Home AMBIENTE Nuovo look della ciclabile: a luci rosse

Nuovo look della ciclabile: a luci rosse

lucirosse.jpgLe ha viste e passate tutte: dall’asfalto spaccato alle staccionate divelte e in qualche caso bruciate; dagli escrementi sulla pista alle erbacce e canne che crescono a dismisura; dalla segnaletica imbrattata alle pecore che pascolano tra ciclisti e pattinatori. Mancava solo il sesso sulla pista ciclabile di Roma Nord, quella che da Ponte Milvio dirige verso Castel Giubileo; un lungo nastro cosparso di rifiuti e di cui ci siamo occupati numerose volte e quasi sempre per denunciarne la trascuratezza e l’abbandono.

Divelte le sbarre metalliche che impedivano alle auto di accedere dalle numerose rampe in terra battuta, la pista nelle ore notturne si è trasformata in luogo di incontro per prostitute e loro clienti. In modo particolare il tratto nei pressi di Grottarossa dove un paio di comodi accesi consentono di raggiungerla con facilità e sostare, il tempo necessario, nell’oscurità e all’ombra delle alte canne.

Le tracce di questi incontri ovviamente restano in terra sotto forma di fazzoletti di carta e profilattici che in grande quantità “marcano” gli accessi del tutto incustoditi.

Uno spettacolo indecente, non perché originato da quello che viene definito il mestiere più antico del mondo, ma perché interessa un’area pubblica frequentatissima anche da da bambini che su quella martoriata pista, più simile ad un “cross-country” ed ora diventa luogo di lavoro e svago per  lucciole e clienti, vanno a pedalare con i loro genitori.

Eppure quelle tracce sono evidentissime. Possibile che tutti quelli che si vantano di fare i volontari in bici con tanto di divisa non le abbiano segnalate? E se lo sono state, perchè non si provvede a a rimuoverle? Forse si pensava che le infauste previsioni dei Maya rendessero del tutto inutile questo intervento.
Ma visto che la fine del mondo ce la siamo lasciata alle spalle, che ne dice l’assessorato capitolino all’ambiente di far ripristinare i cancelli e bonificare la ciclabile?

Francesco Gargaglia

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome