Home ATTUALITÀ Primarie centrosinistra nel XX, Alessandro Pica si ritira

Primarie centrosinistra nel XX, Alessandro Pica si ritira

alessandro-pica.jpgDopo l’annuncio a sorpresa sulla scesa in campo eccone uno nuovo sulla messa ai bordi: Alessandro Pica, ex consigliere SEL del XX Municipio, ha annunciato questa mattina di ritirarsi dalle primarie del centrosinistra per la candidatura alla presidenza del municipio. La corsa torna dunque tutta in casa PD fra Daniele Torquati e Simone Ombuen. Il perché dell’abbandono Alessandro Pica lo spiega in una nota: “No alla frammentazione e a dispersione di energie, occorre uno spirito costruttivo di collaborazione che guarda al bene comune di Roma e del nostro Municipio; dobbiamo vincere e dobbiamo farlo insieme. Primarie delle idee e dei programmi e non solo primarie sui nomi. Sel Municipio XX sarà presente sul territorio con una campagna d’ascolto rivolta alle cittadine e ai cittadini sui bisogni e sulle priorità del Municipio.”

Sinistra Ecologia e Libertà del Municipio XX annuncia quindi di non partecipare, come in tutti gli altri municipi di Roma, alle primarie del centrosinistra ma nel contempo di voler aprire una seria riflessione sulle prossime elezioni amministrative del 26 e 27 maggio il cui risultato per la stessa coalizione sia al Comune che nel XX municipio non è poi così scontato e sicuro.

“Dobbiamo sottrarci dalla pratica del piccolo cabotaggio come se il voto alle politiche e alle regionali non avesse detto nulla di nuovo: è necessario uno scatto di consapevolezza, di innovazione e di progettualità per contrapporsi al populismo e alla destra” sottolinea Pica aggiungendo che la vera priorità per il PD e per SEL è “allargare la sfera di influenza della coalizione con il rilancio di un dibattito sul Municipio , sulle sue vocazioni, sul suo futuro in tempi di crisi.”

“Avevamo auspicato e lavorato, mesi or sono, per una soluzione condivisa che non è stata possibile: ora vediamo tutto il rischio di primarie di candidati di cui si ignorano programmi e profili, di una frammentazione in correnti del Pd, di un impegno tutto interno sul chi vincerà quando fuori i cittadini e le cittadine chiedono alla politica di spiegare perché per Roma e per il Municipio dovrebbero votare la coalizione di centrosinistra dopo gli anni disastrosi di Alemanno e Giacomini” è la lucida analisi di Pica alla quale segue l’esortazione alle forze politiche di Roma Bene Comune affinchè “costruiscano questa alternativa di governo con un’apertura e un coinvolgimento più duraturo e forte dei cittadini, dei comitati, dei soggetti sociali e dell’associazionismo che operano sul territorio.”

“Il nostro Municipio – incalza Pica – è stato beffeggiato dalle politiche clientelistiche e disastrose della destra : la precarietà dei servizi pubblici, il problema della mobilità, i tanti e diversi abusivismi, le discariche inquinanti a cielo aperto,l’inquinamento elettromagnetico, la carenza di sicurezza idrogeologica, la mancanza di nidi e scuole per l’infanzia e di sostegno all’handicap, la pericolosa situazione dell’edilizia scolastica, la mancanza di servizi per l’impiego e di sostegno al lavoro e al reddito.”

E la ricetta per ricomporre gli squilibri del territorio e per proporre un programma alternativo di governo per Pica non può non prevedere “il miglioramento della qualità della vita , la tutela della salute collettiva, la modernizzazione e l’efficienza del sistema di mobilità, la realizzazione di una pista ciclabile, la valorizzazione e la gestione dei parchi, delle aree verdi e agricole, una buona e sana occupazione, la tutela e fruibilità dei nostri beni culturali, storici e paesaggistici, un potenziamento della rete e dei servizi dei consultori, un progetto contro la violenza a donne e minori, la valorizzazione dell’esperienza e delle competenze degli anziani, un centro sportivo e culturale pubblico, un piano abitativo a canoni ridotti per giovani, anziani e famiglie a basso reddito.”

Pica rivolge infine un appello ai due candidati alle primarie e a tutto il PD : “Vediamoci e cominciamo a discutere del programma e della campagna elettorale di Roma Bene Comune per il nostro Municipio. Auguro a Torquati, con cui abbiamo condiviso gli anni di opposizione , a Ombuen e a tutti noi un buon lavoro che sappia rimettere al centro la politica , l’interesse collettivo e la partecipazione.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome