Home ATTUALITÀ Regionali, Santori lascia il PdL per candidarsi alla Regione con Storace

Regionali, Santori lascia il PdL per candidarsi alla Regione con Storace

fabrizio-santori.jpgFabrizio Santori, il battagliero presidente della commissione Sicurezza del Campidoglio, già candidatosi per la primarie del PdL a sindaco di Roma, oggi abbandona il Popolo delle Libertà per presentarsi alla Regione Lazio nelle file de La Destra di Francesco Storace, candidato unico del centrodestra alla presidenza alla Regione. “Resto lo stesso di prima, non cambia nulla nel mio modo di essere vicino alla gente” dichiara in una nota.

“Continuerò a lavorare come ho sempre fatto al servizio della collettività e per difendere i valori del merito, della giustizia sociale, della trasparenza e delle identità del territorio e della famiglia. Per questo ho accettato la proposta di Francesco Storace di candidarmi alle prossime elezioni regionali con La Destra”, annuncia in un comunicato non senza sollevare diverse perplessità nei suoi ex colleghi che lo hanno sostenuto in questi anni nelle sue battaglie.

Per Fabrizio Santori “la Politica è una missione, un dovere” che lo spinge verso la Regione “per cancellare presto l’onta dei Fiorito e dei Maruccio”.

“La proposta di Storace – continua Santori – va in questa direzione e sono orgoglioso di poter rappresentare la forza della trasparenza, della politica anticasta e del risparmio sui costi della politica alla Regione Lazio. Voglio partire da tutto questo, per riavvicinare i cittadini alle Istituzioni, per ridare credibilità al lavoro quotidiano di chi fa Politica, quella con la P maiuscola, al servizio del bene comune”.

“Solo in queste condizioni – conclude – si potrà tornare a pensare a una classe dirigente onesta in grado di dare futuro ai giovani, una sanità efficiente dalla parte dei cittadini e un percorso sociale per gli anziani e di crescita per i più deboli”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome