Home ATTUALITÀ Comitato via della Giustiniana: dopo tre anni quella frana è ancora lì

Comitato via della Giustiniana: dopo tre anni quella frana è ancora lì

email1.jpgRiceviamo e pubblichiamo una lettera aperta inviata da Vittorio Lorenzo, per conto del Comitato via della Giustiniana, al Presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, agli assessori ed ai consiglieri, All’Assessore alla mobilità e al Presidente della commissione mobilità del Comune di Roma, per denunciare una frana che da tre anni attende un intervento risolutivo, ed un problema di mobilità locale che crea forti disagi alla collettività.

Così, dunque, scrive Vittorio Lorenzo. “In data 22 ottobre 2009 la Commissione LL.PP. del XX Municipio riunitasi in Via della Giustiniana dopo apposito sopralluogo rilevava “tra il civico 906 ed il civico 885 si è rilevato un inizio frana della scarpata situata a valle rispetto alla sede stradale che comporta una progressiva corrosione della parte sottostante la strada. Tale situazione, provocata da acque meteoriche non canalizzate, ha già provocato il cedimento della barriera metallica presente lungo la strada. La Commissione concludeva i suoi lavori affermando: si invitano quanti di competenza ad adottare gli opportuni provvedimenti per la risoluzione delle problematiche emerse in sede di commissione e riportate nel verbale che si allega in copia.”

“Dall’ottobre 2009 sono trascorsi ben tre anni senza il benchè minimo intervento e la situazione si è notevolmente aggravata, l’unico intervento effettuato è stato quello di segnalare il pericolo con la messa in opera di un nastro bianco rosso ( rinnovato 2 settimane fa), in sostanza è come volere curare una malattia gravissima e irreversibile con l’aspirina; sarebbe opportuno e necessario un immediato intervento di messa in sicurezza del tratto di strada indicato invece di attendere l’aggravarsi della situazione il cui recupero porterebbe a lavori più importanti e costosi con tempi sicuramente più lunghi e notevoli disagi per i cittadini, mi auguro che la scelta del Municipio non sia quest’ultima soluzione.”

“Con l’occasione vorrei ricordare – continua Vittorio Lorenzo – che per quanto riguarda il bus 303 (aumento delle corse, prolungamento dell’orario, servizio festivo) nonostante le risoluzioni adottate in tal senso dal Consiglio del XX Municipio, l’impegno più volte manifestato dal Presidente Giacomini nel corso di innumerevoli incontri, l’incontro con il Presidente della commissione mobilità del Comune di Roma Roberto Cantiani ed il successivo con l’Assessore alla mobilità del comune di Roma Antonello Aurigemma ad oggi il problema è rimasto irrisolto con grave danno dei cittadini che non possono fruire di un adeguato servizio pubblico.”

“Ricordo che la linea 303, oltre a rappresentare l’unico mezzo di trasporto pubblico a disposizione degli abitanti di Via della Giustiniana, è un collegamento strategico collegando la linea ferroviaria di Prima Porta alla FM3 della Giustiniana e consentendo quindi la fruizione delle due linee ferrate a tutti i residenti di Prima Porta e della Giustiniana, consentendo così agli abitanti di Prima Porta che avessero la necessità di recarsi al Policlinico Gemelli o all’Ospedale San Filippo Neri o all’ospedale San Camillo o all’aereoporto di Fiumicino di fruire del servizio pubblico ed a quelli della Giustiniana che avessero la necessità di recarsi all’Ospedale S. Andrea o al cimitero di Prima Porta di fruire del servizio pubblico. Ovviamente anche tutti i lavoratori dipendenti e gli studenti dei comprensori potrebbero finalmente servirsi di un bus adeguato per orari e frequenze.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome