Home ATTUALITÀ Amministrative: primarie PD, si terranno anche nel XX

Amministrative: primarie PD, si terranno anche nel XX

uomini.jpgUfficialmente aperta nel centrosinistra la corsa alla candidatura per la presidenza del XX, prossimo XV, Municipio. Nella giornata di ieri Simone Ombuen ha consegnato nella sede del PD di Roma oltre 900 firme a sostegno, tante quante all’incirca quelle depositate già da tempo da Daniele Torquati. Alle urne del 7 aprile il responso su chi sarà a fronteggiare gli altri candidati nella corsa all’ambita poltrona di primo cittadino del Municipio Cassia-Flaminia.

Daniele Torquati, già noto alle cronache politiche locali per essere stato capogruppo PD nel XX Municipio da settembre 2010 a marzo 2013, è nato a Cesano nel 1984, dove daniele torquativive tutt’ora. Studente di Scienze Politiche alla Sapienza, ha maturato le prime esperienze politiche in qualità di rappresentante degli studenti al Consiglio d’Istituto del Liceo Farnesina e, in seguito, come membro della Consulta Provinciale degli Studenti di Roma. Alle sue spalle già due mandati da consigliere municipale, nell’ultima ha ricoperto l’incarico di vicepresidente della commissione lavori pubblici e della commissione scuole.

Simone Ombuen, 59 anni, laurea in architettura, docente di urbanistica all’Università Roma Tre, vive nel XX Municipio da oltre vent’anni. Oltre all’impegno universitario, è simone-ombuen.jpgvicepresidente INU Lazio; Direttore della Fondazione Giovanni Astengo; membro del Comitato Scientifico del CESPE e del CdA di Urb.It. srl. Ha ottenuto il premio In/Arch ’90 per l’urbanistica. Nel suo curriculum oltre 120 pubblicazioni, fra titoli e contributi, con maggiori interessi sui temi della pianificazione locale, del partenariato pubblico-privato, del welfare nella riqualificazione urbana, della legislazione urbanistica regionale.  (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Una bella notizia. Che ci sia trasparenza e competizione è sempre una cosa che fa bene alla democrazia. E ci vuole molto coraggio anche da parte di tutti e due i concorrenti che hanno curriculum importanti e si mettono in gioco.

    Anche per chi come me ha creduto che il M5S potesse cambiare qualcosa fa impressione la contraddizione tra chi teorizza le scelte dal basso e poi nomina i candidati nel chiuso di qualche stanza o forum per pochi eletti mentre il Partito Democratico si apre a tutti i cittadini, scende in piazza per parlare con le persone e fa votare nei gazebo. Grillo muoviti!

  2. vabbè in questo caso mi sembra lo stile del “ti piace vincere facile”…
    Hanno rimediato uno sfidante a Torquati che non conosce nessuno… ergo vincerà facile Torquati e si farà un po’ di pubblicità…. che è lo scopo principale delle primarie quando non ci sono avversari veri…

    Quando si sceglie il candidato di M5S?

    Tanto per sapere chi sarà il terzo antagonista oltre Giacomini e Torquati….

  3. @ Gianni Mercante:

    Non so se “vincerà facile” o meno, ma io davvero spero che Daniele Torquati le primarie – e non solo quelle – le vinca.
    Non si tratta di essere un candidato “conosciuto più di un altro”: Torquati ha dimostrato di essere un ragazzo onesto, che lavora disinteressatamente e senza il secondo fine di “farsi pubblicità” (a che fine, scusi?), con vera attenzione per il territorio. I cittadini del XX (o futuro XV, come vi pare) Municipio dovrebbero essere contenti di avere la possibilità di votarlo e dovrebbero essere tanto intelligenti da sceglierlo, a prescindere dallo schieramento.Torquati non avrà una laurea in architettura nè pubbicazioni su riviste importanti, ma ha passione, onestà e competenza. Elementi che non possono essere inseriti in un curriculum, ma che in tanti, comunque, riconoscono – perchè sono veri – a questo ragazzo.

    @ Redazione.
    Su un’altra testata ho letto i nomi di altri due contendenti nelle primarie del PD: oltre a Torquati e Ombuen, anche Jacopo Fedi e Luca Ilardi… Insomma..due o quattro??

  4. Ah Gianni Gianni, anche tu sempre a guardare la pagliuzza degli altri e non il trave proprio ! Quelli del PD almeno ci provano a scegliere dal basso il loro candidato, in casa vostra vi siete fatti imporre Giacomini dall’alto senza fiatare !

  5. Se la notorietà fosse l’unico criterio di scelta che i cittadini seguono si poteva candidare qualche personaggio televisivo. Ma non si tratta di fare spettacolo ma di dirigere un ente locale. Per cui esperienza, preparazione e competenze saranno i temi con cui si confronteranno. Ci saranno momenti di confronto e di presentazione e, seppur condividendo l’appartenenza allo stesso Partito, gli elettori della coalizione sceglieranno democraticamente chi ritengono più adeguato. E si tratta di primarie vere non di teatrino messo su per far finta di partecipare sapendo già chi vincerà. Agli elettori l’ardua sentenza.

  6. Gentile Diamante,
    siamo certissimi di quanto pubblicato: a presentare le firme sono stati solo i signori Ombuen e Torquati. A quanto riferitoci, gli altri due, i signori Fedi e Ilardi, hanno iniziato ma non concluso la raccolta la raccolta delle firme.
    Molto cordialmente
    La Redazione

  7. La commissione della coalizione di centro sinistra non ha ancora comunicato formalmente i risultati della verifica della documentazione presentata dai diversi candidati. Pertanto le informazioni pubblicate sono ancora informali. Per il PD del XX Municipio confermo che hanno raccolto e presentato le firme Torquati e Ombuen.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome