Home ATTUALITÀ Cassia – In partenza per l’Emilia 200 volontari della Protezione Civile Regione...

Cassia – In partenza per l’Emilia 200 volontari della Protezione Civile Regione Lazio

plazio.jpgUna colonna mobile con circa 200 volontari della Protezione civile della Regione Lazio partira’ nelle prossime ore dal Centro polifunzionale regionale di via Cassia verso l’Emilia Romagna in supporto alle attivita’ di soccorso e assistenza alle popolazioni colpite dal terremoto.L’intervento e’ stato programmato in accordo con il Coordinamento delle Regioni e con il Dipartimento nazionale della Protezione civile che stanno curando le operazioni legate all’emergenza.

Dal Centro regionale si muoveranno un centinaio di mezzi, tra pick up, autoarticolati, mezzi d’opera, adibiti anche al trasporto di tutte le attrezzature necessarie, per raggiungere la localita’ di San Possidonio, in provincia di Modena, dove da domani mattina sara’ allestito un campo tenda.

”Oggi partono i primi aiuti del Lazio all’Emilia Romagna – dichiara la presidente Renata Polverini – da subito avevo garantito al presidente Errani la nostra disponibilita’ a supportare le operazioni di assistenza alla popolazione secondo le indicazioni del Dipartimento nazionale alla Protezione civile regionale. L’Emilia Romagna sta vivendo un momento molto difficile ed e’ importante essere solidali, con questo primo intervento diamo il nostro aiuto concreto ai cittadini e non mancheremo di contribuire ancora se ce ne sara’ bisogno”.

La Protezione civile del Lazio mettera’ a disposizione 60 tende, da 8 posti l’una, per un totale di 480 brandine, fornendo inoltre circa 550 coperte. Saranno allestite anche due cucine mobili, dotando il campo della massima autonomia possibile, attraverso la fornitura di gruppi elettrogeni, di panche e tavoli per la mensa, di bagni chimici. Inoltre, al seguito della colonna mobile, partira’ un’ambulanza per garantire assistenza ai cittadini che verranno ospitati all’interno del campo. Sul posto sara’ allestito anche un Pma, posto medico avanzato.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome