Home ATTUALITÀ Formello: Festa di San Martino, riti cibi e vino

Formello: Festa di San Martino, riti cibi e vino

castagne.jpgSabato 17 novembre torna la VII edizione della “Festa di San Martino, riti, cibi e vino”, atteso appuntamento de L’autunno francigeno di Formello.  Tra le cantine di uno dei centri storici più interessanti di Roma nord, e tra storia, leggenda, artigianato, cultura contadina, giochi, laboratori di antichi mestieri, cantastorie, stornellatori e musica di strada, si potranno gustare piatti tradizionali come la zuppa di ceci e castagne e l’acqua cotta, vino novello locale e, per la prima volta, il tozzo di pane di San Martino.

In linea con la figura del Santo che divise il suo mantello con un povero, l’iniziativa lungo la via Francigena, che dopo aver attraversato il Parco di Veio giunge alle porte di Roma diventando luogo di incontro e conoscenza per viandanti, pellegrini e turisti, pone al centro di questa edizione il pane, da sempre cibo e simbolo di solidarietà, con l’obiettivo di valorizzare l’alimento più democratico dalla sto­ria millenaria.

Una sto­ria che passa at­tra­verso l’esperienza e le mani sa­pienti di ar­ti­giani, la pa­zienza di donne e uo­mini che conoscevano il va­lore del tempo e del cibo genuino, e che dovevano un tozzo di pane anche ai men­di­canti e agli af­fa­mati.

Il tozzo di pane di San Martino, prodotto con metodi rispettosi dell’ambiente e della dignità della persona dal Panificio del Conte, sarà offerto in occasione della Festa, per promuovere il territorio unito da questi stessi principi.

Per i vicoli e nelle piazze del Paese, a partire dalle 14,00 di sabato 17 novembre fino alle 24,00 di domenica 18, anche i tradizionali banchi enogastronomici che offriranno degustazioni con prodotti a Km0, oltre a mangiafuoco, escursioni, mostre di poesia e fotografia, danze popolari, laboratori per bambini e delle tante incursioni itineranti di Banda musicale Bernabei, Appiccicaticci, Brass Puscher, Duo Cosacco, Flavinho e Os Batuqueiros, Terrantica, Murga QB, maestro C. Curti Gialdino.

Nel pomeriggio del sabato, non mancheranno riflessioni sulla Finanza Etica e legalità ai tempi della crisi con Libera, Banca Etica e BCC di Formello.

Una grande festa popolare, dunque, dove si assisterà alla spettacolarizzazione del miracolo del Santo e al tradizionale incendio del fantoccio.

L’iniziativa, sostenuta dal Comune di Formello, Regione Lazio, Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Banca Etica, BCC di Formello, Ente Parco di Veio, cooperativa Sinergie e organizzata dalla cooperativa sociale il Sorbo, è a ingresso libero.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome