Home ATTUALITÀ Salviamo i nostri marò! Striscione sulla Torretta Valadier all’odg del Consiglio XX...

Salviamo i nostri marò! Striscione sulla Torretta Valadier all’odg del Consiglio XX Municipio

Il Consiglio del XX Municipio torna a riunirsi lunedì 5 marzo alle 9.30 con un nutrito ordine del giorno. Espresso il parere sull’approvazione del piano del commercio per le medie e grandi strutture di vendita deciso dalla Giunta del Campidoglio, si discuterà di messa in sicurezza e riqualificazione del Parco della Pace di via Grottarossa. A seguire saranno analizzate due proposte a sfondo umanitario.

La prima riguarda l’esposizione di uno striscione sulla Torretta Valadier di Ponte Milvio con la scritta “Salviamo i nostri Marò”.
Con la seconda, se approvata, il Consiglio dirà un secco no agli Europei 2012 in Ucraina per il fatto che in questo paese non v’è filo di umanità stante le notizie riportate dalla stampa internazionale sul continuo massacro di cani.

Visita la nostra pagina di Facebook

19 COMMENTI

  1. Fuori luogo e inadeguato messaggio. I nostri due soldati non sono in pericolo di vita e non vanno salvati da nulla. Sono accusati da uno stato democratico di un crimine (che sono convinto non hanno commesso) e la diplomazia al più alto livello (Ministro degli Esteri, sotto segretario De Mistura, l’ambasciatore italiano a New Dehli) si stanno prodigando per risolvere con misure corrette un problema che non ha bisogno di forzature da parte di un consiglio municipale.

  2. Invece più interessante la difesa dei cani dell’Ucraina … Con i problemi di mobilità sulla vie Cassia e Flaminia, con il degrado esistente nei nostri quartieri, con l’abbandono dei parchi, con le discariche a cielo aperto, con le proposte folli di aprirne nuove a Riano, con la voragine di via Comparini che da due anni aspetta, con la scandalosa situazione della strada di Fondovalle, con l’illegalità e abusivismo diffusi in tutto il Municipio, alcuni consiglieri municipali sono preoccupati, non di ciò che è di loro competenza e possono contribuire a risolvere, ma dei cani dell’Ucraina e dei marò in India. E’ tutto sbagliato è tutto da cambiare. Qualcuno li fermi…

  3. Sono d’accordo con Vincenzo.
    Forse sarebbe opportuno esporre uno striscione che dica: “salviamo Rossella Urru”, della quale parecchi si sono dimenticati.
    O magari, in alternativa: “salviamo il Municipio XX”.

  4. @ Vincenzo:
    quanto ai marò ci posso pure passare; ma la difesa dei cani in Ucraina da parte del Municipio Roma XX…!!
    Onestamente, spero che il documento non sia approvato: la bocciatura della proposta – se c’è qualche consigliere con un po’ di buon senso – sarebbe un auspicabile richiamo al fatto che il Consiglio del Municipio dovrebbe occuparsi di questioni rientranti nelle proprie competenze…
    @ Tom Joad: “salviamo il Municipio XX”? approvo!

  5. Invece più interessante la difesa dei nostri soldati che dei cani dell’Ucraina … vedi un po’.
    Non so cosa pensino riguardo i cani i familiari di Guastalla ma , sai com’è anch’io amo gli animali ma non proprio da … morire.

    http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Toscana/Camionista-siciliano-muore-sbranato-da-branco-di-cani-randagi-nel-livornese_313030184829.html

    In un paese che è costituito da caste , dove si sgozzano a ritmi regolari tra indù e musulmani, dove bruciano le vedove ( vive ) assieme ai mariti ( morti ) , dove vige lo sfruttamento minorile e non , un qualche dubbio di democrazia compiuta me lo farei venire e di conseguenza non sarei proprio tranquillo.
    Manifestazioni sotto il carcere per chiedere COMUNQUE la condanna ?
    Ma li costringerei a mangiare una bella sacra bistecca di chianina !!
    Senza chianti e patate al cartoccio.
    A parte qualche porco qui e porco là , abbiamo mai manifestato per i rompipalle rumeni , africani , asiatici eccetera ? Chiedendo condanne a priori e pena di morte ?
    Ma tiriamoli fuori e subito !!
    Eppoi c’ianno rotto le scatole col fatto che a noi ci possono sequestrare le barche , rapire le persone ( ma la Urru che minchia ci faceva in un posto del genere ? Tanto per farci spendere un po’ soldi per il riscatto augurandomi tutto il bene per la sua vita ! E non venitemi a raccontare della storiella della solidarietà , che in certi posti non vale , te la vai a cercare ), farci le multe per i rimpatri ( ma gli spagnoli che sparavano , i maltesi che voltavano il capo oltre la prua ed i francesi che chiudono le frontiere ? ).
    L’americano che ha tranciato i cavi della teleferica facendo precipitare una cabina se lo sono portato subito via e noi dovremmo tacere sul fatto che un popolo di+diunmiliardodistraccionisalvoqualche decinadisupermiliardari ha imprigionato due nostri CONTERRANEI INNOCENTI ?
    Che fa’ , si blocca l’amministrazione per uno striscione ?

    Ma un minimo di senso di Patria e di appartenenza ad Ella e ad i suoi Rappresentanti ce l’avete o no ?
    Avete il senso della misura delle cose o vi è sufficente dire meglio salvare i cani o con arguzia sublime , salviamo il XX* ?
    Per avere poi cosa ? Un direttore di banca al posto di un presidente ?
    ( anticipo , Berlusconi no )
    Diamogli loro in cambio , il direttore ed il presidente e magari berlusconi e bersani.
    Tutti contenti.

  6. Questi saranno pure degli straccioni ma mica c’hanno l’anello al naso! Berlusconi magari se lo prendono che gli porta Mediaset e qualche fabbrichetta; ma con Bersani che ci fanno?

  7. Aragorn, pensare che la Urru se la sia cercata è come pensare che una donna che esce di notte si cerca (e si merita) lo stupro: complimenti a te per l’arguzia sublime.
    Sì, è solidarietà e voglia di fare qualcosa per gli altri, anche se è una goccia nell’oceano.
    Per i marò si sono mobilitate tutte le autorità e forse hanno pure ammazzato qualcuno. Se vi interessa la causa, se volete fare qualcosa in più, fate una manifestazione e lasciate perdere il moralismo.
    Avessimo noi puntato i piedi per la strage del Cermis, forse qualche responsabile avrebbe visto un’aula di tribunale, almeno una volta.
    “Salviamo il municipio venti” è solo una battuta, se l’avessi detta tu, Aragorn, l’avresti trovata un po’ divertente.
    E lascia stare le lezioni sul senso di patria: guardare il prossimo dall’alto in basso non è mai una buona idea.
    Saluti.

  8. Secondo me di questa discussione s’è perso di vista il fulcro.
    Il punto è…pur con tutto il rispetto per la nobilità delle più varie cause (i marò, la Urru e simili), non sarebbe più utile ed opportuno che il Municipio XX si occupasse, invece che della pace nel mondo, di cose che saranno anche più “terra terra” (buche, tombini, strade e semafori), ma che rientrano nelle sue competenze?
    Spero davvero che per il documento di contrarietà agli Europei 2012 in Ucraina perchè lì si maltrattano i cani ci sia la bocciatura. Non un’astensione, ma proprio una bocciatura….

  9. Premessa la inverosimiglianza di due soldati che sparano a due poveri pescatori con la cannetta in mano, scambiando quest’ultima per due zittara o kalashnikov, tenuto conto che Previti ha usufruito dell’immunità “guadagnandosela” sul campo del XX municipio,
    considerato che lo scrivente è vegetariano,
    rilevata l’illegalità diffusa anche in Via Gradoli (e meno male che abbiamo rimosso la discarica altrimenti avrebbero scelto il civico 96 in luogo di Malagrotta …)
    osservato che il senso della patria è affidato in via esclusiva ai calciatori della nazionale e ai fans di “Forza Italia”….

    … forse sono tutte buone ragioni

  10. Considerato che tutti possediamo un minimo di cervello , direi che ad esempio passeggiare di notte sotto i ponti del laurentino piuttosto che fare footing a scampia o sgambettare nel quartiere zen , non è propriamente “saggio”.
    Se lo fai e non sei scemo , sai che hai buone probabilità di essere molestato o derubato o violentato.
    Poi, puoi fare quello che vuoi s’intende , basta che a seguire non venga rischiato nulla da altri che ti debbono salvare dalla tua dabbenaggine.
    Se poi sei scemo è un altro discorso.
    Comunque , te lo cerchi , non te lo meriti.
    E’ differente e pure tanto.
    Ci sono migliaia di posti dove si può praticare il volontariato , andare nelle zone dove impera al-qaida ( ad esempio ) mi sembra esattamente andarselo a cercare , tutto qui.
    In zone dove magari , a parte essere pericolose , non ti vogliono proprio e rappresenti solo una moneta di scambio e/o di ricatto.
    Solidarietà , cominciano in Grecia casi di bambini che svengono in classe per denutrizione.
    E siamo in Europa.
    Mi ricorda tanto quegli intrepidi alpinisti o coraggiosi speleologi che si vanno incoscientemente a ficcare in pessime avventure , per le quali altri poi, debbono rischiare la vita per salvare la loro.
    Oh , poi speriamo con tutto il cuore che tutto ma proprio tutto vada per il meglio.
    E certo che mi sono incazzato per le venti persone morte al Cermis ed il pilota trasferito immediatamente in Usa.
    Per questo rivendico una Nazione che non faccia scappare i colpevoli , che non si faccia sparare sui pescherecci , che non subisca ricatti di alluvioni di immigrati, che non paghi riscatti per le navi sequestrate in Somalia ma stermini piuttosto i pirati , eccetera eccetera.

    Eppoi sì , in effetti è sconcertante che si sia affidato il “senso della patria” a quattro calciatori che svogliatamente bofonchiano l’inno o ad una sigla di partito.
    Non sono certo state le “stanche e stiracchiate” manifestazioni del 150° a risollevare la questione.
    Proprio per questo parlarne non significa guardare il prossimo dall’alto in basso (anche considerata la mia altezza). E’ solo parlarne, per ricordare che dovrebbe esistere in ogni italiano , non lo pretendo da un “foresto” ma da un italiano , sì.
    Cerco di essere a volte ( e raramente mi riesce ) divertente , mai sprezzante. Perché dovrei ?

    Carlo Maria Mosco , tutto corretto quello che dice ma … forse sono tutte buone ragioni , per cosa ? Mica ho capito.

    Saluti.

  11. Per battersi e spendere il proprio tempo;
    per discutere in sede consiliare;
    per appendere striscioni;
    per raccogliere petizioni;
    per essere civilmente impegnati.

    Per non ridursi, come esseri umani, a meri tubi digerenti che tutto introitano e non restituiscono altro che concime (il che, se fossimo una civiltà contadina, pure servirebbe, ma non nei tempi moderni, nei quali è impossibile rinvenire in tale prodotto umano il benché minimo plusvalore).

  12. SOLIDALE con la Urru

    I FANTI DI MARINA GIUDICATI da chi deve naturalmente giudicarli, cioè la giustizia italiana

    D’ACCORDO in tutto con Aragorn

  13. Occorre che succeda qualcosa di tragico affinché la cooperazione internazionale umanitaria, arrivi nelle prime pagine dei giornali.
    Fa piacere che la maggior parte delle istituzioni e dei rappresentanti del mondo politico esprimano la loro solidarietà e riconoscenza a chi opera in paesi poveri e in condizioni di difficoltà.
    Crea amarezza l’accusa di avventurismo, di fare “vacanze intelligenti” di essere “utili idioti” di chi sa quale entità, come ha fatto qualcuno per Rossella Urru e per altri cooperanti rapiti.
    Credo sia doveroso richiamare alcuni principi che orientano il lavoro umanitario e di cooperazione.
    Sono principi sanciti nel codice di condotta assunto dalle ONG che operano nella solidarietà:
    Il diritto di ricevere ed offrire assistenza umanitaria è un principio fondamentale di cui devono godere tutti i cittadini di tutti i paesi. Come membri della comunità internazionale, riconosciamo il nostro obbligo a fornire assistenza umanitaria dovunque sia necessaria. Quindi la necessità di accesso senza alcun ostacolo alle popolazioni colpite è di importanza fondamentale nell’esercizio di questa responsabilità.
    Quando diamo aiuto umanitario non si tratta di un atto politico o di parte e per tanto non dovrebbe essere percepito come tale.
    L’aiuto viene dato senza distinzioni di razza, credo o nazionalità dei beneficiari e senza nessun altro tipo di distinzione. Le priorità dell’aiuto sono calcolate unicamente sulla base del bisogno di esso.
    Ci impegniamo a portare avanti ogni sforzo per non operare come strumento della politica estera del governo.
    Le ONG umanitarie sono agenzie che lavorano indipendentemente dai governi. Pertanto formuliamo le nostre politiche e strategie di attuazione e non miriamo a realizzare la politica di alcun governo, eccetto nel caso in cui coincidano con la nostra politica indipendente.
    Non ci permetteremo mai consapevolmente – o per negligenza -, né lo permetteremo ai nostri dipendenti, di essere utilizzati per raccogliere informazioni di natura politica, militare, o relativa ad aspetti economici per governi o altre entità che possano avere propositi diversi da quelli strettamente umanitari, né opereremo come strumenti di politica estera dei governi donatori.
    Queste sono le indicazioni che diamo ai nostri operatori e vogliamo che siano recepite come direttive fondamentali del loro operato.
    Gli aiuti umanitari in aree di gravi emergenze provocate da guerre o catastrofi naturali sono una parte significativa ma non unica della cooperazione internazionale.
    La lotta alla povertà e il rispetto di tutti i diritti umani, in ogni latitudine, sono obiettivi che orientano il nostro lavoro e la componente essenziale per costruire un mondo diverso e migliore dall’attuale.

  14. Mestare le cose è un brutto affare ma può darsi anche che dipenda dal mio incerto linguaggio.
    Non ho notato alcuno che abbia parlato di “vacanze intelligenti” o di “utili idioti” al soldo di chissà quale entità quindi l’amarezza curala con una bel cucchiaio di zucchero.
    Ho semplicemente detto che non reputo intelligente andare in zone dove è quasi certo che prima o poi passi dei guai , definitivi o transitori che siano.
    Non sto parlando dei turisti idioti che si fanno rapire nello Yemen perché senza vedere Sana’a non riescono a campare.
    Mi sembra che anche Emergency qualche tempo fa fu costretta ad abbandonare l’ospedale sotto la scorta di militari. Militari che fino al giorno prima lei stessa criticava e militari che li avevano già avvertiti della non sicurezza del posto.
    Tutto qui.
    A volte il cervello deve avere il sopravvento sul cuore.
    Ci sono luoghi dove ha senso andare per aiutare le popolazioni salvaguardando nel contempo la propria e l’altrui incolumità.
    Altri no. Purtroppo.
    E questo non significa criticare le Ong né tantomeno dargli un significato politico o razziale o spionistico.
    Le Ong anzi svolgono un lavoro meritorio ed encomiabile e trovo assurdo tra l’altro che godano di un regime fiscale penalizzante per il quale la detrazione è in maggior misura per le donazioni fatte le a quei ladri dei partiti invece che a loro.
    Mi sa che sono tante le cose che hai capito “per sbaglio”.

  15. … è come dire che la Croce rossa debba evitare le zone di conflitto o che i pompieri debbano stare lontano dal fuoco. Aragorn si, forse dipende dal suo incerto pensiero e non solo dall’incerto linguaggio che tenta di esprimerlo.

  16. Finalmente liberata la cooperante Rossella Urru
    Scambiata però con un terrorista tuareg , militante di Al Qaeda.
    Sarebbe il caso che ora pensino ai danni collaterali che provocano andando ad agire in simili posti .

  17. Finalmente, un corno… quando i commenti si basano su notizie non verificate si può dire di tutto attingendo dal fetore dell’ideologia fondamentalista.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome