Home ATTUALITÀ Prima Porta, con la pioggia torna a galla il vecchio problema

Prima Porta, con la pioggia torna a galla il vecchio problema

procaccini120.jpgIn Inghilterra si usa dire “piovono cani e gatti” per descrivere questo tipo di giornate. L’eufemismo rende sicuramente l’idea del tempaccio che si sta abbattendo su Roma nelle ultime ore: chicchi di grandine come olive, un vento che nemmeno la Strega del Nord riuscirebbe a contenere e pioggia, scrosci pesanti interrotti da tuoni e fulmini. Se il riferimento a “era una notte buia e tempestosa” viene quasi spontaneo pensando al maltempo, per gli abitanti di Prima Porta è sempre una problematica realtà.

A Prima Porta, in via Andrea Procaccini, non serve infatti adoperarsi di ombrello in giornate come queste: “Tanto anche se mi faccio la doccia, passa una macchina e mi bagna di nuovo“, sostiene un abitante lungo la via.

La strada infatti è disseminata di profonde buche ricolme di acqua piovana, le macchine sembrano ignorarle sfrecciando a pochi metri dai passanti e sottoponendoli a fastidiose docce urbane. “è normale che la strada sia dissestata, qui ci sono i capannoni industriali, passando i mezzi pesanti l’asfalto tende a cedere”, spiega un operaio uscendo da uno stabilimento.

In effetti il problema non risiede tanto nella manutenzione della strada, piuttosto sta nel fatto che il sistema di raccolta delle acque piovane non viene depurato, comportando l’esondazione dell’acqua dai tombini e arrivando fin dentro le abitazioni lungo la strada.

Quando piove l’acqua fiotta quasi a spruzzi dai tombini, abbiamo dovuto mettere un muretto sull’uscio di casa perché ci si allagava tutto“. Non a caso, il n.15 di via Andrea Procaccini è continuamente disabitato perché ogni alluvione i proprietari si ritrovavano a galleggiare in mezzo all’acqua alla Titanic.

Cè chi sostiene che le attività commerciali del mercato di via di Villa di Livia abbiano acutizzato lo straripamento dell’acqua piovana, in quanto l’intensa cementificazione non permette alla strada di permeare il bagnato.

Il problema degli allagamenti comunque riguarda gran parte di Prima Porta e delle zone circostanti la Marana; perfino in Via Pietro Gentili, una traversa di Via Frassineto, le abitazioni si allagano a tal punto che il water straripa acqua fognaria all’interno delle abitazioni. Molti abitanti sono dunque costretti a trasferirsi all’interno del loro quartiere o ad attutire il problema costruendo dossi e muretti che blocchino l’avanzata dell’acqua fino all’ingresso.

Eppure, oltre un anno fa, eravamo all’inizio del 2012, venne annunciato dal XX Municipio che l’Ardis stava per iniziare i lavori di realizzazione di un nuovo impianto con l’installazione di tre idrovore su via Frassineto a servizio esclusivo della fognatura, impianto che doveva essere operativo a luglio 2012. Non solo, si disse pure il Campidoglio stava appaltando la realizzazione di cinque idrovore in via Procaccini che sarebbero entrate in funzione entro fine 2012.

Parole alle quali non sono seguiti i fatti: in via Frassineto i lavori sono ancora in corso mentre in via Procaccini non sono nemmeno cominciati. Tutto tace dunque, ma nel frattempo la pioggia scende sugli abitanti di Prima Porta.

Forse dovrebbero davvero piovere cani e gatti, non simbolicamente, ma con tutte le rimostranze di quei cittadini che ne hanno fino alle ginocchia, come l’acqua dentro le loro case.

Barbara Polidori

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

29 COMMENTI

  1. Finalmente un articolo anche su via di Andrea Procaccini. Volevo per maggior chiarezza informare che nella succitata via ci sono solo due tombini di raccolta delle acque piovane che riversano nella rete fogniaria obsoleta e insufficiente a soddisfare tutte le utenze che nel corso degli anni si sono aggiunte. Questo è uno dei tantissimi motivi che causa, ogni volta che si verifica una pioggia torrenziale, il trasbordamento nella strada e nelle case più basse delle acque reflue. Da sottolineare la cementificazione da parte delle aree commerciali della via che hanno eroso in modo incontrollato le zone verdi che assorbivano gran parte della pioggia. Le stesse hanno inoltre costruito a ridosso degli argini che per motivi di sicurezza imposti dalle autorita competenti dovrebbero essere ad una distanza di circa 10 mt (ovviamente non rispettati). La domanda è: nonostante le numerose segnalazioni chi è preposto ai dovuti controlli perchè non li esegue????????

  2. Per quanto riguarda le “discariche fai da “te” e le deiezioni canine è difficile far
    sorgere una coscienza civica se non c’è cultura. Forse la scuola potrebbe istituire qualche conferenza specifica a riguardo,ma anche l’incertezza della gestione politica del problema rifiuti in generale,crea purtroppo nei cittadini l’idea che tutto è possibile.Certamente questi sono argomenti nei quali il cives dovrebbe agire senza il controllo dell’autorità.Purtroppo non è cosi;da ex padrone di un cane che ha sempre ,senza alcuna fatica fatto il suo dovere,so quanto sia spiacevole abitare una città sporca. continuiamo a”combattere”.

  3. Questo municipio è da anni abbandonato, non si fanno manutenzioni stradali, non si puliscono i tombini, non si ascoltano le esigenze che i cittadini da anni denunciano, su qualsiasi argomento. Adesso non vanno neppure più a protestare, tanta è la sfiducia nelle istituzioni locali.
    E non ci raccontino che non ci sono soldi per fare questi interventi, perchè i soldi, anche tanti, si spendono per altre cose che non hanno nulla a che fare con interventi veramente utili per i cittadini.

  4. UDITE UDITE:

    nel 2009, furono stanziati da FABRIZIO GHERA, assessore ai lavori pubblici e periferie, 8 milioni di euro per la messa in sicurezza e il risanamento idrico di Prima Porta,

    CHE FINE HANNO FATTO SOLDI E PROGETTO?

    Questo era in sostanza quanto avvenuto e stabilito (notizie verificabili su internet):

    Roma 19 dicembre 2009
    Labaro e Prima Porta: stanziati 8 milioni di euro per il risanamento idrico

    “Niente più allagamenti nelle zone di Labaro e Prima Porta”.

    Questo l’obiettivo della decisione della giunta comunale capitolina su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici e Periferie Fabrizio Ghera; ha stanziato 8 milioni di euro per la costruzione di impianti di sollevamento delle acque reflue per scongiurare il rischio allagamenti nelle aree di Labaro e Prima Porta.

    “Sono stati stanziati 8 milioni di euro per la messa in sicurezza e la costruzione di infrastrutture necessarie a fronteggiare eventuali casi di allagamento e migliorare il sistema fognario”, ha dichiarato l’assessore, aggiungendo che si tratta di un progetto finalizzato ad un generale risanamento idraulico di Prima Porta.

    Tra le zone interessate dal provvedimento targato Ghera sono infatti da includere Fosso Cremera e via Procaccini (nei pressi di via Frassineto), nel quartiere Prima Porta. “La metodologia”, spiega Ghera, “prevede inizialmente lo studio del bacino idraulico e, successivamente, l’individuazione delle priorità di intervento”.

    AIUTO!!!!!!!!!!!!!!!!!

    PER FAVORE QUALCUNO INDAGHI

  5. Era solo un annuncio. I fondi erano giá inseriti nel piano degli investimenti prima dell’avvento di ghra e alemanno. Avrebbero dovuto solo spenderli.

    Marco Tolli

  6. E’ una vergogna finalmente qualcuno ha parlato di Via Andrea Procaccini ,piena di buche quando piove abbiamo un lago, il manto stradale dalle origini non sò quanto è stato alzato asfalto su asfalto,la mia casa prima aveva uno scalino ora non lo ha più e quindi quando piove ci viene un’ansia che non ci si allaghi la casa, ma nessuno fà niente per noi siamo abbandonati da tutti poi vediamo affissioni di politici che dicono io per Prima Porta ho fatto questo quello e quell’altro ,bla bla bla solo chiacchere ma mai fatto nulla anzie se andiamo a chiedere qualcosa promesse promesse promesse e poi ci chiedono pure di pagare l’Ima sulla casa ma vi sembra giusto pagare questa tassa su una casa che da un momento all’altro ci allaghiamo percausa delle inadempienze del comune sui lavori che dovevano svolgere in questa zona? Spero che con queste foto e questa bella relazione della Signora Barbara Polidori si riesce a concludere qualcosa aiutateci per favore non ne possiamo più di questa situazione.

  7. grazie per la segnalazione massimo.un’altro inghippo che verra’ mostrato in tutta la sua interezza tra 2 mesi.ci sara’ da divertirsi.la cosa piu’ bella e’ mostrare tutti ma proprio tutti i documenti di questi fondi perduti.e non solo di questi.

  8. E poi ? Tutto qui l’impegno di 5 stelle una volta che siete entrati in comune e in municipio ? Meno male che quanto sta accadendo in questi giorni aprirà gli occhi ai romani che voteranno senza farsi prendere dalla frenesia grillina. A proposito quando fate le votazioni on line per scegliere il candidato presidente al municipio ? Sarà bello vedere in quanti voteranno!

  9. x daniela. Tutto qui dici ? E ti sembra poco?
    ti sembra poco iniziare a scoperchiare finalmente una pentola piena di corruzione, imbrogli e affari privati coi i soldi dei cittadini? Ti sembra poco far conoscere a tutti, informare, farsi portavoce e garanti delle esigenze dei comitati e della gente e pretendere che i soldi dei cittadini vengano finalmente spesi per le loro necessità e non per cose inutili e clienterali?
    Mi dici se c’è stato mai qualcuno che lo ha fatto in tutti questi anni?
    Se questo è “tutto qui” allora è come dici tu.
    E poi per quanto riguarda le votazioni dei candidati, lascia stare i numeri che si è visto che non c’è rapporto tra i numeri e la vera rappresentatività del popolo che non si riconosce in quegli esiti, con tanti milioni di finanziamenti ai partiti e i 2 euro pretesi per il voto sono capaci tutti di organizzare capannelli di raccolta voti.

  10. ripeto, tutto qui ? e dietro tutto questo fervore giustizialista cosa c’è ? il vuoto assoluto ! buoni a scoperchiare le pentole ma non capaci di cucinare nulla, tanto per restare sulla metafora. Che programmi avete ? Non si sa, solo quello di fare i giacobini. E per questo i romani dovrebbero votarvi ? Ma dai ! e dalla sua risposta si capisce pure che le primarie on line per il municipio non le farete, si vede che avete già un candidato imposto dall’alto alla faccia della democrazia diretta sbandierata dal vostro gran capo.

  11. scusa, ma per programmi intendi quelle promesse che fate sempre da anni prima delle elezioni e che non mantenete mai? no, grazie quelle non le facciamo, Presenteremo tra pochi giorni pochi punti chiari e precisi per il nostro municipio, votati da tutti, non fatte scrivere da qualcuno, perchè noi a differenza di altri non abbiamo capi, come erroneamente asserisci, ma ogni proposta viene votata a maggioranza.
    Se solo fossi stata informata non avresti fatto una brutta figura, avresti saputo che il nostro candidato sindaco lo abbiamo già votato online (senza spendere una lira e senza pretendere 2 euro a voto oltre i soldi del finanziamento pubblico ai partiti)
    ed è MARCELLO DE VITO, avvocato di 38 anni un cittadino come tutti noi,
    http://www.facebook.com/M5SDeVito
    Le facce sorridenti sui manifesti come fanno tutti i partiti politici imbrattando tutte le strade della città non le metteremo.
    Ecco solo 2 dati sulla refurtiva presa ai cittadini che potevano servire a fare tante cose utili
    PDL (206.518.945 euro di rimborso a fronte di 53,6 milioni di spese elettorali)
    PD (180.231.506 euro di rimborso a fronte di 18,4 milioni di spese elettorali)
    UDC (25.895.850 euro di rimborso a fronte di 15,7 milioni di spese elettorali)
    LEGA (41.384.553 euro di rimborso a fronte di 3.476.04 euro di spese elettorali)
    IDV (21.659.227 euro di rimborso a fronte di 4.451.296 euro di spese elettorali)

  12. non sono io a non essere informata ma sei tu a essere molto disattento… oppure vuoi sviare la domanda ? io ti chiesto per due volte quando voterete on line il vostro candidato presidente al municipio non il candidato sindaco. … attendo risposta.

  13. Sig. Annunziata, condivido in pieno il “furto” dei due euro (mi piacerebbe sapere se tutti i rom che hanno votato,li hanno spesi di tasca propria), ma dire che avete un candidato fa un po’ ridere… Il suo “candidato” ha riportato la cifra enorme di 533 voti.. mica bruscolini… Ombuen che ha perso il confronto con Torquati ha riportato il doppio,ma solo nel nostro municipio, mentre il suo cittadino in tutta la città… capirà che designazione autorevole…

  14. Non e’ colpa nostra se la tecnologia utilizzata per le votazioni e’ quella che permette di unire OGGI continenti lontani , permette di avere informazioni imparziali e di formarsi un’idea libera ed e’ quella dove OGGi leggo i commenti, ovvero Internet.Il Movimento 5 Stelle permette ed invoca la partecipazione, ma dato che ci sono ancora molte persone, (chiamarli cittadini ed italiani e’ una parola troppo grossa, scusate la schiettezza) che per interessi di bottega votano e fanno votare soggetti e sistemi che in un’altro modello di paese (stati uniti, nord europa) sparirebbero, bene per tale motivo viene richiesta una certificazione certa.Aggiungiamo poi che i fondi di cui disponiamo sono in autofinanziamento ( non rubiamo con un finto rimborso elettorale i soldi dei cittadini ), e far pagare per votare mi sembra un ulteriore presa in giro, dite che sufficiente?Noi del Movimento 5 stelle tramite il nostro sito roma5stelle.com abbiamo scelto il nostro candidato presidente che e’ al vaglio (non essere iscritti ad OGGI in altri partiti,stato della fedina penale, rispetto del massimo 2 legislature perche la politica non diventi una professione) della certificazione per ottenere l’utilizzo del logo.Che tale modello si debba migliorare e’ innegabile, ma e’ sicuramente meno dispendioso e piu’ idoneo verso la realizzazione di una democrazia partecipata, che e’ il nostro vero obiettivo.ps: per quelli che hanno qualche dubbio mi sto’ domandando sempre di piu’ quale sia la soglia della presa in giro che un cittadino che si ritiene libero puo’ accettare.solo cosi’ per curiosita’.

  15. Egregio Nico, finchè si scherza si scherza ma quella parola furto, quando anche virgolettata, è senza dubbio un eccesso di pensiero fortemente offensivo verso chi ha versato i due euro consapevolmente. Le parole egregio Nico sono pesanti come i macigni ma in questo caso il suo è proprio un meteorite del quale non andare certo fieri e che nel supponente eccesso verbale la accomuna molto ai tanto invisi (a lei) signori del movimento 5 stelle.
    La saluto.

  16. X Daniela e Nico,
    lo so che è difficile per voi capire certi principi, abituati da sempre con una certa metodologia che sa ormai di vecchio, ma cercherò di spiegarvelo lo stesso, non esistono dirigenti politici che decidono quale candidato (tra quelli che hanno militato nel partito e che hanno già ricoperto cariche politiche) presentare seppur alle “primarie” come le chiamate voi, funziona in un’altro modo, se un cittadino vuol partecipare inizia a dedicare un po’ del proprio tempo per la comunità, inizia ad attivarsi nel settore dove è più portato offrendo la propria disponibilità, partecipa agli incontri, ascolta le problematiche del quartiere, fa proposte che vengono messe in votazione, e tra queste vi è stato anche la votazione sulla scelta di un nostro portavoce per la presidenza del municipio.
    Comunque da noi non sarebbe mai successo, per regolamento, che potessero essere candidati (sia come presidente che come consigliere) sempre le stesse persone che hanno fatto della politica un mestiere e che sono già stati eletti tre, quattro e più volte, con i risultati che vediamo sulla nostra pelle, non esistono politici di mestiere, ma semplici cittadini portavoce per un periodo molto limitato MASSIMO di 2 legislature dopo le quali non è più candidabile.
    Se applicassero questa regola tutti i partiti politici anche in parlamento il 90% dei deputati dovrebbe rinunciare alla carica.

  17. @ Sig. Urbano , le virgolette sono metaforiche, ognuno è libero di spendere e spandere i suoi soldi come vuole…. In un’altra occasione avevo evidenziato la poca trasparenza sui fondi ricavati dalle primarie nazionali, e questo mio pensiero è stato supportato dalla poca affluenza dei votanti alle primarie comunali : come riportano tutti i giornali è stato UN VERO FLOP.
    @ Sig. Annunziata , questa supponenza che sta contraddistinguendo il m5s ha iniziato a stancare… sembra che siete depositari di verità e progresso,mentre gli altri sono ormai vecchi e derelitti.. Lei nel post precedente aveva detto alla signora Daniela di essere poco informata e che avevate il vostro candidato : io le ho fatto notare che è stato eletto a candidarsi al comune con soli 533 voti. Converrà che per una città di quasi 3 milioni di abitanti, siamo un po’ pochini per avere una certa importanza. Ma noi certe cose non le riusciamo a capire.. non facciamo parte della “razza eletta”…

  18. @Nico Ferri nessuna supponenza pero’ e’ corretto rimarcare la storia delle vicende, proprio per permettere e formare una piena e libera scelta di chi le legge.chi crede nei principi del Movimento ha come credo la democrazia partecipata, utilizzando lo strumento meno manipolabile oggi esistente, ovvero internet.ma siamo entrati ieri alla ribalta della maggioranza dei cittadini.sul sito di beppe hanno votato circa 4000 aventi diritto .viviamo in un deficit democratico spaventoso, il M5S ha costretto tutti gli altri ad alzarla questa asticella portandola ad un livello maggiore.non puoi negarlo , e’ un dato di fatto. non e’ supponenza.noi come M5S riteniamo che la partecipazione tramite la rete non sia manipolabile e che la formazione delle idee e delle proposte debba avvenire in tal modo.ma siamo al paziente 0.per noi e’ normale e scritto nel nostro dna, e siamo in un continuo miglioramento e perfezionamento del “modello partecipativo” ma sono curioso nel vedere quanto durera’ negli “altri” questo spirito democratico.

  19. @ Sig. Ferri, mi creda, non è nella mia intenzione essere supponente ne di offendere nessuno, tantomeno lei che non conosco, rispetto le sue idee anche se possono essere diverse dalle mie, io quando scrivevo di vecchio mi riferivo semplicemente al “sistema” non alle persone, mi scuso se è passata questa idea.
    Per quanto riguarda i 533 voti, ha ragione, il sistema va migliorato per allargare le votazioni oltre ai soli cittadini attivisti (che partecipano) anche a tutti gli altri elettori.

  20. @ Sig. Lepore, forse non si rende conto, ma dire “che è scritto nel vostro dna” rimarcando il fatto di sentirvi diversi dagli altri è proprio supponenza.. Sul fatto che poi la rete internet non è manipolabile.. beh… tutti gli hacker staranno a sbellicarsi dalle risate… Poi , per favore, parlate voi di deficit democratico quando nei vostri punti programmatici c’è il fatto di tagliare due reti pubbliche televisive ed abolire l’ordine professionale dei giornalisti !!! Mi chiedo che fine ha fatto il popolo dei Post-it e tutti quelli che si mettevano il bavaglio in faccia per protestare a favore dell’informazione.. L’unico punto che condivido ampiamente è quello dei due mandati, che a livello amministrativo (ma non per tutti) esiste già.. quindi nulla di nuovo.

  21. @Sig. Ferri, mi scusi, non per contraddirla, ma se, come dice, il limite dei due mandati a livello amministrativo esiste già, dovrebbe essere per tutti, con una legge dello stato, non a discrezione dei partiti, altrimenti non si spiega che per il candidato presidente del PD al nostro municipio Daniele Torquati questo sarebbe il suo TERZO mandato, come specifica nel suo blog:
    “….Ho iniziato la mia avventura politica nelle Istituzioni nel 2006, quando mi sono candidato nel Municipio XX, dove sono stato eletto (1).
    Nel 2008 sono stato poi rieletto (2) consigliere municipale e dal 2010 ho ricoperto il ruolo di Capogruppo del Partito Democratico”

    Quindi è dal 2006 che siede sui banchi del consiglio municipale, e tra i consiglieri di entrambe le coalizioni politiche ci sono addirittura veterani decennali,
    non crede che, visto i risultati e la condizione di abbandono e spreco del denaro pubblico nel quale si versa il nostro Municipio, sarebbe il caso che tutti coloro che ci hanno governato sia dalla maggioranza che dalla finta opposizione facessero TUTTI un altro mestiere?

  22. Sig. Annunziata, il mio riferimento era a livello amministrativo per una tipologia di comuni dove i sindaci non possono fare più di due mandati consecutivi, la cosa non riguarda i consiglieri o assessori.. La considerazione che fa lei delle condizioni di abbandono è del tutto personale, come anche quella di spreco di denaro pubblico : gli errori li possono fare tutti, è fisiologico, come lo è il fatto che a protestare siamo bravi tutti, poi quando ci si trova dentro la questione cambia : e il M5s lo sta dimostrando alla grande a livello nazionale, ma in negativo, dopo 42 giorni siete stati capaci di presentare soltanto due proposte di legge, una sull’omofobia e una sui matrimoni gay, come se fossero le più importanti priorità che abbiamo… per non parlare poi dell’occupazione del parlamento con lettura della costituzione e dei vostri regolamenti… tutte cose che fanno il fumo… ma per l’arrosto state a zero.. Se quelli che ci stanno devono cambiare mestiere, voi è meglio che non ci pensiate proprio… ma questo è il pensiero di uno che non ha il vostro Dna, come diceva prima il suo collega cittadino del movimento…

  23. @ Sig. Ferri,citazione: “forse non si rende conto, ma dire “che è scritto nel vostro dna” rimarcando il fatto di sentirvi diversi dagli altri è proprio supponenza..” forse non lo sa’ ma cospargendomi la testa di cenere la informo che il Movimento adotta una linea guida che si chiama non-statuto composta da soli 7 articoli dove nell’ultima parte dell’art 4 cito testualmente “Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Esso vuole essere testimone della possibilità di realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità degli
    utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.”
    capisco la difficolta nell’accettare che una forza politica possa essere coerente con quanto afferma, ma i fatti fin qui dimostrati dicono esattamente questo.non e’ supponenza.sono fatti.
    sempre cospargendomi la testa di cenere nel programma del Movimento non si parla di incarichi amministrativi ma elettivi.quindi massimo 2 mandati, anche interrotti, in qualsiasi elezioni di rappresentanti politici nelle istituzioni.e vorrei ricordarle che siamo gli unici che considerando le province inutili enti che danno solo poltrone non vi partecipano.
    ritornando poi al sua affermazione “ma questo è il pensiero di uno che non ha il vostro Dna, come diceva prima il suo collega cittadino del movimento…”
    si puo’ anche pensare che gli errori che lei oggi giustifica , a forza di giustificarli ci hanno prodotto questo modello di stato veramente bello e funzionale.in soli 42 giorni pdl e pdl di cui , ricordo, giustifica l’amministrazione fin qui condotta, non hanno voluto insediare le commissioni, chissa’ come mai?bene la informo che il secondo provvedimento che il M5S presentera’ e’ l’eliminazione del furto dei rimborsi elettorali, che dice uno dei due , che ricordo sempre lei ne perdona le gesta per l’amministrazione fin qui’ condotta di questo stato (cito:”La considerazione che fa lei delle condizioni di abbandono è del tutto personale, come anche quella di spreco di denaro pubblico :gli errori li possono fare tutti, è fisiologico”), dunque lo troviamo qualcuno che lo vota questo provvedimento?cordiali saluti.

  24. @ Sig. Lepore, ma il punto del vostro non statuto che parla del confronto democratico e scambio di opinioni, l’avete compreso bene ?? in questi 42 giorni avete dimostrato l’esatto contrario : confrontarsi non significa fare tutto ciò che proponete voi e basta, o si fa ciò che dite voi e gli altri devono accodarsi,o non se ne fa nulla : amministrare o governare è tutt’altra cosa, e finora non avete dimostrato proprio nulla, solo il fumo… Al posto del presidente vi avrei dato l’incarico a fare un governo, sarei molto curioso di vedere la Lombardi chiedere la fiducia a Ballarò… che indecenza e sfregio delle istituzioni… A proposito di provvedimenti, ci avete messo 42 giorni per tirare fuori due proposte “importantissime”, per educazione dico da ridere: http://www.lettera43.it/politica/coppie-gay-e-omofobia-prime-proposte-del-m5s_4367590611.htm

  25. Signori, il tema di questo articolo è la disgraziata situazione dei continui allagamenti a Prima Porta. Vi invitiamo quindi a restare sul tema, non pubblicheremo altri commenti non attinenti.
    Grazie
    La Redazione

  26. Abbassare l’attuale livello di esercizio della diga di labaro di almeno due metri; da quando è stata realizzata (anni 50) è uno dei problemi della zona di Prima Porta.

    In questo modo la marrana, che sfocia nel tevere, non si alzerebbe pericolosamente

    Attualmente la diga di Labaro è considerata modello di studio per futuri ingegneri/architetti poichè realizzata da un famoso architetto.

    Sarebbe opportuno iniziare a pensare di spostare l’attuale diga o realizzarne un altra di nuova manifattura verso la tiberina dove i campi remitrofi possono controllare eventuali esondazioni

    Così oltre che tenere in sicurezza Pontemilvio facciamo dormire sonni quasi tranquilli anche agli abitanti di Prima Porta e Labaro bassa che ogg, aime, passano in secondo piano

  27. Non sono un ingegnere e neppure un esperto ma mi sembra strano che si possa eliminare la diga di Castel Giubileo che fa parte del sistema di sbarramenti del Tevere; credo che la sua funzione sia proprio quella di regolare il livello all’interno della capitale provocando, se necessario, l’allagamento delle campagne a monte. Il fatto è che probabilmente la diga è stata realizzata prima degli insediamenti urbani che oggi pagano questo scotto; se in più aggiungiamo oltre la maggiore piovosità anche i problemi legati alla scarsa cura del territorio ecco che il fiume comincia a costituire un problema. Una diga verso la “tiberina” sarebbe un bel problema dal momento che si è costruito anche nell’area golenale della piana del Tevere.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome