Home ATTUALITÀ Cassia, aperta da nove mesi la Fondovalle già richiede manutenzione

Cassia, aperta da nove mesi la Fondovalle già richiede manutenzione

via-ss-cosma-damiano.jpgA seguito di un decreto di esproprio, il 10 dicembre inizieranno le operazioni per la presa di possesso da parte del Comune di Roma dell’ultimo tratto della Strada di Fondovalle, quello che attraverso via Santi Cosma e Damiano mette in comunicazione con via di Grottarossa. Il completamento della Fondovalle potrebbe essere vicino. Nel frattempo una cosa è certa: la strada necessita già di urgente manutenzione.

Utilizzata ora come luogo di passeggiata la strada di Fondovalle, o meglio via Germana Stefanini, questo il suo vero nome deciso il 4 luglio dalla Giunta capitolina, è diventata anche un posto dove portare a correre i cani, una lavagna per i writers e un’officina per chi si diletta nello smontare scooter di dubbia provenienza.

Nel frattempo una folta vegetazione sta invadendo i marciapiedi e la sede stradale con conseguenze ben immaginabili; le radici danneggiano l’asfalto e provocano il distacco dei mattoncini in cemento. Le piante, in alcuni casi, oltre ad aver invaso il marciapiedi hanno anche raggiunto e superato il metro di altezza.

Anche il tratto aperto al traffico è privo di manutenzione e presenta gli stessi problemi; lungo la strada si stanno moltiplicando i polloni di alcuni alberi di grosso fusto che anziché essere ad almeno 4-5 metri gli uni dagli altri stanno formando una piccola foresta.

Una strada realizzata da poco ed aperta al traffico locale solo da nove mesi già in queste condizioni da richiedere degli interventi non dilazionabili. Come quelli necessari in via Santi Cosma e Damiano, che più che una strada cittadina sembra una gigantesca groviera.

Francesco Gargaglia

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. C’è da aggiungere che la rotonda che delimita nella parte nord la strada fa pena tutta in mattoncini grigi. Sarebbe bastato lasciare al centro la terra e qualche pianta per renderla esteticamente più gradevole. Basterebbe guardare la rotonda di viale Parioli all’altezza di piazza Santiago del Cile.

  2. Sarebbe stata esteticamente piu’ bella, ma piu’ economica ! Idem dicasi per tutta la strada, se fatta a regola d’arte come fare poi manutenzione? Ciao Ruggero, sono il cognato di Giulio

  3. Ma se andiamo oltre vedi via due ponti tratto fino a pochi mesi fa’ chiuso per capirci davanti a Seccaroni citroen e’ vergognoso come e’ stato riconsegnato.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome