Home AMBIENTE Osteria Nuova, Torquati (PD): sulla questione del nucleare Giacomini non faccia finta...

Osteria Nuova, Torquati (PD): sulla questione del nucleare Giacomini non faccia finta di non sapere

danieletorquati.jpg“Invece di parlare a sproposito Giacomini avrebbe fatto bene a partecipare alla conferenza organizzata dall’ENEA la scorsa settimana: la Prefettura, l’ENEA, la Sogin, la Nucleco e l’ISPRA hanno esposto e spiegato quello che accade e accadrà a La Casaccia nei prossimi anni, ma soprattutto esposto i piani di sicurezza messi in campo”.  Interviene così, sul tema nuovo deposito di rifiuti radioattivi a Osteria Nuova, Daniele Torquati, ex capogruppo PD del XX Municipio, polemizzando con Gianni Giacomini il quale ha dichiarato alla stampa “non ne sapevo nulla”.

“Ho chiesto alla fine dell’assemblea se i rifiuti stoccati potevano aumentare: gli organizzatori – spiega Torquati – mi hanno rassicurato sul fatto che nessun aumento di stoccaggio nel sito è previsto. E’ paradossale che l’ex Presidente, che vorrebbe di nuovo governare il nostro territorio, non sappia nulla mentre all’interno del piano esposto è stato chiaro anche il compito del Comune e del Municipio. Invito inoltre Gianni Giacomini a non confondere la vicenda in questione con i fondi CIPE che il Comune di Roma invece di spendere nel nostro Municipio ha utilizzato per tutti altri scopi e che lui ha utilizzato per il costone di Villa di Livia.”

“Si è inoltre parlato della fantomatica nuova costruzione autorizzata con la DD 127 del 14/01/13 (ndr: clicca qui) dalla commissariata Provincia di Roma ed è stato più volte chiarito – tiene a sottolineare l’ex capogruppo PD – che tale determina non parla di una nuova costruzione, ma rappresenta un rinnovo per un fabbricato che esiste dagli anni ’80. Il Municipio ha il dovere di prendere parte a tale discussione con la preparazione che si rende necessaria per temi delicati come questi, ha inoltre il dovere di aiutare l’ENEA a promuovere incontri come quello della settimana scorsa e di coinvolgere i cittadini, i quali hanno il diritto di sapere cosa accade, ma soprattutto – conclude Torquati – di partecipare e sorvegliare sull’irrinunciabile sicurezza dei nostri quartieri.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome