Home ATTUALITÀ Cassia, Calendino (FdI): nuova viabilità al Sesto Miglio? Prendetevela con chi dico...

Cassia, Calendino (FdI): nuova viabilità al Sesto Miglio? Prendetevela con chi dico io

Non si placano le polemiche sulla nuova disciplina di traffico introdotta con l’apertura sulla Cassia del nuovo tratto stradale compreso tra via Germana Stefanini, già strada di Fondovalle, e via Santi Cosma e Damiano. “Anche oggi mi è pervenuta una mail da un cittadino che si lamenta,  e nei giorni scorsi ho ricevuto centinaia di segnalazioni di questo tipo, che non hanno fatto altro che aumentare le mia perplessità sull’operato del XX Municipio.” Così ci scrive in una nota Giuseppe Calendino, consigliere municipale ex PdL, ora Fratelli d’Italia e componente del Gruppo Misto.

“Nel caso specifico – spiega Calendino – preme evidenziare che la strada di Fondovalle, voluta fortemente dall’Assessore Capitolino Fabrizio Ghera, è un opera realizzata dal Dipartimento XII. Dunque non si capisce come mai nei giorni scorsi, il Presidente del Municipio Gianni Giacomini assieme al suo Assessore Stefano Erbaggi abbiano voluto accreditarsene i meriti, annunciando l’apertura prima ancora dell’ultimazione dei lavori”.

“Cosa ancora più strana – incalza il consigliere – è la questione relativa alla modifica della disciplina di traffico delle vie laterali, come a via Lubriano. Questa volta sì che il merito (o il demerito se preferite) va riconosciuto tutto al XX Municipio il quale, con le decisione assunte, non solo ha danneggiato i residenti delle strade in questione, ma ha anche limitato l’accesso alla strada di Fondovalle. Se poi consideriamo che, tutto questo è stato fatto senza coinvolgere in alcun modo la Commissione Mobilità dello stesso Municipio, allora di certa gente c’è da aver paura. Si prendono i meriti per un’opera fatta da altri e poi – conclude – la rendono difficilmente accessibile. Mediatate gente, meditate”.

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. Calendino mediti sul fatto che sputare nel piatto in cui si è mangiato (sempre in senso figurato) fino a ieri , NON GLI PORTERA’ VOTI, anzi gli farà una magra figura.

  2. Avevo già rivolto a Calendino una domanda che qui ripropongo. Infatti: “stima ed amicizia” per gli “ex compagni di partito”, con il legame immutato di sentimenti “puri e sinceri”, nessuna “infezione” da parte delle logiche di potere. Allora perché cambiare? Attendo ancora risposta.

  3. che bello vedere che qualcuno dopo aver lavorato nel partito per tutti e 5 gli anni, avendo anche riconoscimenti (è o era delegato alla Protezione Civile), ora per mero interesse personale si metta a 4 mesi dalla elezioni ad attaccare il Municipio….
    questa è coerenza….

  4. Dopo cinque anni si scopre la pentola e si butta l’acqua che oramai è evaporata.Questa è l’ennesima dimostrazione di un’amministrazione tenuta in piedi per puri interessi personali senza risolvere i compiti per la quale era stata eletta,cioè migliorare la vivibilità del municipio.Ora saranno i cittadini a decidere se confermare o meno questa amministrazione.Nel mio piccolo ho già deciso dopo un’attenta valutazione dei fatti.Tutti a casa.

  5. Sig. Rocco, con le critiche fatte a prescindere fino ad oggi, sarebbe stato incoerente come Calendino se la sua ultima affermazione sarebbe stata diversa… ma come dice lei, i cittadiini decideranno.

  6. Caro sig.Nico apprezzo il suo atteggiamento,lei ha sposato una causa e la difende fino in fondo a differenza di tanti altri.Ma io oltre la mia famiglia non appartengo a nessuno sono libero di giudicare ciò che vedo,riconoscendo meriti e demeriti.Ho votato il sig.Giacomini alla carica di presidente di municipio perchè dopo anni dietro le quinte aveva decjso di assumersi delle responsabilità mettendoci la faccia.Il suo impegno per il mio quartiere,Valle muricana,forte del fatto di esserci vissuto per 20 anni quindi conosceva le problematiche,era quello di elevarne la vivibilità rendendo i suoi residenti cittadini, parte integrante del municipio e non sudditi ad elemosinare qualche opera pubblica.Dopo cinque anni giudico cosa vedo: un centro polivalente,quello di via Solbiate,non ancora preso in carico dalla pubblica amministrazione ma gestito in forma privatistica dove lo stesso presidente è più volte intervenuto partecipando anche ad un’ inaugurazione(!),il centro anziani di via Pomponesco,iniziato con la giunta Veltroni, ancora non usufruibile malgrado lo stesso Giacomini ne abbia più volte annunciato l’apertura,la presa in carico non ancora avvenuta da parte dell’amministrazione dei terreni ceduti dai comparti con una possibile creazione di un parco giochi dove poter portare i nostri figli come ne esistono in tutto il municipio tranne che da noi,la possibilità di usufruire di un trasporto pubblico decente come da me più volte segnalato alle autorità competenti oltre che al delegato ai trasporti del municipio,altro potrei scrivere e segnalare senza nessun pregiudizio ma solo constatando i fatti dopo cinque anni di amministrazione.
    p.s.
    la prego non mi risponda della congiuntura economica perchè tante proposte fatte in questi anni dai comitati di cittadini, alcune anche dal nostro comitato di quartiere il Karol Woijtyla,erano a costo zero a dimostrazione che non abbiamo mai avuto pregiudizi a prescindere.

  7. Sig. Rocco, forse non ha capito che ho elogiato la sua coerenza… certo che qualsiasi cosa dici, non va mai bene… Vedo che qualcuno/a dei comitati cittadini ha deciso di salire/scendere (faccia lei) in politica… bene… fa piacere vedere persone che non criticano soltanto , ma si danno molto da fare…
    p.s. : come vede non mi appello a nessuna congiuntura economica, anche se 5 anni fà il sindaco attuale trovò una situazione simile a quella di questi giorni di una banca toscana, vedi il caso sempre ascrivibile alla stessa congrega..

  8. Ma qui i soldi ci sono stati per fare la fondo valle. Seondo me bisogna aspettare qualche giorno pe vedere come va . Bogna abituarsi.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome