Home ATTUALITÀ Ponte Milvio, il vangelo (elettorale) secondo Luca

Ponte Milvio, il vangelo (elettorale) secondo Luca

who.jpgIl nostro Luca è come l’omonimo anonimo autore del Vangelo, non lascia ai posteri il suo cognome ma solo il nome. Gli studiosi dicono che quel Luca non fosse una figura di rilievo della prima Chiesa, proprio come il nostro Luca che, stando ai fatti, non pare figura di rilievo della politica locale. Perché se lo fosse, o se semplicemente volesse diventarlo, saprebbe bene che non dovrebbe ricorrere a metodi irritanti, come imbrattare la facciata di un edificio pubblico a Ponte Milvio, per farsi eleggere. “Sostieni Luca al XX” dicono i suoi fan, ma Luca chi?

Luca, qualunque sia il suo cognome e in qualunque lista del XV (e non XX, si aggiorni) sia presente, ci metta la faccia. Si presenti con nome e cognome, chieda scusa ai cittadini, faccia rimuovere quel manifesto che imbratta un edificio pubblico a Largo Maresciallo Diaz.
E non solo quello, ce ne sono altri uguali, abusivi anch’essi, distribuiti sul territorio.
Non faccia come quel Piccolo uomo di nome Samuele che nel 2008, proprio lì, fece affiggere un manifesto come il suo lasciandocelo per oltre un anno.

Sappia Luca che non c’è nulla di peggio che chiedere un voto in modo illegale per farsi eleggere amministratore pubblico garante della legalità. Gli elettori sono molto più smaliziati di quanto lei creda.

Stacchi quel manifesto e porga l’altra guancia Luca, sarà un gesto evangelicamente e politicamente apprezzabile. (red.)

luca470.jpg

 

 

Visita la nostra pagina di Facebook

14 COMMENTI

  1. Quando saranno pubblicate le liste elettorali del XV municipio basterà vedere quanti Luca ci saranno. Se uno solo lo sporcaccione sarà evidente.

  2. Sarà sicuramente un candidato di destra o di estrema destra, guardate bene come è scritto il manifesto, i caratteri sono gli stessi di tanti altri manifesti di questa parte politica. Ditemi se sto sbagliando !

  3. Vi sono anche personaggi conosciuti che continuano a imbrattare i muri in moddo illegale con i propri manifesti : tra questi brillano Giacomini, Cantiani e Mori. Se non riescono a controllare gli attacchini nel rispetto della legalità potranno amministrare bene il Municipio ?

  4. Complimenti Strix con questa ironia facile facile dimostri che sei molto più solidale con chi danneggia anziché con chi è danneggiato . Mi sembra di capire che il tuo tutti a casa non vale per il tuo Luca… complimenti due volte.

  5. Al Sig. Pira (che forse ispirandosi ai vecchi dirigenti del PCI che non parlavano con Almirante e Fini -prima della redenzione-non risponde mai alle domande stupide o intelligenti) vorrei chiedere perchè se la prende tanto con i manifesti della destra quando Roma è interamente ricoperta di manifesti e scritte . Ogni anno si spendono milioni di Euro per ripulirla e guarda caso ci si indigna solo per queli “di destra o estrema destra”.
    Sulla tangenziale da lunghissimo tempo c’è una grande scritta che inneggia all’omicidio nei confronti di un dirigente di Casa Pound; lo so che i “tipi sinistri” che la leggono provano un piccolo brivido di piacere (le piccole gioie dei pantofolai-radical chic), ma non sarebbe il caso di indignarsi un po’?

  6. Chiunque imbratti o non rispetti il decoro urbano è da sanzionare (almeno con il nostro voto). Parlando del nostro territorio parlo di quel che vedo. Gli unici che non hanno risposto positivamente alla proposta di Daniele Torquati di rispettare i posti per le affissioni sono quelli del centrodestra. E vedo i manifesti di Giacomini, Mori e Cantiani affissi in posti in cui non dovrebbero.

  7. @strix
    Se si guarda in giro almeno dalle nostre parti Ponte Milvio, Vigna Clara, Fleming, Cassia i manifesti cosiddetti abusivi sono all’80% del PDL e dei partiti della Destra.
    Raramente in queste zone ne ho visti del PD e/o della sinistra.

    In altre zone di Roma non sarà forse così ma dalle nostre parti vecchi e nuovi candidati pensano di poter imbrattare la nostra città come gli pare.

  8. Hai ragione Stefano. Però non è che imbrattando le strade un po’ di meno si è più bravi, più onesti, più intelligenti, più…………….E’ come se dicessimo che i consiglieri regionali che hanno rubato di meno sono più onesti. Ciao.

  9. Si ma un candidato che non rispetta le norme della legalità e deturpa il decoro urbano è poco adeguato ad amministrare … A qualsiasi parte appartenga. Chi è rispettoso e civile nel piccolo lo sarà anche nelle grandi cose.

  10. c’è un luca quasi in ogni lista, da fratelli d’italia fino alle liste civiche, e ancora non sono on line quelle del PDL, chissà……………

  11. Ma pure sui manifesti abusivi ci si deve schierare come destra o sinistra?
    Ai “poster…i” l’ardua sentenza.
    Per me è semplicemente evitabile ed io non lo farò!
    Su questo possiamo essere tutti d’accordo no?

    Flavio Dessi
    candidato XV municipio “Lista civica per Marchini sindaco”

    (per trasparenza mi firmo sempre e comunico che sono candidato, non lo faccio per altri motivi)

  12. A nome di tanti cittadini residenti di Ponte Milvio voglio ringraziare vignaclarablog: l’orribile manifesto dell’anonimo Luca è stato rimosso, oggi non c’era più!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome