Home ATTUALITÀ Via Due Ponti – Trenta mesi per un centro anziani e non...

Via Due Ponti – Trenta mesi per un centro anziani e non è ancora finito

lavori non in corso“Vorrei segnalare all’opinione pubblica un caso di inefficienza nel XX Municipio”. Non usa mezzi termini l’avvocato Alessandra Neri, nostra lettrice, nel voler accendere i riflettori sul caso di un’opera pubblica che, in zona via Due Ponti, stenta, dopo trenta mesi, ad essere conclusa. E, da buon avvocato, la nostra lettrice ci ha fornito anche la “prova documentale” alla base delle sue affermazioni, una serie di fax e di foto inequivocabili. Ma ascoltiamo il suo racconto.

“Trenta mesi fa, ad inizio ottobre 2009 – ci scrive l’avv. Neri – sono iniziati in Via San Felice Circeo, una traversa di via dei Due Ponti, i lavori per la realizzazione di un centro per gli anziani e di alcuni box in un terreno di proprietà del Comune. Dopo numerose interruzioni dei lavori e riprese, i box sono stati fatti, il centro anziani visto da fuori sembra finito (ci sono le porte, le serrande, ecc..), ma rimane del tutto abbandonata e non terminata l’area circostante che avrebbe dovuto essere destinata a verde con panchine e addirittura giochi per bambini (quest’ultima spesa è stata prima approvata e successivamente tagliata)”.

“A maggio 2011, a settembre 2011 e a novembre 2011, con le raccomandate di cui fornisco copia alla vostra redazione, ho segnalato al Presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, che il cantiere per la realizzazione di parcheggi sotterranei e del centro anziani era nuovamente abbandonato e che le opere sembravano lontane dall’essere terminate. A settembre, facevo altresì notare che a seguito della mia lettera di maggio, o forse per una coincidenza, da giugno ad agosto uno o due operai alla volta si erano recati al cantiere che però, da inizio settembre, era stato di nuovo abbandonato”.

Ma sulla vicenda cala il sipario. Nei mesi successivi i lavori restano fermi e non arriva alcuna risposta ad Alessandra finchè, a gennaio 2012 – come lei stessa racconta – “il Presidente Giacomini mi invia per conoscenza una lettera indirizzata al dirigente dell’Ufficio Tecnico del Municipio con la quale lo invita a verificare la situazione”.

Ottimo. E poi? Poi di nuovo il silenzio. “Da allora non ho saputo più nulla – tiene a precisare l’avvocato – a febbraio ho sollecitato una risposta ma fino ad oggi non mi è mai arrivata. A questo punto, visto che sono stati spesi soldi pubblici per un’opera che dopo oltre due anni e mezzo non ha visto la luce (il manufatto è terminato ma non può essere utilizzato perchè si dovrebbe attraversare un terreno accidentato per raggiungerlo), visto che l’opera doveva servire agli anziani della zona, visto che il cantiere è in una situazione di abbandono e di degrado, e visto che dell’area giochi per bambini non se ne parla più, ho deciso – conclude l’avv. Alessandra Neri – di sensibilizzare l’opinione pubblica e, attraverso le vostre pagine, sollecitare un intervento urgente del Comune.”

Visita la nostra pagina di Facebook

23 COMMENTI

  1. vorrei ringraziare l’avvocato per aver provato a scuotere il dormiente municipio nel controllare i lavori che avvengono sul suo territorio.il centro anziani è un opera necessaria di alto valore simbolico che dimostra quanto un’amministrazione tenga ai suoi concittadini piu longevi e bisognosi di aree di aggregazione.quindi ricordo al presidente giacomini che anche in valle muricana e precisamente in via pomponesco esiste un centro anziani che ebbe i suoi natali con veltroni sindaco ma che tarda ad essere inaugurato.Ricordo caro presidente che maggio è arrivato ed il 15 chiedo alla redazione di esser presente e verificare la veridicità di tale promessa.

  2. E’ deprimente: i lavori sono quasi ultimati e basterebbe davvero poco per rendere questi spazi finalmente fruibili.
    Speriamo che gli anziani che hanno visto l’avvio dei lavori possano anche vederne la fine…

  3. Purtroppo prendiamo atto di essere una zona abbandonata dalla Circoscrizione. Questo è uno dei tasselli che completano il quadro, insieme ai lavori su via Due Ponti con data di conclusione ignota, e la recente falla all’altezza del civico 220 con conseguente chiusura dell’ennesimo tratto di via Due Ponti da una settimana. Grazie Alessandra per esserti attivata relativamente allo “scandalo” del centro anziani, l’ennesima opera rimasta incompiuta, l’ennesimo sperpero di soldi pubblici, l’ennesimo esempio di degrado che sta colpendo il nostro quartiere nell’indifferenza dei nostri amministratori.

  4. l’assessore Erbaggi non saprà pure il motivo per il quale il cantiere a via Due Ponti è fermo, lo ha detto lui stesso, ma il motivo per cui questo cantiere per il centro anziani è fermo, questo almeno lo sapra’ ?? i

  5. @ Daniela : ma prima di accusare l’aassessore Erbaggi lei è sicura che quest’opera dipenda dal suo ufficio??? o la cosa importante per molti che scrivono qui è solo sparare ad alzo zero???

  6. scusi Nico ma lei è l’avvocato dell’assessore, il segretario o cosa ? e io di che cosa lo avrei accusato ? ho solo chiesto se sapeva il motivo del fermo dei lavori e se poteva dircelo. Lei continua con questa storia che se i lavori non dipendono da lui è giusto che non ne sappia niente: ma si rende conto di quanto è assurda questa tesi ? è o no l’assessore lavori pubblici del mio municipio ? e allora deve sapere ogni cosa di ogni lavoro pubblico, se no che ci sta a fare ?
    a proposito di accuse, sono i suoi compagni di partito ad avercela con lui basta leggere le cose pesanti che su facebok scrive un suo collega, perchè non va lì a difenderlo? .

  7. cara Daniela,penso che l’assessore non abbia bisogno di me per difendersi… io le ho fatto una domanda specifica e lei non è stata in grado di rispondere: nel caso di via due ponti è stato acclarato da tutti,anche dall’opposizione che naturalmente ci sta speculando, che la responsabilità è solo dell’assessore capitolino, ma in questo caso io prima di accusare (ops.. chiedre conto, forse le piace di più) chicchessia mi informerei…. anche perchè la signora avvocatessa che ha sollevato giustamente il problema, ha fatto solo il nome del presidente del municipio…

  8. …. per quanto invece riguarda il consigliere della maggioranza mi piacerebbe leggere su Fb le cose che ha scritto, fermo restando che lui ha votato a favore del piano regolatore sociale da cui dipende in realtà tutto il discorso del centro anziani in questione….

  9. @ Nico: caro mio omonimo, i lavori di questo centro anziani risalgono al 2009 mentre il piano regolatore sociale è stato approvato più o meno un mesetto fa … che c’azzecca ? mi associo a chi mi ha preceduto: a chi dovremmo chiedere informazioni sullo stato avanzamento lavori se non che all’assessore ai lavori pubblici del nostro municipio ?

  10. una domanda specifica ? e quale sarebbe ? anche io ne ho fatta una specifica sui lavori del centro anziani alla quale non ha risposto, eppure lei sembra molto informato visto quello che dice sul piano regolatore sociale… e poi non capisco prchè lei vuole travisare sempre quello che dico: io ho parlato di responsabilità ?? assolutamente no, ho solo detto che è impensabile che un assessore dei lavori pubblici non sappia nulla dei lavori pubblici che vengono fatti nel suo municipio, che si informi ! altrimenti lo ridico di nuovo che ci sta a fare su quella poltrona ?
    a proposito di facebok, , io ho parlato di colleghi di partito lei invece precisa che si tratta di un consigliere della maggioranza, quindi è già ben informato, non faccia quello che cade dal pero !!

  11. Io dico solo una cosa: se non vi date una mossa, cari amministratori del bene pubblico, diventa troppo tardi… Il centro anziani rischia di diventare un centro trapassati… Dopo aver lasciato che condomini dei palazzi su via San Felice Circeo installassero dissuasori di parcheggio del tutto abusivi, ora anche il centro anziani abbandonato a sé stesso ancor prima di essere ultimato. Siamo in pieno stile Alemanno…

  12. Prima di parlare io sono andato sul sito del municipio a vedere il piano regolatore sociale : quanti di voi prima di (s)parlare sono andati a consultarlo??
    Dato che siete tutti informati, siete proprio sicuri che la costruzione di questo centro anziani rientri nelle competenze di quell’assessorato o coinvolge altri???
    Lo chiedo perchè io non ho la vostra grande sicurezza…

  13. Gentile Nico, sinceramente non so di chi sia la competenza relativa alla realizzazione del centro anziani. Credo però che sia una scandalo che un’opera realizzata con i soldi dei contribuenti e che dovrebbe servire ad aggregare le persone anziane sia lasciata andare in malora per mesi. Il dibattito sulle competenze mi affascina poco. E l’unica sicurezza che ho è che ogni mattina che esco di casa mi tocca assistere a uno sgradevole spettacolo di degrado urbano. Aspetto con (pochissima) fiducia che il buon Giacomini mi faccia cambiare idea.

  14. Egregio Nico, ho seguito il suo più che corretto consiglio.
    Sono andato sul sito del municipio, mi sono scaricato il piano regolatore sociale, ho letto tutte le 176 pagine di cui è composto ma non ho trovato una sola riga nella quale si parli della costruzione di questo centro anziani e di chi sia la responsabilità. Però è vero che nessuno è perfetto e quindi potrei aver letto male.
    Su questo documento che segue, egregio Nico

    http://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/Piano_sociale_municipale1.pdf

    vorrebbe gentilmente indicarmi il numero della pagina dove trovare queste informazioni ? Gliene sarò molto grato e credo che tutti le saranno grati perchè finalmente il dibattito potrà prendere una giusta piega come correttamente caldeggiato da lei. Ossequi.

  15. Ringrazio Alessandra per aver sollevato il problema argomentando con informazioni circostanziate . Desidero sottolineare brevemente alcuni aspetti e sollecitare le istituzioni locali a controllare e ad agire per risolvere il problema. Per quanto riguarda lo spreco di denaro denunciato da altri ( es. Monia) segnalo che nell’area del cantiere sono stati lasciati materiali che presumibilmente dovevano servire per ultimare i lavori ; inoltre è noto che un cantiere a lungo fermo esige costi aggiuntivi per essere riattivato,
    Quanto allo stato dell’area del cantiere e di quella immediatamente circostante segnalo che il degrado è crescente. Le foto allegate alla lettera di Alessandra Neri ne testimoniano solo parte: per esempio la rete di recinzione è traballante e probabilmente pericolosa per chi passa nella strada. Ricordo poi che un albero che si trovava all’angolo tra via san Felice Circeo e via Prossedi è stato sradicato senza essere sostituito da altro verde , malgrado le proteste di alcuni abitanti della zona.
    Non dimentichiamo poi che il disagio di chi ogni giorno assiste a questo triste processo non è che un aspetto della questione centrale , vale a dire il mancato servizio promesso agli utenti della struttura ( al quale supplisce solo in parte la tenso struttura sulla via cassia).

  16. @ Bibi : la ringrazio per la segnalazione del sito dell’assessore, non pensavo ne avesse uno ; l’ho trovato interessante e tra le sue competenze non ho trovato questa che lei gli attribusce, potrebbe essere più chiara prima di accusare chicchessia??? grazie
    @ Urbano : ringrazio anche lei per ciò che ha constatato insieme a me , e cioè che entrambi non siamo riusciti a capire di chi sia la responsabilità, quindi rimando la palla a tutti i vari pubblici ministeri che si stanno divertendo a sputare sentenze… A chiacchierare siamo tutti bravi… nel nome dei “sacri diritti di tutti i cittadini”… che però pensano soloa quelli… i doveri sono ormai un’optionals…

  17. Salve a tutti,

    qui non si tratta di competenze ma di necessità di dare una sistemazione degna al centro anziani che da troppi anni è situato sotto un tendone sulla cassia.

    I lavori sono realizzati nell’ambito del piano urbano parcheggi dell’Extra Diparitmento Parcheggi di roma Capitale e non sono di competenza municipale.
    Questo non vuol dire che non stiamo sollecitando lo sblocco di una situazione incredibile… nei mesi scorsi la ditta appaltatrice ha avuto alcuni problemi amministrativi che ne hanno prima rallentato e poi bloccato i lavori… le ultime notizie del Campidoglio ne prevedono il completamento entro la fine dell’estate.

    A presto,

  18. Mi fa piacere che finalmente è arrivato un segnale da un rappresentate delle istituzioni, dopo le mie tre raccomandate rimaste praticamente senza risposta. Purtroppo però la frase “le ultime notizie dal Campidoglio ne prevedono il completamento entro la fine dell’estate” mi sembra un po’ troppo vaga. Speriamo di vedere qualcuno lavorare al cantiere nei prossimi giorni.

  19. Mi rivolgo a Stefano Erbaggi visto che sembra la persona di competenza a cui rivolgersi. Sicuramente le saranno giunte lamentele oltre che per il collettore di via dei due ponti anche per i guasti alla rete idrica di via Azzarita e limitrofe. E’ da Pasqua che continuiamo ad avere alternativamente l’acqua, fiume per strada, fango dai rubinetti un giorno nulla. Solo un giorno l’ACEA si è “ricordata” di avvisare i cittadini segnalando la mancanza d’acqua. Oggi, di nuovo domenica e di nuovo senza acqua, senza nessun preavviso. Ce ne siamo accorti noi cittadini che la tubatura è ormai vecchia e da cambiare e nonda rattoppare. E l’ACEA, il Comune la Circoscrizione o chi di competenza no? In zona ci sono anziani, invalidi, bambin, non tutti possono muoversi di casa la domenica per andare a prendere dell’acqua lasciando un invalido da solo in casa. Siamo esasperati, è possibile avere l’acqua corente e potabile nel 2012 visto che si paga il servizio? Cosa si può fare? Non mi risponda che dobbiamo aver pazienza. Grazie

  20. Non mi sembra corretto togliere l’acqua a tutta la zona senza un avviso. Stamattina anche via due Ponti è senz’acqua. Non abbiamo già abbastanza disagi? Dopo i lavori su via due ponti (praticamente fermi da 20 giorni) e il degrado del centro anziani, anche senz’acqua dobbiamo stare? Scusate, non voglio mischiare cose diverse, ma questo è troppo. Quello che emerge è lo scarso interesse dei nostri “rappresentanti” per questa zona e i suoi abitanti.

  21. L’intervento dell’Avv.Neri a proposito del centro anziani mette in evidenza, qualora ce ne fosse bisogno, lo spreco di denaro pubblico e l’ennesimo caso di degrado urbano. In questo momento in cui non ci possiamo permettere sprechi si lasca andare in malora un lavoro faticosamente e lentissimamente portato quasi a termine. Meglio sarebbe stato lasciare agli anziani il precedente centro provvisorio , ma usufruibile, piuttosto che mettere mano a una costruzione orrenda e senza verde che forse neanche i meno anziani riusciranno a vedere terminata.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome