Home CRONACA FR3, Leli (VdC): “Esigenze di Roma Nord ignorate da FS, zero il...

FR3, Leli (VdC): “Esigenze di Roma Nord ignorate da FS, zero il peso del XX Municipio”

leli120.jpgIn relazione alle note vicende e ai disservizi patiti dagli utenti della FR3 Roma Viterbo dovuti al cambio di orario, disservizi sfociati due giorni fa nel blocco dei binari alla stazione di Ottavia, Vincenzo Leli, candidato presidente al XX Municipio per la lista civica Vénti di Cambiamento, così commenta: “una sciagura, non ci sono altre parole per definire quello che è accaduto e che qualcuno ha lasciato accadere con l’impensabile peggioramento della situazione del trenino che serve il nostro territorio, un quadrante di città, quello di Roma nord e del vecchio Municipio XX, che già pesantemente accusa livelli abnormi di traffico, smog e viabilità al collasso”.

“Gli utenti che partono da Viterbo e Bracciano – argomenta Leli – forse avranno trovato dei vantaggi nei maggiori treni semi-diretti del nuovo orario, che consentono in alcuni contesti di arrivare e tornare con 15/20 minuti di anticipo rispetto ai precedenti orari. Ma per chi sale dopo la stazione di Cesano (ovvero Olgiata, La Storta, Giustiniana) e deve raggiungere il centro o tornare a casa, la situazione è drammatica. I treni si fermano a La Storta per effettuare il cambio, riempendosi e impedendo la corsa regolare dei treni subito di seguito. Impossibile prendere gli autobus a causa del traffico. Insomma, un incubo testimoniato dai continui sit-in degli utenti della linea che bloccano binari, fermano i treni e chiamano le forze dell’ordine per interruzione di pubblico servizio”.

“Ebbene – incalza il candidato presidente – tutte le speranze dei miei concittadini erano riposte nella riunione convocata martedì tra Trenitalia e Regione, per analizzare le proteste dei pendolari. Peccato che l’unico comitato accreditato in difesa di questi ultimi sia stato il ‘Mosp’, che guarda caso è composto solo da abitanti di Viterbo. Al termine del vertice aziendale infatti, neanche a farlo apposta, è stata confermata la bontà dell’entrata in vigore delle modifiche alla nuova FR3 e ignorate sono state le istanze dei cittadini della ben più popolosa Capitale, che ogni giorno in massa si avventurano sulla famigerata linea”.

“Cosa dovremo aspettarci dunque da questi amministratori che per lunghi anni sono stati in carica – conclude Leli – se persino l’ultimo dei paesini del viterbese ha ormai più peso del più grande Municipio della Capitale? Lo scopriremo solo (non) votandoli”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Sottoscrivo. L’odissea continua… nessun consigliere del xx si è preso la briga di scrivere due righe in difesa dei pendolari di roma nord. Nessuno tranne te che consigliere neanche sei. Plauso

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome