Home ATTUALITÀ Via Due Ponti – Fondovalle, non chiamatela più così

Via Due Ponti – Fondovalle, non chiamatela più così

no-name.jpgNon ha fatto in tempo a nascere che è subito rimbalzata sulle prime pagine dei giornali ancor prima di essere battezzata. Già, perché via di Fondovalle, la strada di Fondovalle, la Fondovalle, chiamatela come volete, è solo un modo comune per indicare quella nuova arteria finita da tempo ma aperta in fretta e furia solo pochi giorni fa per dare uno sfogo al traffico di via Cassia, intasata a seguito della chiusura di via Due Ponti. Ma è una strada senza nome.

E a darle un nome ci ha pensato oggi il Consiglio del XX Municipio che a larga maggioranza, ma dopo ben due ore di discussione sull’opportunità della scelta (non del nome ma proprio di quella di strada) ha approvato un ordine del giorno presentato da Andrea Antonini, consigliere del Gruppo Misto, con il quale è stato deciso di intitolare la cosiddetta strada di Fondovalle ai Martiri delle Foibe.

Ora è necessario che si attivi l’iter amministrativo che non si suppone però essere lungo. Al termine, la strada si chiamerà dunque via Martiri delle Foibe e tanto vale cominciare a memorizzarla come tale perchè porterà un nome importante, degno di tutto rispetto .

“Da oggi – ci spiega Andrea Antonini – il XX Municipio sarà esempio di come si festeggia in modo autentico il Giorno nazionale del ricordo. Un sentito ringraziamento a tutti i consiglieri che, con rispetto e senso autentico della storia hanno approvato questo ordine del giorno”.

Gli fa eco Giuseppe Calendino, anch’egli consigliere nel XX Municipio ma per il PdL. “Sono felice – esclama al termine della votazione – per la decisione assunta dal Consiglio. Ringrazio Antonini per aver presentato il documento, il collega Daniele Massimini per aver avuto l’intuizione della strada e tutti coloro che hanno contribuito a questo splendido risultato”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome