Home ATTUALITÀ Acqua e sabbia dai rubinetti di Roma Nord

Acqua e sabbia dai rubinetti di Roma Nord

Ad Ottavia, alla Balduina, nella zona Trionfale più bassa, fino a piazzale Clodio, ma anche sulla Cassia, a La Storta ed alla Cerquetta, qualcosa non va nell’acqua dei rubinetti dai quali esce un materiale sabbioso che intasa i filtri fino quasi ad otturarli. La denuncia parte dal Comitato Lucchina e Ottavia sulla base di numerose email ricevute da cittadini allarmati per la presenza di questa misteriosa sabbia nell’acqua domestica.

Al Comitato un cittadino ha scritto: “il flusso dell’acqua è fortemente ridotto quasi un rigagnolo e i filtri dei rubinetti intasati da tale materia”. Gli fa eco una residente di Monte Mario scrivendo: “Il problema va avanti da qualche tempo e ci costringe a pulire i filtri ogni settimana, non immagino cosa ci sia nella caldaia e nell’acqua che beviamo e usiamo per cucinare, per favore intervenite”.

La denuncia viene confermata anche dal Coordinamento Comitati Roma Nord al quale il Comitato Lucchina e Ottavia aderisce. Infatti nella relativa pagina facebook si legge: “Anche alla Storta, alla Cerquetta, alla Balduina è stato segnalato lo stesso fenomeno. Ma cosa succederà ai nostri reni ? L’accumulo di sabbia, granelli, micro-scaglie nei “rompi-getto” dei rubinetti è incredibile.E’ richiesta la loro pulizia anche ogni due giorni altrimenti il flusso dell’acqua si riduce sensibilmente. Chiediamo all’ACEA, al Comune di Roma, all’ARPA Lazio e alle ASL di intervenire subito e di spiegare urgentemente ai cittadini l’origine di questo fenomeno. E’ forse dovuto ad interventi volti ad abbassare il contenuto dell’Arsenico nell’acqua potabile ?”.

Un ulteriore serio allarme giunge dalla zona di Primavalle da dove Chiara ha scritto al Comitato: “anche a Primavalle sta succedendo la stessa cosa, nei filtri sempre più spesso intasati trovi della sabbia marrone e spesso l’acqua ha un sapore sgradevole come se ci fosse del disinfettante abbiamo provato a chiedere ma nessuno sa dirci cosa succede…”

Ed alla nostra redazione è giunta notizia che anche a Prima Porta, così come nel comune di Sacrofano, si sono verificati problemi di residui sabbiosi nelle condutture domestiche.

E’ indubbio che si tratta di un problema molto delicato che riguarda la potabilità e, di conseguenza, la salute dei cittadini.Un problema che pochissimi giorni fa è stato trattato anche dal Corriere della Sera. Non sono solo quindi i media locali ed i comitati di quartiere a percepirne la gravità pur rappresentando il termometro del territorio. Ed è dal Comitato Lucchina e Ottavia che si leva il primo appello.

Sul sito del Comitato  si legge infatti: “noi chiediamo a tutti gli enti che hanno competenza e responsabilità in materia di compiere con urgenza tutti i dovuti accertamenti e di informare ufficialmente la popolazione, al fine di rassicurarla su ciò che sta avvenendo nelle conduttore idriche che dall’acquedotto portano l’acqua nelle nostre case. E soprattutto di far sapere se qualcosa è cambiato nella potabilità.”

Visita la nostra pagina di Facebook

16 COMMENTI

  1. Abitod a due anni sulla Cassia, all’altezza di via san Godenzo. la situazione è preoccupante e fastidiosa: i filtri dei rubinetti, le docce, tutto si blocca in pochi giorni. pensavo i vecchi tubi del mio condominio, evidentemente non è così…

  2. Stesso problema anche a Riano. Il problema esisteva gia in maniera lieve da tempo. Negli ultimi sei mesi il problema é nettamente peggiorato…

  3. Abito vicino a Ponte Milvio, da qualche anno dovevo comunque pulire con una certa regolarità i filtri dei rubinetti per migliorare il flusso dell’acqua. Da qualche mese questa pulizia è diventata quasi quotidiana, e ogni giorno trovo dela sabbia gialla che ostruisce i rubinetti!

  4. Abito a Case e Campi e questo problema ci affligge da mesi.
    Abbiamo infrormato tempestivamente tutte le autorità preposte oltre, ovviamente all’Acea.
    Ovviamente nulla è successo!
    Abbiamo fatto fare delle analisi microbiologiche dell’acqua e abbiamo avuto come risultato che in alcuni campioni (non tutti quelli prelevati) risultava essere presente il batterio “Echischerichia coli”.
    A valle di questi risultati è stato fatto un esposto.
    Io da allora bevo solo acqua in bottiglia!

  5. La nostra sede del Movimento Difesa del Cittadino – sede di Roma Nord- si sta attivando a seguito delle numerose denunce ricevute.
    L’Acea ATO sta violando palesemente la Carta del servizio idrico integrato nonchè il regolamento di utenza che le impone la tempestiva manutenzione degli impianti, delle condutture e dei contatori.
    Intendiamo rivvolgerci anche agli organismi di controllo, affinché adottino tutte le iniziative necessarie ed opportune per indurre il gestore del servizio idrico al corretto ed esatto adempimento degli obblighi contrattuali, nonché per evitare che la fornitura idrica dia luogo a situazioni di pericolo di danno a cose e persone.
    Invitiamo tutti i cittadini a contattarci al fine di conoscere l’estensione territoriale del fenomento che interessa più zone di Roma Nord.

  6. Un mio parente ha avuto lo stesso problema a Labaro, in un appartamento restaurato da poco ma ancora disabitato.
    Un paio di mesi fa non uscendo l’acqua da alcuni rubinetti trovò la sabbia. Ma essendo un appartamento non abitato non ci diede peso. L’idraulico disse che forse dipendeva da lavori effettuati nel palazzo, di cui però il mio parente non aveva notizie.
    Anche la caldaia improvvisamente non funzionava. Aspetta l’intervento del tecnico.
    Adesso però mi vnegono molti domande sull’origine del guasto e della sabbia dai rubinetti.
    A parte Pandolfi, qualcuno è intervenuto dando qualche spiegazione dle fenomeno?
    Bisogna preoccuparsi e quindi informare i cittadini oppure no?
    Saluti
    Angela

  7. Abito sulla Cassia all’altezza di Via due Ponti ed ho lo stesso problema della sabbia e/o particelle solide presenti nell’acqua corrente che ostruiscono i filtri dei rubinetti di casa, costringendomi con cadenza settimanale e ultimamente quasi giornaliera ad effettuarne la pulizia.
    Ultimamente sono stato costretto a rimuovere i riduttori di flusso per il risparmio di acqua ed energia ma nonostante ciò i rubinetti continuano ad intasarsi e temo seriamente che la presenza di questi elementi impuri possano pregiudicare la potabilità dell’acqua con possibili gravi conseguenze anche sulla salute.
    Come è possibile che da parte del Comune, del Municipio e degli enti gestori del servizio non ci sia alcuna informativa in merito? Qualcuno sta effettuando dei controlli? Cosa si deve fare per sensibilizzare concretamente l’amministrazione comunale?
    Mi piacerebbe ricevere qualche risposta concreta in merito
    Saluti
    Andrea

  8. Anche a me è capitata la stessa cosa. Abito a Val Cannuta, zona Aurelia e da 3 mesi l’acqua che esce dai runinetti ha sensibilmente diminuito pressione e portata e contiene sabbia di color rossiccio (tipo il colore della ruggine). Ho speso già 250 euro di interventi idraulici ma il problema persiste. Dovrò chiamare nuovamente qualcuno perchè senza acqua è impossibile stare! E poi sono preoccupata per la salute della mia famiglia, non capisco da cosa possa dipendere e che razza di inflitrazione sia…. la mia caldaia, inoltre, è nuova. Pertanto mi associo alle proteste e agli esposti già fatti e/o da fare.
    Grazie
    Roberta
    (Roma Nord – Aurelia)

  9. Abito alla Cerquetta, ho lo stesso problema da mesi, devo pulire i filtri spesso e ho dovuto sostituire il riduttore di pressione perchè intasato dalla sabbia. I miei vicini dicono che a loro non succede. Succede ad altri alla Cerquetta?
    Grazie.
    Gianni

  10. Finalmente si comincia a parlare di questa storia che qui a Pineta Sacchetti va avanti da mesi! L’ACEA, dopo numerose chiamate, mi dice che l’acqua per loro è potabile, ma voi la berreste un’acqua piena di sabbia? La dareste a un bambino o ad un anziano?

  11. Abito a La Storta e sono arrivato al punto di dover pulire i filtri QUOTIDIANAMENTE. Temo per eventuali conseguenze sulla salute e immagino i danni causati a caldaie etc. Chi ci risarcirà?

  12. zona la sorta, anche noi abbiamo questo problema che persiste da mesi,abbiamo fatto fare il lavaggio della caldaia “avente due anni di vita” pagando 200 euro e abbiamo lo stesso problema,dai rubinetti esce non solo sabbiolina ma granuli neri di terra filtri da pulire quotidianamente cattivo odore e sapore dell acqua tipo fogna per non essere volgare ma non ho visto alcuna comunicazione affissa nella zona.ho acquistato l acqua in bottiglia anche se viene spontaneo berla dal rubinetto soprattutto dai miei figli.PENSO, ANZI E’ SCANDALOSO VERGOGNA.L INFORMAZIONE PER LA NOSTRA SALUTE E’ UN DIRITTO.

  13. Abito in Via forte boccea dal mio rubinetto esce acqua marroncina che contiene granelli marrone e sabbia,come ho letto in altri commenti.
    La caldaia ha degli inconvenienti giustificati dal tecnico dall’intasamento dei tubi.
    M.E.

  14. si vede che il problema NON E’ STATO ANCORA RISOLTO esce acqua con sabbia a via della MENDOLA! Ma questo avviene da quando sono stati fatti i lavori di riparazione di un tubo condominiale nel terreno. COSA BISOGNA FARE???????

  15. Abito alla Cerquetta e per prassi ho sempre pulito i rompigetto una volta a settimana, qualche volta ci trovo un po’ di residui di terra ma ho sempre creduto che dipendesse dai numerosi cantieri edili che ci circondano e ogni volta che si allacciano chiudono e poi riaprono l’acqua. Da quanto ne so, dovremmo essere serviti dall’acquedotto del Peschiera esente, almeno per ora dell’arsenico.
    Mi piacerebbe sapere con certezza se le cose stanno così.
    In ogni caso mi fido poco dell’acqua imbottigliata nel PET e spesso stoccata e trasportata in modo improprio. Finchè vedrò il nasone (fontanella) all’angolo fra via Cassia e via Baraccianese all’altezza del dazio continuare ad elargire ottima acqua non mi allarmerei…. esistono comunque in commercio kit per l’analisi delle acque i più affidabili sono quelli delle associazioni dei consumatori ad esempio Altroconsumo.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome