Home ATTUALITÀ Aperta la corsia di via Due Ponti

Aperta la corsia di via Due Ponti

Aperta finalmente la corsia a lato del cantiere in via Due Ponti. Anche se, per il momento, è solo a senso unico (abbiamo però raccolto la voce che quanto prima possa essere a senso alternato disciplinato da un semaforo mobile), già consente una migliore fluidificazione del traffico locale alleviando non poco i tanti disagi patiti dai residenti. Peraltro, come ci conferma Gianni Giacomini, presidente del XX Municipio, la corsia è stata realizzata salvaguardando il marciapiede mettendo così in sicurezza il passaggio pedonale.

“Sono molto soddisfatto – ci dichiara Giacomini – per quanto fatto da Fabrizio Ghera, assessore ai Lavori pubblici di Roma Capitale, che si era impegnato con i cittadini e il Municipio per trovare questa soluzione. Un provvedimento che, considerata anche la difficoltà di avanzamento del cantiere per la presenza di numerosi sottoservizi al di sotto della sede stradale, garantirà lungo il tratto interessato dalle attività commerciali sia un maggiore scorrimento dei flussi di traffico che importanti benefici per residenti e commercianti della zona”.

Visita la nostra pagina di Facebook

11 COMMENTI

  1. Dopo tanto bailamme, i lavori procedono a ritmo serrato ? Le previsioni di ‘ fine lavori ‘ sono sempre ‘ fine agosto-settembre ‘, si ? Grazie.

  2. mah hanno fatto 40-50 metri in due mesi… ritmo serrato si fa per dire. Sabato pomeriggio cantiere deserto. La riapertura non è segnalata, io sono passata perché ho visto un’auto che si inoltrava e l’ho seguita. Il bello è che giacomini si prende pure dei meriti, con il manicomio che stiamo vivendo da due mesi. non cambieranno mai.

  3. Oggi alle ore 8,30 il passaggio era stato chiuso senza nessun avviso e, naturalmente, senza la presenza di alcun vigile!
    Coda di auto costrette ad inversione ad U, vi lascio immaginare il caos..

  4. Faccio presente che l’unica corsia aperta è quella a senso unico per chi proviene da via signa o via ischia di castro verso via dei due ponti direzione tor di quinto. In realtà tante macchine provenienti da tor di quinto/via oriolo romano/via di grottarossa imboccano contromano questa piccola corsia aperta al fine di fare una scorciatoia verso la cassia. In questo modo chi percorre il senso unico si ritrova improvvisamente macchine che gli vengono contromano, a volte vanno anche spedite, con il rischio di incidenti. E’ possibile che non ci sia nessuno a controllare? Cosa fa la municipale? Qualcuno si può adoperare per evitare gravi pericoli a cose e persone? Grazie

  5. Un po’ di buonsenso non guasterebbe. 20 metri di strada perfettamente visibili da ambedue i lati, potrebbero essere percorsi in ambedue i sensi ed evitare a molti di fare lunghi giri, senza interventi di autorita’ superiori.

  6. Egregio sig.Alessandro, a nessuno fa piacere fare lunghi giri ma se una strada è a senso unico (i cartelli ci sono e chiari) vuol dire che non va percorsa in senso contrario, non crede? Se passasse questo concetto della scorciatoia sempre e comunque allora su tutte le strade di roma (e ce ne sono tantissime che obbligano a giri tortuosi) in cui dobbiamo fare un lungo giro prendiamo il senso vietato per accorciare. Mi scusi ma non mi sembra una buona idea. Non è una questione di buonsenso ma di sicurezza. In quel punto la visibilità non è buona ed inoltre molte macchine provenienti in senso contrario arrivano veloci usando tutto tranne che il buonsenso. Chissà se chi proviene in senso contrario è consapevole che in caso di incidenti il danno lo debba pagare lui, visto che ha percorso una strada dove è presente il divieto d’accesso.

  7. Esiste un segnale di senso unico alternato con diritto di precedenza.
    Alessandro ha ragione , basterebbe quella banale segnaletica.

  8. Egregio signor Frugoni, sono perfettamente al corrente di quanto lei ha indicato, tuttavia le contesto l’affermazione sulla mancanza di visibilita’ da ambedue le parti dei 20 metri in discussione, e le faccio presente che anche in strade provinciali, in corrispondenza di strettoie, viene posto il segnale apposito affinche’ chi proviene da una direzione lasci la precedenza a coloro che provengono da direzione opposta. Se fosse stato adottato tale segnale anche nella zona in questione si sarebbero evitati lunghi giri e molte “infrazioni”. Al di la’ di ogni polemica vedo con piacere che in molti usano il brevissimo tratto stradale in ambedue le direzioni, con molta logica prudenza e con grande cortesia/collaborazione./comprensione.

  9. Pur con il massimo rispetto per tutti mi permetto di contraddire quanto affermato da aragorn. Non esiste alcun segnale di senso unico alternato. Ieri ho percorso molto lentamente questa strada provenendo da via ischia di castro ed andando verso tor di quinto e questo segnale non c’è. Posso essere d’accordo che si poteva regolamentare meglio il tutto, forse un semaforo sarebbe stato utile.
    Al momento questo non è stato fatto e quindi chi percorre la strada provenendo da tor di quinto, grottarossa, sta andando contromano. Non è poi totalmente vero il fatto che chi percorra quel tratto lo faccia con logica e prudenza (le assicuro sig.Alessandro che ieri alle 16.30 arrivavano molte macchine “sparate” e guidate da persone arroganti). Premesso questo, personalmente credo che le regole vadano rispettate, altrimenti legittimiamo tutto. Comunque chi percorre quel tratto contromano sappia che in caso di incidenti sarà costretto a pagare e gli verranno anche tolti i punti sulla patente, mi sembra corretto dare questa informazione. Saluti

  10. Ipotizzo che i VVUU abbiano tenuto conto dell’impossibilità di consentire la doppia circolazione alternata in una via ad alto indice di percorrenza.
    Affidare la regolarità del flusso al buon senso degli automobilisti garantirebbe la paralisi certa del traffico.
    Bisognerebbe allora installare una postazione semaforica, e verificare i tempi di percorrenza durante i picchi del traffico.
    Forse è meglio lasciare tutto così com’è.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome