Home ATTUALITÀ Nel XX sfonda Bersani ma Renzi piace tanto al Fleming

Nel XX sfonda Bersani ma Renzi piace tanto al Fleming

Pare che tanto sulla Cassia quanto sulla Flaminia il ballottaggio non abbia appassionato gli elettori del centro sinistra. A votare per Bersani o Renzi nel XX Municipio sono infatti andati in 7380, ben 931 in meno rispetto a domenica scorsa. Ma nonostante il vistoso calo, sei su dieci hanno confermato la scelta del 25 novembre, seppur con qualche eccezione in alcuni seggi. Ecco i risultati definitivi per quanto ufficiosi: Bersani vince con 4427 voti (60%), Renzi ne prende 2946 (40%).

931 orfani di Vendola Puppato Tabacci che sono rimasti a casa o 931 cittadini improvvisamente folgorati sulla via dell’astensionismo? Il primo dato che lascia perplessi è proprio questo, il calo dell’11% dei votanti da una domenica all’altra.

Che se anche fossero andati tutti a votare Renzi non avrebbero cambiato il risultato, ma certo che il fatto è alquanto strano. In un corpo elettorale tradizionalmente compatto qual è sempre stato quello di sinistra che al ballottaggio anziché un aumento sia stato registrato un calo di affluenza sarà certo motivo di riflessione per i dirigenti locali.

E veniamo alla contesa. Bersani nel XX vince ovunque, confermando il successo della prima tornata. E vince così tanto che questa volta arriva primo anche nel seggio del circolo PD di via Ischia di Castro che per circa due mesi ha ospitato il quartier generale del Comitato Roma Nord per Renzi.
Lì, il 25 novembre, a votare ci sono andati in 651 ed il sindaco di Firenze aveva battuto il segretario del PD con 5 voti di differenza.
Ieri, al ballottaggio, a mettere la scheda nell’urna sono stati in 596 ma Bersani ha battuto Renzi con ben 100 voti di scarto.
La via di Damasco pare arrivare anche nei pressi di Largo Sperlonga?

Ma gli exploit di Bersani nel XX sono soprattutto in periferia, vola oltre il 70% sia a Cesano che a Labaro-Prima Porta, dove il lavoro “martellante” svolto dai referenti politici locali ha dato i suoi frutti.
Vola basso invece al Fleming, alla Farnesina e a Vigna Clara dove, pur rimanendo sempre sopra Renzi, si attesta a percentuali inferiori al 60%, con un poco gratificante 49% nel seggio di Piazza Monteleone di Spoleto.

Ed è proprio al Fleming invece che Renzi raccoglie un secondo successo. Già il 25 novembre, nel seggio sotto i portici della piazza, si era accaparrato 29 voti in più di Bersani. Ieri, al ballottaggio, lo scarto si è ridotto ad 11 ma in ogni caso ai votanti di Collina Fleming, 827 ieri ma 978 una settimana fa, il sindaco fiorentino è piaciuto di più del suo antagonista  visto il doppio successo ottenuto nonostante la defezione di ben 151 (15%) elettori fra un voto e l’altro.

Si chiude dunque la partita nel PD ma fra due settimane se ne aprirà un’altra: domenica 16 si terranno infatti le primarie del PdL, dai contorni ancora tutti da scoprire.

Gli amanti dei numeri, delle statistiche e delle percentuali potranno trovare tutti i dettagli del ballottaggio in casa PD nel XX Municipio cliccando qui.

Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Errata Corrige
    dal Coordinamento dei circoli PD del XX Municipio ci vengono forniti i risultati ufficiali del ballottaggio dai quali emerge che nel seggio di piazza Monteleone di Spoleto, a Collina Fleming, dove inizialmente la vittoria era stata assegnata a Renzi, in realtà è Bersani ad aggiudicarsi il maggior numero di voti: 457 a lui, 418 a Renzi.

    La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome