciso di aderire a questa lista proprio perchè non caratterizzata politicamente: anche perchè a livello municipale dividersi tra destra e sinistra ha senso?

    magari incontriamoci o vieni ad una delle nostre riunioni così puoi verificare di persona (ti lascio la mia mail: flavio.dessy@libero.it)

    Flavio Dessy

  6. @mimmo: è la prima volta che ti vedo commentare e spero tu sia veramente Mimmo. al di là di questo mi candido in una lista indipendente.
    Come ha detto Marchini ‘le buche sono di destra o di sinistra?’
    Mi candido perchè credo nel Rinnovamento,nella Pulizia, nell’Onestà e nella Trasparenza.
    Le faccio un quesito, oggi nella lista Pdl del Municipio chi è di destra o di centro destra?
    Secondo me nessuno e se lo fossero, grazie a Dio, questa non è la destra in cui mi riconosco.
    Io credo ancora nei valori e negli ideali.

  7. parole sante caro Ariola, ma mi chiedo come mai ancora adesso, ore 19.45, non risulti pubblicata la lista PDL e la lista civica collegata a giacomini, forse per qualche aggiustamento dell’ultima ora? Chiedo lumi

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome