Home ARTE E CULTURA OneZone Photos and Sound alla Torretta Valadier di Ponte Milvio

OneZone Photos and Sound alla Torretta Valadier di Ponte Milvio

Si è inaugurata ieri alla Torretta Valadier di Ponte Milvio la mostra OneZone – Photos and Sounds, appuntamento dedicato alla fotografia ed alla musica e che nasce dall’incontro tra due artisti, il fotografo Andrea Piovesan ed il musicista Francesco Novara. La mostra, organizzata da First Stars Productions e aperta fino al 16 novembre, raccoglie, attraverso una selezione di immagini e suoni, la riflessione più profonda e più recente dei due artisti nella quale due grandi temi si intrecciano: il desiderio di contemplazione e la ricerca costante ed instancabile che intende trovare la “bellezza nell’inatteso” come risposta all’irrequietezza della vita contemporanea.

OneZone, oltre ad essere il titolo della mostra diventa così un “luogo” di sperimentazione, il frutto di un esercizio di “lettura praticata” e vissuta nei confronti del “corpo” urbano, con sguardo selettivo, messa a fuoco e profondità di campo. Un viaggio che, città dopo città, suono dopo suono, tenta di trovare corrispondenze e analogie nelle storie che racconta.

Andrea Piovesan inizia a fotografare all’età 13 anni, trovando nell’uovo di Pasqua una macchinetta fotografica di carta. Sin da bambino, è attratto dalla magia del cinema e dai dettagli che riesce a scovare nei fotogrammi durante le proiezioni. Si diploma all’Accademia di Belle Arti a Venezia e proprio nella città lagunare coltiva la passione per la fotografia. Il primo periodo di studi si concentra sul Bianco&Nero, passando poi, con l’avvento del digitale, all’approfondimento del colore, dove lo appassiona il controllo totale delle cromie.

Con la maturità, il lato più introspettivo del suo carattere lascia spazio ad una nuova dimensione percettiva e scopre, attraverso l’obiettivo, la forza di “guardare” e di avvicinarsi agli altri. Il suo sguardo indaga i luoghi e gli oggetti del quotidiano, la naturalezza di un gesto, i frammenti di storie anche solo immaginate… nel tentativo di fissare un punto in mezzo allo scorrere infinito del tempo.

La sua esperienza a livello professionale passa attraverso il ritratto ed il reportage, spaziando nelle varie discipline della fotografia e nelle collaborazioni con artisti di livello internazionale.

Francesco Novara inizia a suonare in chiesa, poiché il parroco aveva bisogno di un chitarrista per la domenica e si ritrova sull’altare a strimpellare inni durante la messa. Adolescente, fonda una band, una scusa – dice – per conquistare le ragazze. Solo quando un produttore gli offre di lavorare per lui, decide di prendere la musica in maniera seria.

Scappato di casa e lasciata l’università, per mantenersi, di notte lavora come cameriere e durante il giorno suona in studio cercando di affinare la tecnica. Durante un turno di lavoro conosce Andres Reymondes, l’allora capo di un importante dipartimento di musica. Da quel giorno, si occupa di tutto quello che riguarda l’audio all’interno di una delle principali aziende a livello internazionale e nel frattempo collabora con diversi studi esterni come consulente musicale.

Dice di non avere uno stile preciso, perché di volta in volta deve adattarsi alle richieste dei clienti, passando dallo spot pubblicitario al documentario, cercando di fondere il suono con le immagini.

First Star Productions è una società italiana di management e produzione con base a Roma, fondata da un gruppo internazionale proveniente dagli Stati Uniti e l’Italia.

La società nasce per diffondere una luce nuova sulla tradizione italiana di innovazione e visione artistica – per promuovere nuovi talenti, idee artistiche innovative che parlino del mondo intorno a noi – traducendo poi questa visione in forma artistica.

First Star cura il management di una varietà di eventi che includono il Teatro, la Fotografia, la Musica ed il Video sempre favorendo artisti emergenti, sviluppando gli stili ed i soggetti originali.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome