Home ATTUALITÀ Giochi di strada, chi li ricorda?

Giochi di strada, chi li ricorda?

Torna oggi, domenica 23 ottobre, ai Fori Imperiali la manifestazione “La Memoria dei Giochi di Strada”, giunta alla sua IX edizione. L’iniziativa – che si svolge fino alle 17 – vuole riproporre alcuni sport e giochi della tradizione popolare che in passato costituivano momenti di svago e di aggregazione sociale. L’obiettivo è quello di evitare che questo patrimonio vada perduto con la memoria degli anziani e quello di farli conoscere ed apprezzare ai più giovani, soprattutto a quelli nati e cresciuti nelle città.

Lungo via dei Fori Imperiali – spiega il sito del Campidoglio – negli stand ed aree sportive interattive e sotto la guida di esperti istruttori, si potranno cimentare nelle varie specialità non soltanto i praticanti, ma tutti coloro che vorranno intervenire.

Tra i tanti giochi selezionati: carrettini, pattini a rotelle, monopattino, minitango, tamburello, indoboard, rollerblade, calcio balilla, badminton, biliardo, bocce, corsa con il sacco, ciclo tappi, chiodo bucato, salto della corda, caccia al tesoro, ruba bandiera, tennis trainer, scacchi, scherma antica, tiro con la balestra, tiro alla fune, morra, lancio della ruzzola, freccette, campana, 4 cantoni, 1,2,3 stella, cerchio, lancio della ruzzola, ruzzolone e formaggio, birilli, bocce, piastrelle, la lippa o nizza, trottola, piastrelle.

Fra le novità anche i trampoli, la corsa con le brocche o pignatta, gli sbandieratori di Firenze, i giochi valdostani quali lo tsan, il fiolet, rebatta e il palet. Gli strumenti di questi giochi di origine montanara sono quasi tutti costruiti in legno, sono stati tramandati con pochissime modifiche e sono praticati da moltissimi appassionati.

Presenti anche i Carrettini del club Ferrari, vetture a spinta gravitazionale quindi prive di motore e ad impatto zero.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome