Home ATTUALITÀ Cesano, recuperata dai Carabinieri opera d’arte rubata nel cimitero Flaminio

Cesano, recuperata dai Carabinieri opera d’arte rubata nel cimitero Flaminio

carabinieri-bassorilievo.jpgI Carabinieri della Stazione di Cesano, durante un controllo eseguito nelle zone rurali della periferia con l’obiettivo di individuare eventuali insediamenti abusivi nei casolari di campagna, hanno recuperato un’importante opera d’arte di ingente valore risalente ai primo ‘900 che era stata trafugata nel 2011 da una cappella privata del cimitero di Prima Porta. Il fatto risale a qualche giorno fa ed è stato reso pubblico in queste ore.

Durante il controllo dei carabinieri, al loro avvicinarsi ad un casolare due uomini, che si trovavano all’interno, sono scappati facendo perdere le loro tracce nelle campagne circostanti. Nel casolare, immediatamente sottoposto ad un’accurata perquisizione, è stato rinvenuto un prezioso bassorilievo in marmo raffigurante la Madonna con bambino.

I successivi accertamenti eseguiti con l’ausilio dei Carabinieri per la Tutela Patrimonio Culturale di Roma e della banca dati delle opere d’arte rubate hanno consentito di appurare che l’opera marmorea, realizzata da Alceo Dossena nei primi del 1900, era di un valore stimato di circa 50mila euro e che era stata rubata nel 2011 da una cappella del cimitero Flaminio.

Le proprietarie, due sorelle romane, non credevano ai loro occhi quando sono state contattate dai Carabinieri per la restituzione dell’opera, che ormai consideravano perduta, ringraziando i militari per quel piccolo “miracolo”. Il bassorilievo è tornato, dunque, nelle mani delle discendenti della famiglia che l’aveva acquistata circa 100 anni fa direttamente dallo scultore nato a Cremona e trasferitosi a Roma durante la prima guerra mondiale.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome