Home ATTUALITÀ Partito dalla periferia di Roma Nord il tour elettorale di Alemanno

Partito dalla periferia di Roma Nord il tour elettorale di Alemanno

camper.jpgDomenica 28 aprile, il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha scelto di iniziare la sua campagna elettorale in camper in due territori simbolo del disagio sociale che affligge la periferia nord della Capitale: Osteria Nuova e Cesano. La giornata è cominciata alle 10.30 a Osteria Nuova, zona che è stata oggetto negli ultimi tempi dell’attenzione dei media che si sono occupati della questione ambientale legata al centro di ricerche Enea Casaccia e all’annunciata costruzione di un nuovo sito di stoccaggio dei rifiuti radioattivi.

Una problematica che andrebbe ad aggiungersi al già grave rischio legato all’inquinamento elettromagnetico derivante dalle antenne di Radio Vaticana, che per Osteria Nuova, come per Cesano e diversi comuni limitrofi, ha un impatto particolarmente grave. Proprio da qui sono giunte alcune delle segnalazioni sui nuovi casi di leucemia, in particolare infantile, che hanno colpito alcuni residenti della zona.

Ma né l’inquinamento elettromagnetico né la questione del nuovo sito di stoccaggio sono state messe all’ordine del giorno dal sindaco che ha preferito rivolgere la sua attenzione alla situazione di bilancio trovata al momento dell’insediamento.
“Un buco di 12 miliardi e trecento milioni di euro – ha dichiarato Alemanno – che  rendeva difficile se non impossibile anche solo pagare gli stipendi ai dipendenti comunali. Nonostante questo l’amministrazione di centrodestra ha aumentato le spese sociali, come quelle destinate alla sicurezza, al verde e al trasporto pubblico. A Roma – ha annunciato il sindaco – non devono più esistere cittadini di seria A e di serie B”.

Altro tasto dolente sono le tasse applicate, secondo il candidato sindaco del centrodestra, in modo iniquo. Un esempio deriva dall’IMU.
“Nella Capitale – ha ricordato Alemanno – sono stati scoperti 174.000 immobili di lusso, quasi tutti ubicati in pieno centro storico, che però avevano una rendita catastale simile a quella di un immobile di periferia. Scattata la denuncia e fatti i relativi controlli sono stati garantiti al Comune di Roma 116.200.000 euro spesi dall’amministrazione per opere concernenti il piano casa.”

La presenza dell’ex consigliere capitolino e candidato PdL Roberto Cantiani nonché dell’ex assessore all’urbanistica del XV Municipio ,Giuseppe Mocci, nuovamente candidato al municipio nella lista PdL, ha permesso di affrontare in maniera più dettagliata i problemi che riguardano Osteria Nuova.

In particolare Roberto Cantiani ha ricordato l’inaugurazione della nuova scuola di Via Quero, dopo che per 30 anni gli alunni della scuola elementare hanno dovuto studiare all’interno di container di amianto inertizzato.

“Il prossimo passo – ha aggiunto Giuseppe Mocci – sarà la rimozione totale dei container dall’area della scuola e la creazione, nello stesso luogo, di uno spazio verde per Osteria Nuova, che al momento manca del tutto”.

Lo stesso ex assessore ha poi ricordato l’illuminazione di Via Antonio Furlan, dove è situato un centro diurno che ospita 20 ragazzi disabili in un complesso edilizio rurale costituito da cinque fabbricati e 20.000 metri quadri di area scoperta.

A Cesano c’è stato il secondo appuntamento della giornata, atteso da un centinaio di residenti riunitisi in prossimità di Via di Baccanello.

Qui Alemanno ha affrontato un altro punto importante della sua campagna elettorale.
Dal primo luglio scadrà la convenzione che lega il Comune ad Equitalia. Il sindaco ha garantito che in caso di rielezione non sarà rinnovata: “la riscossione dei tributi sarà affidata dal Comune a una commissione di saggi che procederà a una verifica caso per caso, al fine di capire se il contribuente è un evasore o non può pagare per un’effettiva indigenza. L’accanimento fiscale che colpisce indistintamente cittadini onesti e disonesti de avere fine”.

L’argomento Equitalia è stato lo stimolo per fornire qualche cifra. Cantiani ha ricordato come Cesano, “storico feudo degli elettori di centro destra”, abbia beneficiato di oltre 1.100.000 euro per il recupero dell’antico Borgo, a cui si aggiungono i lavori per il sistema fognario e l’acqua potabile.

Lavori che Giuseppe Mocci ha seguito con particolare attenzione. “A Via Orrea la situazione era disperata. Ricordiamo che la via, dove era del tutto assente un impianto per la raccolta delle acque meteoriche, ospita la sede di una scuola elementare. Una posizione – sostiene Mocci – particolarmente scomoda essendo la strada molto stretta e a mala pena sufficiente a ospitare i mezzi per il trasporto scolastico. Abbiamo dovuto approntare un percorso alternativo tra due edifici per permettere ai bambini, una volta scesi dal pullman scolastico, di raggiungere la scuola. Questo perché il proprietario, un dirigente del vecchio PCI, negli anni ’80 negò la costruzione in un sito molto più grande e più idoneo costringendo per trent’anni i residenti di Cesano ad accompagnare i propri figli in questa via con tutti i disagi che comporta.”

La giornata di Alemanno a Cesano è coincisa con l’ufficializzazione delle liste per le prossime elezioni comunali. “Un modo – ha dichiarato il sindaco – per dire: sono qui e mi candido”.

E il fatto che abbia scelto di iniziare da Cesano e da Osteria Nuova è la dimostrazione di quanto lavoro ci sia ancora da fare in queste zone periferiche troppo spesso dimenticate.

Adriano Bonanni

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Roma è ridotta peggio di Calcutta, il centro storico e le vie del commercio (appia, marconi, tuscolana candia) sono prese d’assalto da orde di venditori ambulanti che alla faccia dei negozianti in regola non pagano tasse e vendono merce contraffatta. Un esempio: qui siamo alla stazione Termini, il biglietto da visita per i turisti:

    http://3.bp.blogspot.com/-y5DaCG1G4vU/UXkw_odCJnI/AAAAAAAAxus/3m8PKzo-rYE/s640/IMAG1363.jpg

    La ztl è stata mortificata fino a quasi non esistere più a tutto vantaggio delle maghine che ora possono tranquillamente scorrazzare parcheggiare in posti come piazza farnese e piazza del nazzareno:

    http://1.bp.blogspot.com/-YjVZB2vMFL8/UWrMZhqzX0I/AAAAAAAAxZU/lDcUGEVHjLM/s640/Piazza+del+Nazzareno.jpg

    I camion bar, tra cui quelli dei tredicine (che si candida ancora una volta, mi sembra in IX) sono inamovibili e posizionati in posti che nessuna città civile concederebbe (fontana di trevi, colosseo, fori imperiali).

    http://1.bp.blogspot.com/-cZo5LocB7bM/UFui6_P4O_I/AAAAAAAAlRY/Py2FHH9ZQc4/s640/P+Madonna+Loreto++P+Venezia.jpeg

    L’AMA è allo sbando malgrado le tariffe in costante aumento e le centinaia di assunzioni su cui stendiamo un velo pietoso.
    La città è laida e quando cammino per il centro mi vergogno per i turisti.
    La promessa raccolta porta a porta non è mai decollata, idem la differenziata.
    Questa è villa borghese:

    http://2.bp.blogspot.com/-ke9Mr8sye28/UW3UEJdFENI/AAAAAAAAxfc/fi3n4xOgzM0/s640/deliziosa_discarica_vicino_galoppatoio.jpg

    Il prolungamento della metro C che avrebbe risolto il problema (atavico) del traffico nel quadrante nord/nord ovest è stato cancellato.

    Le tariffe degli amici tassisti (che portano tanti voti) sono state aumentate ma l’obbligatorietà delle ricevute automatiche è stata congelata.

    Mi dite un solo motivo per cui rivotare Alemanno e la sua giunta ?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome