Home ATTUALITÀ Pedaggio sul GRA – Alemanno: è giusto non pagarlo. Ecco il video

Pedaggio sul GRA – Alemanno: è giusto non pagarlo. Ecco il video

“A mio avviso i romani non vogliono pagare perchè sono arretrati culturalmente”. Lo ha detto il viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli nella serata di ieri, mercoledì 23 giugno. Poi si è scusato, dicendo che il suo pensiero è stato mal interpretato. Immediate le reazioni a livello locale. Da Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, a Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, per finire con il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che in un video diffuso su youtube dal suo staff, dice che “le scuse non bastano” e spiega perchè è giusto che i romani ed i pendolari dell’hinterland non paghino il Grande Raccordo Anulare. Ecco il video.

Zingaretti: “Il viceministro Castelli non l’hanno voluto neanche quelli del suo Comune: le sue opinioni contano poco perché per fortuna rappresenta un’oligarchia minoritaria e invidiosa. La stravaganza è che un tipo del genere che in qualsiasi paese del mondo potrebbe fare a malapena l’attacchino, qui, grazie alla destra, fa parte del Governo “.

Polverini: “Roberto Castelli ce l’ha con tecnici e politici, anziche’ con tutti i romani? Comunque sempre romani sono. Non mi pare che l’offesa sia meno grave. Mi auguro che Castelli riprenda una dialettica propria di un rappresentante delle istituzioni e comunque non volgare. Cio’, perche’ al di la’ di aver ristretto il cerchio, io comunque non ci sto a far definire e a farmi definire come una persona ignorante. Ignoro molte materie e di queste non ne parlo ma sicuramente non posso ignorare la difesa del mio territorio e delle persone che mi hanno eletto”

Alemanno: “Castelli è ignorante, non sa che il Grande raccordo non è una tangenziale ma una strada interna di Roma, che è indispensabile per la circolazione. C’è una profonda ignoranza dietro a chi dice queste cose: se uno è un ministro, un rappresentante dell’intera nazione non si può permettere di attaccare una parte della nazione per esaltarne un’altra”

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=Y63KqEuVPKY&autoplay=0 470 385]

Visita la nostra pagina di Facebook

11 COMMENTI

  1. Beh, allora perché noi a Milano dovremmo continuare a pagare autostrde insufficienti e tratti di tangenziale perennemente incolonnati??? Cosa sono questi privilegi a Roma??? Ma stiamo scherzando? Sarebbe ora che o si paga tutti o si paga nessuno! Basta con queste discriminazioni a chi lavora al Nord!!!

  2. Non mi sembra azzeccato il paragone tra le tangenziali di Milano e il GRA. Sono due tipologie di strade differenti. Il GRA è per definizione una strada urbana. Le tangenziali di Milano non mi sembra che lo siano. Sono strade di raccordo verso le autostrade. Facessero piuttosto qualcosa per evitare gli incolonnamenti perenni.

  3. Caro Marco , ( a costo di rinverdire la polemica nord-centro-sud ) , tutti questi provilegi non li vedo.
    La tangenziale per voi che abitate in una piccola città ( 183,77 km²per circa 1.320.000 abitanti ) è come un’autostrada per entrare od uscire da Milano.
    Noi invece che siamo “costretti” a vivere in questa metropoli ( 1.285,3057 km²per circa 2.700.00 abitanti ) è l’unica percorrenza che abbiamo per spostarci nell’ambito cittadino senza essere costretti ad attraversare l’Urbe ( rimanendo ingolfati nel traffico e quindi aumentandolo ).
    Magari la stessa distanza nord-sud di Roma per voi equivale arrivare a Varese.
    Buon per voi e bravi voi che avete una metropolitana funzionante ed estesa.
    E’ pure vero che potreste scavare all’infinito e trovare il nulla..
    Questione di dimensioni , come tante altre cose.
    A proposito , ci sono ancora piatti e forchette ai lati dell’autostradata Milano-Varese per quanto ci hanno mangiato ( tutti ). Questi i veri privilegi.

  4. Guarda tu se mi tocca difendere un leghista…

    Questa polemica è del tutto strumentale, perché castelli ha detto tutt’altro a radio 24, e chiunque abbia sentito la trasmissione lo sa.
    Pedaggio solo per chi usa il gra dall’esterno. Arretrati culturalmente non era riferito alla cittadinanza ma alla filosofia della politica romana.

    Evidente che nessuno ha sentito direttamente, ma tutti chiacchierano sul nulla.

    Dopo la guerra e l’odio ai quali la lega ci ha abituato per anni, mentre polverini e alemanno ingozzavano bossi di rigatoni (uno degli show più abominevoli che roma ricordi), perché esce ancora la polemichetta sul raccordo?

    Per recuperare il solito consenso straccione, a roma sbraitando contro il nord, al nord sbraitando contro roma, per non parlare di cose serie.

    Ma ci prendono proprio per cretini!

  5. classico commento di chi per fare dispetto alla moglie si taglierebbe….! Pur di dare addosso ad Alemanno la polemica è strumentale, castelli l’è un brav fieul, siamo noi, anzi quel solito attacca brighe di alemanno che ha capito male !
    A Piè, detta alla romana, sitte piace pagà le tangenziali poi pure annà a vive a monza o a carimate perchè tanto l’anulare noi romani nun lo pagheremo mai !!

  6. Piero, che vuol dire “solo per chi usa il GRA dall’esterno”? Quale è il limite di esterno? Se provengo da una consolare, provengo dall’esterno? Vogliono rimettere l’extra costo ai caselli in ingresso a Roma per chi arriva dalle autostrade? E per la Roma-Fiumicino, allora, paga solo chi arriva dalla Roma-Civitavecchia o anche chi vi si immette dal GRA?
    Comunque sia, un ignobile tassa per un servizio scadentissimo, viste le ore che ognuno di noi, che provenga dall’esterno o meno, perde appena arriva sul GRA.
    Se l’Anas ha bisogno di soldi che dimuniscano lo stipendio a quel parassita incapace di Ciucci!

  7. Esatto Onofrio, vogliono rimettere l’extra costo ai caselli per chi arriva dalle autostrade.

    Daje Luca, combatti a petto ignudo contro li barbari! Nun pagheremo mai! Er popolo de roma? Sei popo n gladiatore. Dimme npò, ma te l’hai sentito o l’hai letto sur giornaletto naa metro? Te vojo da na dritta, co castelli siete alleati! Te lo saresti mai creso!?

  8. L’ANAS mi ha risposto sul pedaggio che il governo intende inserire.

    “Per quanto riguarda il Pedaggio del GRA la informiamo che, in applicazione dei disposti normativi, il 13 settembre 2010 l’ANAS ha pubblicato il bando di gara per la fornitura e messa in opera di un sistema di esazione senza barriere sulle autostrade ed i raccordi autostradali, ma l’individuazione definitiva delle tratte da pedaggiare, i criteri e le modalità relative all’applicazione del pedaggio saranno stabiliti con l’emanando decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri previsto dall’art. 15, comma 1, del decreto legge 78 del 2010, convertito con modificazioni in legge 30 luglio 2010, n. 122. Informazioni più dettagliate relative alla sua istanza, potranno pertanto essere fornite solo ad avvenuta pubblicazione di suddetto decreto ed in concomitanza con l’eventuale applicazione del pedaggio.”

  9. Caro Marco di Milano,
    è da sempre che ritengo molto sbagliato il pedaggio sulla tangenziale di Milano, anche se ho una conoscienza approssimativa della situazione. Ma se guardi questo sito – http://it.wikipedia.org/wiki/Zone_di_Roma – puoi documentarti e vedere che il GRA è tutto interno al comune di roma, anzi racchiude meno della metà del territorio comunale. Vedrai poi che quasi mezzo milione di romani vivono fuori dal raccordo ed altrettanti a ridosso del raccordo e per spostarsi non possono fare a meno del raccordo.
    Solo sulla cassia, fuori dal GRA ci sono oltre 40mila cittadini romani, e per andare al loro municipio (che si trova sulla Flaminia) NON possono fare altro che prendere il GRA. Per anfare al Municipio, mica per andare in settimana bianca!! Insomma, il GRA è una strada cittadina. Invece la fiano san cesareo è una vera tangenziale ed è a pagamento e nessuno protesta.
    Vedi, se il ministro leghista non fosse quello che è, casomai chiederebbe di far cacciare i soldi per le infrastrutture ai palazzinari che hanno fatto i soldi a palate.

    Caro Marco, un saluto. Francesco

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome