Home ARTE E CULTURA Che Guevara fotografo, una mostra rivoluzionaria nel Museo di Roma

Che Guevara fotografo, una mostra rivoluzionaria nel Museo di Roma

La mostra, presentata in forma parziale per la prima volta a Cuba nel 1990, ha poi attraversato una dozzina di città latinoamericane ed europee e ora, ospitata negli spazi del Museo di Roma in Trastevere, si propone di far conoscere la produzione fotografica di Ernesto Che Guevara: un’occasione unica per conoscere il lato artistico di una delle maggiori icone rivoluzionarie, da quando era giovane fino agli ultimi giorni in Bolivia.

232 copie fotografiche moderne – realizzate a partire da positivi e negativi originali in bianco e nero e a colori – fermano singoli momenti della vita del Che e delle sue imprese, i luoghi e le persone incontrate durante i suoi viaggi.

Ne dà notizia il sito di Roma Capitale spiegando che in mostra, insieme alle foto, ci sono anche interviste inedite, registrate in video, a persone che hanno accompagnato Guevara nel corso della sua vita, diventando testimoni eccezionali di tutta la sua opera, e a specialisti di diversi settori artistici che confermano l’importanza che l’autore assegnava alla fotografia sia come forma d’arte sia come mezzo di documentazione. In alcune immagini, di autori noti e anonimi, il Che appare accompagnato dalle sue macchine fotografiche.

Alla mostra ha collaborato l’associazione onlus Aissai; il materiale è concesso dal Centro de Estudios Che Guevara, La Habana – Cuba.

“Che Guevara fotografo” – spiega ancora il sito capitolino – si tiene in concomitanza con un’altra mostra alla quale è, per certi aspetti, necessariamente legata: “Cuba, una storia anche italiana”, che propone un itinerario inedito lungo cinque secoli che rivela le influenze culturali ed artistiche italiane nella società cubana: l’architettura nelle città, il cinema dagli anni ’50 a oggi, la musica fin dal 1700.

Due culture, la cubana e l’italiana, si rivelano più affini di quanto ci si aspetti, legate da vicende e personaggi – Colombo, tra gli altri – e dall’influenza della cultura e dell’arte spagnole. Un filo, non sempre noto, riportato alla luce da immagini, documenti e rari supporti audio-video, animato da conferenze e dibattiti e da una serie di eventi dal vivo.
L’esposizione, coordinata da Marco Marini, è stata ideata dall’Associazione “L’Altra P…Arte” e si è poi concretizzata grazie al contributo di tanti testimoni e protagonisti di questa vicenda e, tra gli altri, vede la partecipazione, particolarmente gradita e stimolante, di Renzo Arbore, Philippe Daverio, Gianni Minà, Franco Pecci, Eusebio Leal Spengler.

Le mostre sono promosse dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali, in collaborazione con l’Ambasciata di Cuba in Italia.

Che Guevara fotografo: 17 Giugno – 11 Settembre

Cuba, una storia anche italiana: 17 giugno – 2 ottobre 2011

Museo di Roma in Trastevere, Piazza S.Egidio 1 dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 20
Biglietto 6,50 euro (ridotto 5,50) residenti nel Comune di Roma 5,50 euro (ridotto 4,50)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome