Home ATTUALITÀ Valle Muricana, morte due persone per monossido di carbonio

Valle Muricana, morte due persone per monossido di carbonio

Si muore per il freddo a Valle Muricana. Nella periferia di Roma Nord, nei pressi di Prima Porta, le esalazioni di monossido di carbonio originate da un braciere acceso per riscaldarsi e lasciato tutta la notte in una camera da letto hanno ucciso due uomini mentre un terzo, un giovane di circa 20 anni, è stato ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Sant’Andrea. E’ successo questa notte in via Pomponesco, in un appartamento vissuto da una famiglia di ecuadoregni.

La segnalazione è arrivata verso le 8 di questa mattina alla polizia. Gli agenti, arrivati sul posto, hanno trovato i due uomini, di 62 e 65 anni,  ormai senza vita e un giovane in gravi condizioni che è stato subito trasportato in codice rosso al S.Andrea.

A dare l’allarme è stata la figlia di una delle vittime che ha scoperto i due cadaveri: oltre al padre, è deceduto un amico di famiglia di 65 anni. Nell’appartamento c’erano anche due bambine, una di 4 ed una di 9 anni che si sono salvate in quanto dormivano in un’altra stanza. Fin dai primi minuti è parso chiaro che a causare la tragedia sia stato il monossido prodotto dal braciere che la famiglia teneva acceso in camera da letto per attenuare i morsi del gelo.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome