Home ATTUALITÀ Sorrisi rubati in Guatemala al Micro di Ponte Milvio

Sorrisi rubati in Guatemala al Micro di Ponte Milvio

Si inaugura martedì 3 aprile, nello spazio Micro della Torretta Valadier di Ponte Milvio, una delicata mostra fotografica sull’infanzia in Guatemala. Quindici istantanee per quindici micro-istanti di vita catturati da Cinzia Armelisasso, giovane pediatra di Vigna Clara, da anni impegnata con la Onlus “Sulla strada”, assieme a tante altre persone, nel difficile compito di difendere e promuovere i diritti dei bambini nel mondo.

Sono persone che hanno deciso di dedicare la loro vita, o parte di essa, a favore dell’infanzia tradita. Di quell’infanzia fatta di bambini poveri, di bambini soli, di quelli che non possono andare a scuola, di quelli che subiscono violenze, di bambini costretti al lavoro già da quando hanno cinque, sei anni. Accade un po’ ovunque, ma in Guatemala, là dove Sulla Strada Onlus concentra le sue energie, lo sfruttamento minorile è una vera piaga nazionale.

E proprio in Guatemala Cinzia Armelisasso si reca ogni anno, assieme a tanti altri giovani medici italiani, diversi romani ed alcuni proprio di Roma Nord, a mettere la sua professionalità ed il suo amore per il prossimo a disposizione dei bambini del posto.
L’ultimo viaggio è recente, di due mesi fa. Tre settimane di full immersion nell’Ospedale LLano de La Virgen (a San Raymundo) e nel Poliambulatorio Medico Ja Tin Tò.

“La mostra, che ho voluto intitolare ‘un passo alla volta, un bambino alla volta‘, è composta da quindici foto che rappresentano il frutto di momenti ‘rubati’ tra cinzia.jpguna visita e l’altra durante la mia permanenza in Guatemala” ci dice Cinzia, spiegando che “sono più che altro ritratti di bambini sorridenti, gioiosi e momenti di pura felicità. E’ il mio modo di raccontare agli altri il grande lavoro dell’associazione. Lo faccio con le foto, essendo meno abile con le parole di quanto non lo sia con la macchina fotografica”.
Per Cinzia la fotografia è una grande passione coltivata da molti anni ma, riservata e quasi timida, confessa: “non mi era mai capitato di esporre cose mie perchè non le ho mai ritenute troppo interessanti. Ma la prospettiva di fare questa mostra come un servizio in più per quei bambini mi ha fatto vincere la timidezza. D’altra parte – aggiunge – proprio grazie ai progetti dell’associazione Sulla Strada ho capito che in certe occasioni rimanere in disparte non ha alcun senso”.

Quindici micro-istanti di vita infantile da vivere quindi intensamente al Micro di Ponte Milvio.

La mostra, patrocinata dall’assessorato alle scuole, cultura e sport del XX Municipio, verrà inaugurata alle 18 di martedì 3 aprile e sarà visitabile dalle 18 alle 20.30 anche nei giorni di mercoledì 4 e giovedì 5.
Negli stessi giorni sarà possibile anche incontrare Cinzia ed i volontari dell’associazione per condividere racconti, esperienze e progetti.

Edoardo Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Sono delle foto bellissime!!
    Come bellissima è l’avventura che stiamo facendo insieme da tanti anni.
    Non ci stanchiamo di condividere con questi bambini energie, passioni e soddisfazioni!

    Grazie dottora Chincha!!

  2. Grazie per l’impegno fotografico che però impallidisce davanti al tuo sacro impegno di medico a favore dei nostri sfortunati bambini, quindi grazie per tutto!!!
    Spero che la mostra sia presa d’assalto, la gente deve sapere attraverso immagini e racconti, solo così sarà più consapevole.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome