Home ATTUALITÀ Cassia, Fondovalle come un bicchiere: mezzo pieno o mezzo vuoto?

Cassia, Fondovalle come un bicchiere: mezzo pieno o mezzo vuoto?

mezzo-pieno-mezzo-vuoto.jpgE’ la solita storia del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, dipende da come lo si vede o da come lo si vuole vedere. Traslando, il concetto è applicabile anche ad una nuova strada che per alcuni può essere aperta e per altri mezza chiusa. E’ così che PdL e PD locali vedono e definiscono il tratto stradale che collega via Santi Cosma e Damiano alla strada di Fondovalle inaugurato 48 ore ore fa e già motivo di polemiche.

“Nonostante le difficoltà economiche del momento, siamo riusciti a garantire ai cittadini di Roma nord una valida alternativa alla via Cassia”.
Con queste parole l’Assessore ai Lavori Pubblici del XX Municipio, Stefano Erbaggi, ha annunciato in una nota l’apertura di questo tratto stradale. “Questo collegamento – ha aggiunto – ci permette di ridurre la mole di traffico sulla via Cassia e consente ai cittadini di beneficiare di una nuova via di arrivo per l’Ospedale Sant’Andrea.”

E nel concludere, l’Assessore Erbaggi ha sottolineato “l’importanza della collaborazione tra amministrazione municipale e comunale nel raggiungimento di un obiettivo quasi ‘epocale’ per il XX Municipio e i suoi abitanti.”

Di tutt’altro avviso i membri PD della Commissione Mobilità del XX Municipio Alessandro Cozza, Elisa Paris e Marco Tolli che ironicamente si chiedono: “La strada è aperta? Dipende a chi lo chiedete. Secondo il Presidente Gianni Giacomini e l’Assessore ai lavori pubblici Stefano Erbaggi sì. Nei fatti assolutamente no.”

E a supporto delle loro affermazioni fanno notare che nella giornata di ieri la Commissione Mobilità “ha potuto verificare che i lavori di sistemazione di Via Santi Cosma e Damiano sono ancora in corso, manca la pavimentazione stradale, la segnaletica e l’organizzazione della sosta. L’inaugurazione di 48 ore fa – sostengono i tre consiglieri – non è stata altro che l’ennesimo spot elettorale.”
Altro che evento epocale dunque, “non è più sopportabile – concludono – che i cittadini, sopratutto quelli della Cassia già martoriati dai lavori di Via due Ponti, debbano subire disagi a causa dei capricci del PdL locale che pur di fare finta di fare qualcosa inaugura strade non ancora ultimate.”

Insomma, questo bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto? Ai residenti della zona ed agli utenti della Fondovalle la parola.

Edoardo Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Il problema vero è che l’innesto della Via di Fondo Valle con Largo Sperlonga …grida vendetta. E’ di una pericolosità inaudita e non si capisce quale pubblica istituzione abbia potuto dare le autorizzazioni alla sua agibilità. Fino a quando non viene risolto radicalmente il problema con una sistemazione viaria che rispetti i più elementari vincoli del Codice della Strada sarebbe auspicabile che, per limitare la velocità delle auto in prossimità dell’incrocio, venissero posizionati degli Autovelox e che l’incrocio stesso venisse monitorato con telecamere che tra l’altro sono già installate in Largo Sperlonga.

  2. Concordo “in toto” con Giancarlo. Tuttavia piu’ che l’autovelox suggerirei dei dossi posti prima del segnale di STOP posto all’uscita su Largo Sperlonga. Inoltre ho fatto presente piu’ voltea pattuglie della “Municipale” l’assoluta mancanza di visibilita’ provocata dalla collocazione dei cassonetti intorno ai quali, chi proviene dalla parte superiore di Via Ischia di Castro, e’ costretto ad effettuare un’inversione di marcia all’interno di Largo Sperlonga per imboccare la Via di Fondo Valle verso via di Grottarossa.

  3. La nuova viabilità delle vie SS. Cosa e Damiano Lubriano e Sesto Miglio,inaugurata oggi a seguito dell’apertura della fondo valle presenta diversi problemi.
    1 tutto il traffico proveniente dalla fondo valle per la cassia, quello locale diretto a via sesto miglio ed in uscita da SS. Cosma e Damiano e’ ora convogliato a via Lubriano che e’ la strada più piccola delle tre e senza marciapiede. La presenza della scuola sesto miglio inoltre crea traffico già ora la mattina al semaforo di
    Sesto miglio vs la Cassia, figuriamoci con la nuova viabilità che convoglia l’interno distretto SS. Cosma-Lubriano-Sesto miglio-fondo valle su una unica uscita (Sesto Miglio) e per di più con semaforo… Bravi! Bella idea!
    Come al solito sono i bambini a rimettevi che evidentemente non hanno il diritto di tornare da scuola a casa senza rischio di essere investiti!

  4. La nuova viabilità presenta un primo problema sul tratto a senso unico verso via Cassia che va da via Lubriano a via Lucio Csassio e che é di pochi metri.
    Chi proviene dal senso unico di via Lucio Cassio e si deve dirigere verso la parte opposta alla Cassia di via al Sesto Miglio (ad esempio per portare i propri figli alla scuola elementare e/o alla scuola media) dovrebbe svoltare invece a destra, immettersi su via Cassia in direzione di Roma, imboccare il tratto a senso unico di via dei SS. Cosma e Damiano, girare a sinistra su via Lubriano per poi svoltare alla sua fine a destra per immettersi nuovamente su via al Sesto Miglio.
    La tentazione di evitare questo anello spingerà a fare in contromano il tratto di pochi metri a senso unico sopra detto, con il rischio di incidenti.
    Il secondo analogo problema riguarda la stessa tentazione che verrà a chi volesse uscire su via dei SS. Cosma e Damiano dal supermercato Carrefour per immettersi su via Cassia direttamente da lì, evitando di fare il percorso ad anello per tornare su via Cassia da via al Sesto Miglio.

  5. Questa mattina le macchine a via Lubriano sfrecciano a 60 km ora in una strada senza marciapiede…
    Tutto ciò senza alleggerire il traffico sulla cassia ….
    Come evidenziato da Rodolfo il quadrante Lubriano, Sesto Miglio, Lucio Cassio e SS. Cosma e Damiano e’ prigioniero del semaforo di via SEsto Miglio senza il beneficio di poter accedere direttamente alla fondovalle!!!

  6. Abito a via sesto miglio e posso confermare quanto sostenuto dai signori rodolfo ed emiliano. all’entrata e all’uscita di scuola si rischia il caos totale (per non parlare del tardo pomeriggio quando si rincasa, la situazione cassia incrocio sesto miglio era difficile anche prima…). chi ha deciso la viabilità?

  7. E’ una vergogna!!! centinaia di cittadini sono INVIPERITI! Mio suocero l’ho sentito poco fa… una furia… Perderete un sacco di voti, sappiatelo!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome