Home ATTUALITÀ XX Municipio – Scivola la maggioranza sui marciapiedi fai-da-te

XX Municipio – Scivola la maggioranza sui marciapiedi fai-da-te

Un tema caldo quello dei marciapiedi fai-da-te di via Flaminia Vecchia. A pochi passi da Ponte Milvio infatti, grazie ad una direttiva della presidenza del XX Municipio, due locali di somministrazione hanno allargato il marciapiede per accogliere sedie e tavoli, sottraendo però posti auto. Ne doveva discutere il Consiglio odierno ma gran parte della maggioranza non si è presentata facendo venir meno il numero legale. Una buccia di banana?

Non c’è pace per Ponte Milvio. Appena passata la bufera lucchetti ecco che all’orizzonte spunta quella dei marciapiedi di via Flaminia Vecchia. In realtà sono ormai due settimane che ne se parla dopo la prima denuncia del consigliere PD, Alessandro Cozza, che puntando il dito contro l’amministrazione locale già 15 giorni fa ha chiesto di far luce su quelle che ha definito essere “inaccettabili protuberanze di marciapiede che invadono la carreggiata e sottraggono posti auto”.

A dargli man forte è scesa poi in campo AssoCommercio Roma Nord, l’associazione degli operatori commerciali di zona, che in una lettera inviata ai vertici del Campidoglio, del XX Municipio e del XX Gruppo di Polizia locale di Roma Capitale a firma della sua presidente, Giovanna Marchese Bellaroto, denuncia “la mancanza di rispetto delle regole urbanistiche in contrasto con le autorizzazioni concesse dagli Uffici del XX Municipio che non hanno presente l’impossibilità di modificare a vantaggio di un singolo una porzione di sede stradale che attiene alla pertinenza pubblica ed è funzionale al normale svolgimento del traffico e della sosta”.

I due episodi di aumento dei marciapiedi sono diventati quindi un casus belli che vede da un lato Gianni Giacomini, presidente del XX Municipio – sua infatti è la direttiva che ha dato il via al caso -, e dall’altro l’opposizione, Assocommercio Roma Nord ed i tanti residenti di via Flaminia Vecchia ai quali sono stati sottratti diversi posti auto. Ma i due episodi sono diventati anche un serio precedente perché pare che, sull’onda del “perché lui si ed io no?”, i titolari di altri locali di somministrazione stiano preparando analoghe richieste.

Il caso doveva essere discusso oggi dal Consiglio municipale dove il PD aveva presentato una richiesta di revoca delle autorizzazioni già concesse. All’appello delle 10.30 il presidente Giacomini e gran parte della maggioranza ha però deciso di non presentarsi in aula facendo mancare il numero legale.
Una buccia di banana che a nostro avviso poteva essere evitata e che pare denunciare un certo imbarazzo nel trattare il tema.

Lo scivolone ha però indispettito non poco i presenti, visto che al momento dell’appello alcuni consiglieri della maggioranza e lo stesso presidente erano fuori dell’aula per poi trasferirsi in un altro piano dove un paio di residenti di via Flaminia Vecchia sono stati intrattenuti per un bel po’ sullo stesso tema, proprio quello che non ha trovato udienza in aula.

Ma tant’è. Di questi marciapiedi si tornerà a discutere fra pochi giorni, il Consiglio è stato infatti riconvocato per giovedì 22 dicembre con lo stesso ordine del giorno.

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. E questa volta il numero legale è diverso, forse sarà la volta buona per finirla con questo andazzo che da anni provoca danni nin Municipio XX

  2. invito il presidente Giacomini e gran parte della maggioranza che ha disertato la discussione a farsi un giro in via Flaminia in questi giorni di chaos pre natalizio e verificare di persona la bonta’ della loro scelta di allargare i marciapiedi!

    marciapiedi allargati =portafogli degli esercenti allargati=residenti incavolati

  3. Spero vivamente che in questa seconda seduta si raggiunga il numero legale, ma siamo anche vicini al Santo Natale e perciò ne dubito, anche se spero di essere smentito.
    Mi chiedo perchè si dà seguito alle istanze di pochi contro le richieste, tra l’altro di normalità, di moltissimi o forse tutti. Mah..chissà perchè!

  4. @ Gianluca: anche io vedendo cose incredibili (come il lievitare dei marcipiedi o il GONE che continua senza sosta a deliziarci con la sua discoteca a cielo aperto)mi chiedo spesso le stessa cosa: come puo’ un municipio dare seguito alle istanze e alle richieste di pochi (commercianti) contro le richieste, tra l’altro di normalità/civilta’/normale buon senso, di moltissimi o forse tutti i cittadini.

    una risposta c’e’ e la conosciamo tutti

  5. @Paolo i perchè li sappiamo tutti……. più che altro possibile che si guardi sempre al lucro e mai alla qualità della vita?????

  6. « Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, marciapiedi fai da te che sorgono all’improvviso, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser, e Monsignori occuparsi di cassonetti….
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo…
    come lacrime nella pioggia.
    È tempo…di morire. »

  7. caro Decio le ultime trovate del municipio sono degne del bagaglino

    PS bella citazione
    il film e’ stra-noto ma il libro a cui e’ ispirato (“do androids dream of electric sheeps?”) di P.K.Dick molto meno

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome