Home ATTUALITÀ Internazionali 2013, fra rovesci volée e champagne

Internazionali 2013, fra rovesci volée e champagne

tennis1201.jpgE’ passato già un anno da quando Rafa Nadal alzava il suo sesto trofeo agli Internazionali di Roma, dopo la vittoria su Novak Djokovic nella finale spostata al lunedì per maltempo. Il torneo di Roma raccontava di un dominio incontrastato dello spagnolo sulla terra rossa, e di una primavera romana che si faceva aspettare, citando anche la vittoria sotto la pioggia della Sharapova. Dopo un intero calendario si torna al Foro Italico con la bella stagione che si è già concessa alla capitale e il campione maiorchino, Re di Roma, che ha vissuto la stagione più difficile della sua carriera.

L’11 maggio di nuovo tutti al Centrale, al Pietrangeli o al Centralino: tornano gli Internazionali, un torneo che da 70 anni scandisce il tempo e il mutare delle stagioni per i romani. Di giorno dichiara aperta la stagione delle passeggiate all’aria aperta, di notte inaugura la stagione dei locali all’aperto e delle serate alla luce di stelle.

Eh si, perché la competizione da qualche anno non riserva solo rovesci e volèe per appassionati: quando i riflettori dei campi si spengono, vanno in scena dj internazionali, il fior fiore della gioventù romana e la musica ad alto volume nel Villaggio Vip del Foro Italico. Un carnet di serate, parallelo al torneo, che fa da padrone nel panorama mondano di Roma Nord.

tennis4.jpg

Quest’anno, dal punto di vista sportivo, si preannuncia un’annata esplosiva: “l’edizione migliore di sempre”, per dirla con le parole di Angelo Binaghi, presidente della Federtennis.

Sulla terra rossa romana scenderanno in campo i primi 44 uomini del ranking mondiale e 19 delle prime 20 tenniste al mondo. Nove giorni di torneo con la formula del “combined event” che vedrà le competizioni di entrambi i sessi svolgersi in contemporanea.

tennis1.jpg

Djokovic, Murray, Federer e Nadal per gli uomini, Sharapova, Serena Williams e la Azarenka per le donne, questi i favoriti. Con i soliti outsider ad incuriosire appassionati e scommettitori, tra cui anche i nostri Seppi e Fognini, o la coppia Errani-Vinci che in doppio continua a stupire.

Insomma, un appuntamento da non perdere per fanatici e non. Una crescita continua di prestigio e anche di partecipazione, come dimostra il dato sulla vendita di biglietti e abbonamenti in crescita del 24% rispetto all’edizione passata.

“Questo torneo non è solo il fiore all’occhiello del nostro sport, ma di tutta Italia. Stiamo pensando a come farlo crescere ancora” così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha sottolineato l’importanza dell’evento.

tennis3.jpg

Per un lato sportivo in continuo incremento, il lato mondano è già esploso. Il Villaggio Vip ormai da anni è tappa di musicisti internazionali del calibro di Martin Solveig, Bob Sinclair, Skin o David Morales. Supercar, bottiglie di champagne, file interminabili all’entrata, dress code. Si prende un drink a Ponte Milvio e poi si va a ballare al Foro Italico.

A differenza dei tennisti, sono ancora ignoti i nomi dei personaggi che animeranno le notti romane di maggio, ma l’attesa è quasi agli sgoccioli.

Francesco Cianfarani

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome