Home ATTUALITÀ Cassia – Al via gli espropri per l’ultimo tratto della Strada di...

Cassia – Al via gli espropri per l’ultimo tratto della Strada di Fondovalle

Con un comunicato pubblicato sul sito web del Campidoglio, il Dipartimento Urbanistica informa che ha preso il via  la procedura finalizzata agli espropri necessari per realizzare l’ultimo tratto della “Strada di Fondovalle” che collegherà via di Due Ponti, via al Sesto Miglio, via dei Santi Cosma e Damiano e via di Grottarossa. L’avviso è stato pubblicato lunedì 9 gennaio ed entro il 15° giorno successivo gli interessati possono prendere visione dei documenti inerenti gli espropri (variante di P.R.G., relazione dell’opera, piano particellare di esproprio, elaborati dell’intervento) e, soprattutto, presentare le loro osservazioni.

L’avviso è scaricabile sul sito del Comune o semplicemente cliccando qui.
Per prendere visione dei documenti occorre recarsi all’Ufficio Unico Espropri, in viale Civiltà del Lavoro 10, all’Eur. Attenzione, l’orario di apertura al pubblico è dalle 8.30 alle 12.30 dei soli giorni di lunedì e giovedì.

Com’è noto il progetto della strada di Fondovalle è quasi interamente realizzato e per la sua conclusione manca l’ultimo tratto il cui compimento ha provocato ritardi sui tempi di lavoro anche a causa del concomitante rinnovamento dell’impianto fognario della zona di via di Due Ponti. Con questa azione di esproprio di alcuni terreni il Campidoglio sta dando ora il via alla realizzazione dell’ultimo tratto.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Mah, una volta prima si espropriava e poi si realizzava l’opera pubblica. Ho paura che il contrario non porti fortuna… la strada è pronta, di notte è illuminata, ma non possiamo utilizzarla. E segli espropriati si opporranno giudizialmente agli espropri?

  2. Non credo che gli espropiati possano vincere una causa del genere, visto che in questo caso stiamo parlando di una infrastruttura destinato all’interesse della collettivita la quale ha sempre priorità sui privati cittadini. Fermo restando che sono d’accordo con Maurizio sul fatto che sarebbe stato più opportuno prima espropiare e poi realizzare l’opera.

  3. A me non sembra che la notte sia illuminta…..stasera ci farò caso.

    Mentre sicuramente qualcuno dovrebbe far qualcosa per sgomberare le baracche che sono venute alla luce lungo questa nuova strada, che al momento sembra una discarica

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome