Home ATTUALITÀ Sale da gioco nel XX, Mineo (CEIS): siamo al festival dell’assurdo

Sale da gioco nel XX, Mineo (CEIS): siamo al festival dell’assurdo

Anche il CEIS di Don Mario Picchi interviene sul fenomeno dell’esplosione delle sale da gioco nel territorio del XX Municipio. Un intervento che la dice lunga su quanto questa vicenda stia assumendo importanza nella Capitale. “Ancora una volta dobbiamo assistere al festival dell’assurdo” esclama in una nota Roberto Mineo, presidente del CEIS, “nel XX Municipio sono state aperte nell’arco di un anno sette sale gioco, mentre in tutto il territorio dello stesso Municipio mancano luoghi di sostegno sociale soprattutto per le famiglie in difficoltà”.

“In un periodo di crisi – aggiunge Mineo – invece di incentivare e facilitare la creazione di poli di solidarietà, si facilita la nascita di luoghi del superfluo all’interno dei quali si svolgono delle vere e proprie tragedie familiari con uomini e donne che giocano inutilmente i propri averi”.

“Ci risulta curioso – conclude Mineo – comprendere come sia così facile aprire una sala da gioco, mentre risulta difficilissimo aprire ad esempio un centro di accoglienza e sostegno contro il gioco d’azzardo”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Ricordiamo che il nostro comitato si sta battendo da vario tempo contro il proliferare nella nostra zona di sale giochi e relativi cartelloni pubblicitari, con segnalazioni del problema alle autorità competenti e a vari organi di stampa. Stiamo raccogliendo molti consensi da parte dei cittadini; invitiamo pertanto il CEIS e quanti sono interessati al problema a contattarci.
    Comitato Cittadino per il XX Municipio
    postmaster@comitatoromaxx.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome