Home ATTUALITÀ XX Municipio – Giacomini: Via Due Ponti, Torquati disinformato. Vi dico io...

XX Municipio – Giacomini: Via Due Ponti, Torquati disinformato. Vi dico io come stanno le cose

giacomini-solo.jpgImmediata la replica del Presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini, alle accuse mosse dal capogruppo PD, Daniele Torquati, che in un comunicato (leggi qui) aveva dichiarato che a trenta giorni dall’apertura del cantiere di via Due Ponti dal Municipio sono arrivate solo “parole, promesse e dicerie”. Il presidente Giacomini affida alle nostre pagine la sua risposta ed in una telefonata con la nostra redazione ci invita a sottolineare all’opinione pubblica, ed in particolar modo ai residenti di via Due Ponti, che “il consigliere PD Torquati è disinformato, perchè se invece di mandare alla stampa comunicati dal sapore demagogico avesse chiamato la Presidenza – come poi ha fatto – avrebbe avuto tutti i chiarimenti del caso”.

“Non è affatto vero – continua Giacomini – che il XX Municipio è assente da via Due Ponti. Non so a chi pensava Torquati mentre scriveva questa affermazione ma per quanto mi riguarda negli ultimi trenta giorni ho fatto personalmente ben sei incontri con i cittadini e con i tecnici del Comune. L’ultimo è di pochi giorni fa”.

“In questo incontro – precisa il presidente – erano presenti rappresentanti del comitato cittadino, ingegneri del dipartimento, il direttore dei lavori e lo stesso assessore capitolino ai lavori pubblici, Fabrizio Ghera. In quella sede ci è stato confermata l’impossibilità di realizzare una corsia di scorrimento, parallela al cantiere, per motivi di sicurezza, stante la ristrettezza dello spazio disponibile, ma nel contempo abbiamo raggiunto un importante accordo”.

“Stante il fatto che i lavori non possono essere eseguiti di notte, anche questo per motivi di sicurezza – spiega Giacomini – è stato deciso che il cantiere sarà operativo anche di sabato e domenica e che i turni saranno raddoppiati sette giorni su sette. I lavori andranno ora avanti dalle 6.30 del mattino fino a quando non scende il buio e considerato l’allungamento delle giornate con la prossima ora legale, ciò vuol dire aver moltiplicato per due, se non per tre, la forza lavoro messa in campo”.

“Torquati chiede la convocazione di un tavolo di concertazione? Nella sostanza già esiste, è lui a non esserne informato. Se poi le sue accuse erano mosse verso altri diversi da me questo non lo so, ma è stato demagogico, lo ripeto, dire che il Municipio ha fatto solo chiacchiere. Lo dimostrano i fatti. Poteva chiamarmi prima di inviare alla stampa il suo comunicato ma ha preferito farlo solo dopo. Non sono abituato a replicare a mezzo stampa ma in questa occasione non ho potuto farne a meno. Tutto quanto sopra – conclude Giacomini – è ciò che ribadirò lunedì 19 marzo in Consiglio qualora venga presentata l’interrogazione”.

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. Scusi presidente e della voragine di Labaro (via Comparini) per quanti minuti se ne è occupato ? Per quanto tempo ancora dovremo aspettare ? Alle prossime elezioni manca poco più di un anno…

  2. Sono passata sia sabato che domenica scorsi. Il cantiere era deserto. Da quando sarà operativa la nuova gestione dei turni?

  3. Se sab 17 e dom 18 scorsi – come afferma lauras e io ci credo – i quattro/cinque gatti che lavorano al cantiere dovranno pur riprendere fiato in quel bailamme davvero usurante ! E non si dica che non si trovi mano d’opera.

  4. Ci passo tutti i giorni sia la mattina che il pomeriggio reintrando e confermo che ad oggi non si vede mai nessuno al lavoro prima delle 7.50 e alle 17.00 e già tutto chiuso malgrado ancora almeno 2 ore di luce disponibili grazie all’ora legale; per non parlare del sabato e domenica in cui il cantiere è deserto…
    Inoltre il cantiere avanza è vero, ma lasciando dietro di sè una striscia rattoppata e francamente pericolosa di asflalto rabberciato messo alla bene in meglio che sicuramente dovrà al fine esser rifatto (e noi lo ri – paghiamo..).. ma insomma: ma chi fa qualche controllo???? Fossi nei panni di chi fa certe affermazioni , verificherei di non essere contraddetto così sfacciatamente dai fatti… la cialtroneria in politica non paga più.

  5. @pabelt – il lavoro è certamente usurante: dunque proporre avvicendamento TURNI ora che c’è luce anche nel tardo pomeriggio. E ancora: lavorare il sabato mezza giornata si può, si ?!

  6. Certo che si può far lavorare le ditte appaltatrici di sabato, di domenica, alle 06:30 e anche a mezzanotte della notte di capodanno, volendo… Ma chi paga? Perché l’aumento dei costi sarebe esorbitante, anche perché si tratterebbe di fare una modifica in corso d’opera. Ci sono i soldi per fare ciò? Chi ce li metterebbe, il Comune??? O andrebbero a gravare sulle bollette? Il Presidente può fare luce su questo? Oppure è la solita sparata del politicante di turno?
    A giudicare dai commenti che ho letto, l’ultima sembra essere la risposta esatta…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome