Home ATTUALITÀ Scatta nella Capitale l’ordinanza anti alcol, addio birretta dopo le 23

Scatta nella Capitale l’ordinanza anti alcol, addio birretta dopo le 23

Stop alla birretta notturna nelle piazze della movida della Capitale, dopo le 23 ne è vietata la vendita. E non servirà portarsela da casa, perchè dalle prossime ore ne sarà vietato anche il consumo. Il Sindaco Alemanno ha infatti emesso una nuova l’ordinanza che vieta la somministrazione o la vendita di bevande alcoliche per l’asporto o il consumo al di fuori del locale dopo le 23, nonché il  consumo di alcol su vie pubbliche dalle 23 alle 6. L’ordinanza scatta il 18 marzo ed è valida fino al 30 settembre.

La nuova ordinanza riguarda come di consueto le zone canoniche della movida e si pone l’obiettivo di tutelare l’incolumità e la quiete pubblica nel periodo più caldo della vita notturna della Capitale.
A tal fine occorre ricordare che oltre a questa ordinanza è sempre valida quella definita anti-schiamazzi” che è stata prorogata per tutto il 2012 con lo scopo di reprimere rumori lesivi della salute, della sicurezza delle persone e della loro tranquillità imponendo ai gestori di esercizi pubblici di diffondere musica a porte e finestre chiuse, pena la sanzione amministrativa di 500 euro.
Dal mix delle due è atteso un discreto risultato in termini di vivibilità delle zone calde.

Tornando all’ordinanza che entrerà in vigore il 18 marzo, le zone interessate dai divieti sono tutto il I Municipio, piazzale Flaminio, San Lorenzo, Stazione Tiburtina, piazza Bologna, Pigneto e Torpignattara, l’area compresa tra Piramide e Testaccio, Ostia Lido e nel XX Municipio.

Dove nel XX Municipio

L’ordinanza si applica a Prima Porta in Piazza Saxa Rubra, in via della Stazione di Prima Porta, in Via della Villa di Livia, in Via della Giustiniana dal civico 1 al civico 16, ed in Vicolo di Prima Porta.
Si applica altresì a Piazzale Ponte Milvio e zone limitrofe così individuate: Largo Maresciallo Diaz, Via della Farnesina da Piazzale Ponte Milvio all’incrocio con Via della Maratona, in Via Prati della Farnesina, in Via Orti della Farnesina, in Via Riano, in Viale Tor di Quinto da Piazzale Ponte Milvio a Via Civita Castellana, in Via Flaminia Vecchia da Piazzale di Ponte Milvio a Corso di Francia, in Via Castelnuovo di Porto e sul Lungotevere Maresciallo Diaz da Piazzale Lauro De Bosis a Largo Maresciallo Diaz.

Altri Municipi

Il divieto opera in un lungo elenco di vie e piazze, tutte indicate in dettaglio nel testo dell’ordinanza. Per leggerla o scaricarla è sufficiente cliccare qui.

Le sanzioni: da 25 a 500 euro

Le violazioni all’ordinanza saranno sanzionate ai sensi dell’articolo 7 bis del D.Lgs n. 267/2000 in quale prevede che “Salvo diversa disposizione di legge, per le violazioni delle disposizioni dei regolamenti comunali e provinciali si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 euro a 500 euro.”

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. come per l’ordinananza anti schiamazzi, mi aspetto una moltitudine di vigili pronta a farla rispettare…. ma se non si sa nemmeno chi chiamare quando si verificano palesi situazioni di violazione delle pseudo ordinanze… sono curioso di sapere quante sanzioni sono state irrogate.

  2. Gentile Gianluca, può telefonare ai seguenti numeri:
    dalle 19.30 alle 23.00 allo 06 67697320/21 corrispondente al comando dei vigili del XX° gruppo. dopo le 23.00 al recapito 0667691 corrispondente alla centrale dei vigili di Roma.
    Telefoniamo tutti quanti e “martelliamoli” con le segnalazioni e le proteste. Ci vuole pazienza e perseveranza ma col tempo funziona……..
    Cordialmente

  3. E’ una vergogna! Che senso ha permettere di bere all’interno del locale ma non all’esterno???? Capisco l’ordinanza di non permettere l’utilizzo di contenitori di vetro, ma cosa cambia tra bere un cocktail in un bicchiere di plastica all’interno o all’esterno dei locali?????

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome