Home ATTUALITÀ Presto a Roma Nord si parcheggerà in un amen

Presto a Roma Nord si parcheggerà in un amen

Oltre alla cura dell’anima in un prossimo futuro le parrocchie romane si prenderanno cura anche delle auto dei parrocchiani. E’ questa la novità che emerge da un’ordinanza capitolina firmata il 12 gennaio nella quale si recepisce la richiesta giunta da dodici parrocchie, tre delle quali a Roma Nord, di poter realizzare dei parcheggi interrati nelle loro aree. Ed il Campidoglio ha accettato inserendole nel Piano PuP della Capitale. Si tratta in totale di 790 posti auto.

“In ragione della necessità di porre in essere ogni iniziativa finalizzata ad incrementare la dotazione di parcamento cittadino – si legge nell’ordinanza – si ritiene opportuno inserire tali interventi nel piano parcheggi”.

Per quanto attiene a Roma Nord, i PUP vedranno la luce nella Parrocchia di Santa Chiara, in Piazza dei Giochi Delfici (90 posti), nella Parrocchia di S.Gabriele, in viale Cortina D’Ampezzo (50 posti) ed in quella di San Luigi Grignion de Montfort, in viale dei Monfortani (50 posti), sulla Trionfale.

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Mi auguro due cose:
    1) che siano parcheggi di scambio e non box privati (ma credo sia una “pia” illusione)
    2) che finalmente i nostri cari cittadini che si fanno sempre aggredire dalla sindrome NIMBY prendano come buon esempio le parrocchie

  2. negli stati uniti non si vedono macchine in doppia fila ma ogni palazzo ha il suo garage, gli idioti che si oppongono ai parcheggi simboleggiano lo stato confusionale del nostro paese, bravissimo i preti, anche se lo fanno per speculare è comunque a vantaggio dei cittadini

  3. una volta nelle parrocchie c’erano gli oratori con i campetti per far giocare i ragazzi, adesso i mega-garage per le auto. Dalla cura delle anime ai curati motorizzati. Che tristezza…

  4. A Tokyo dal 1962, per comprare un auto devi prima dimostrare di avere un parcheggio, altrimenti l’auto non la puoi comprare… Questo può essere un eccesso nella limitazione di libertà personale, ma da noi gli eccessi nei parcheggi sono diventati abitudine… Faccio un esempio : la parrocchia di San Filippo Apostolo a Grottarossa, ha un bel parcheggio interno PRIVATO, di cui si servono tutti senza alcun problema, sia chi và in chiesa o all’oratorio, e sia chi non ci va nè mai lo farà , fregandose poi che è pur sempre un’area privata : spesso accade che la sera i padri vocazionisti chiudono il cancello e le auto restano dentro, con conseguenti battibecchi tra i contendenti. Il problema è sempre lo stesso, la mancanza del rispetto altrui….

  5. @claudio
    si potrebbero costruire box sotterranei, o meglio ancora stalli per auto, da vendere a privati, e lasciare un parcheggio a raso in superficie utilizzabile non soltanto durante l’apertura della chiesa. . Per la parrocchia di Santa Chiara spero ardentemente che questa sia la soluzione, altrimenti piazza dei Giuochi Delfici, punto cruciale del traffico per i nosti quartieri, avrebbe piò problemi di adesso.

  6. Piazza Giochi Delfici meriterebbe un mega parcheggio, roba da 4-500 posti interrato con annessa metropolitana, è centro focale per tutto il quadrante.

    andate in giro, a Madrid, Parigi, e vedete come funziona le cose in una capitale europea nel 2012. viviamo in una città che è gestita da schifo e a livello infrastrutturale è alla frutta.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome