Home ATTUALITÀ Fleming – Scipione, Sciarretti (PdL): come cambierà la viabilità di via Valdagno

Fleming – Scipione, Sciarretti (PdL): come cambierà la viabilità di via Valdagno

Antonio Scipione, consigliere PdL del XX Municipio con delega alla mobilità e traffico, e Luciano Sciarretti, presidente della Commissione Mobilità, fanno sapere a VignaClaraBlog.it che nella seduta odierna della Commissione è stato affrontato il problema della viabilità di Via Valdagno, così come sollevato dal XX Gruppo di Polizia Municipale. “A seguito degli esposti ricevuti dai cittadini – spiegano – erano state infatti avanzate da parte della Polizia Municipale le ipotesi di istituire il senso unico di marcia su Via Valdagno, da Piazza Melegari e fino a Via Civitella D’Agliano, consentendo la sosta sul lato sinistro, ovvero di mantenere il doppio senso di marcia ma con l’istituzione del divieto di sosta su ambo i lati della strada.”

“Tali ipotesi, le uniche possibili in base alle norme dettate dal Codice della Strada, sono scaturite dal fatto che la larghezza della sede stradale non permette il mantenimento dell’attuale situazione (doppio senso di marcia e sosta su un lato della carreggiata).
La Commissione, al fine di consentire il mantenimento della sosta (40/50 posti auto), dopo aver effettuato un sopralluogo e aver dedicato all’argomento altre sedute, anche alla presenza della Polizia Municipale, ha optato per l’istituzione del senso unico di marcia; ora la parola spetterà al Consiglio del Municipio che si dovrà esprimere sulla proposta avanzata dalla Polizia Municipale.”

“Sicuramente spiegano ancora Antonio Scipione e Luciano Sciarretti – tale scelta comporterà l’aumento del transito veicolare sulle strade limitrofe ma sarebbe stata cosa peggiore eliminare totalmente la sosta; infatti, tutti i giorni 40/50 automobilisti sarebbero stati costretti a girare per il quartiere alla ricerca di un posto dove parcheggiare incrementando, ancor di più, il traffico veicolare. Altre alternative, come l’ipotesi di istituire il senso unico alternato lasciando invariata la sosta, non erano attuabili.”

La decisione finale ora spetterà al Consiglio municipale che naturalmente, è sovrano. “Ci auguriamo – concludono Scipione e Sciarretti – una decisione largamente condivisa, qualunque essa sia, e che non ci sia chi vorrà alimentare inutili polemiche dal momento che le soluzioni possibili sono, nostro malgrado, solamente quelle prospettate.”.

 Un analogo problema esistente su Via Panattoni sarà preso in esame dalla Commissione in una delle prossime sedute.

Visita la nostra pagina di Facebook

23 COMMENTI

  1. Beh io da cittadina del fleming dico assolutamente no. Già il traffico di via nitti e via Flaminia vecchia è un disastro , così create ancora più disagi. Potreste levare i parcheggi da un lato e far parcheggiare le macchine nella piazzetta dove c’è il mercato. Oppure come tutti i mortali parcheggiare un pochino più lontano e fare due passi !

  2. I CITTADINI di via Valdagno, via Cappelli, Via Marostica etc etc in centinaia hanno RACCOLTO LE FIRME CONTRO l’istituzione del SENSO UNICO SU VIA VALDAGNO, grazie all’iniziativa dell’Associazione residenti Flaming e del Consigliere del XX Municipio, Giorgio Mori.
    Perchè la Commissione non ne ha tenuto conto? perchè nell’articolo non se ne parla?
    I CITTADINI DEL FLEMING SONO CONTRARI ALL’ISTITUZIONE DEL SENSO UNICO SU VIA VALDAGNO E LO HANNO DIMOSTRATO CON la raccolta di firme sia per le disagevoli ripercussioni su via Flaminia sia perchè, una volta istituito il senso unico, in quei pochi metri di strada la velocità delle auto sarebbe completamente fuori controllo.
    Già adesso quando si mette il piede fuori dal portone si rischia quotidianamente di essere investiti dalle auto che, quando il senso opposto di marcia non è impegnato da altri veicoli, marciano a velocità sostenutissima, senza tenere in alcun conto la presenza di pedoni che nella maggior parte dei casi sono anziani e bambini, nonchè della uscita di altre vetture dai garage dei palazzi affacciati sulla via.

  3. ….la cosa più preoccupante è quando i “geni” del Municipio si mettono all’opera per cercare di complicare la (prealtro già difficile) vita dei cittadini.
    La nuova bella pensata è quella di dover percorrere, uscendo da via valdagno per andare sulla via Bevagna, nell’ordine: via Valdagno, Via Civitella d’agliano, Via Nitti, Via Flaminia…. EVVIVA….!!!!
    Vi prego di non partorire più scempiaggini simili….FERMATEVI !!!!!

  4. Non capisco perchè ogni tanto i vigili urbani del XX Municipio ‘ come per magia’ vogliono modificare situazioni acquisite da decenni. Nonostante qualche piccola difficoltà che non si può negare, un senso unico creerebbe il panico sulle vie limitrofe!!! Pensateci bene!!!

  5. ….ma Sciarretti e Scipione ‘ndo abbitano…???? conoscono il Fleming…???? Me sà tanto che l’anno visto solo su Google Maps…… 😀

  6. Sono uno dei commercianti della piazza Melegari.
    Penso che tale decisione sarebbe un danno per tutti noi che lavoriamo nella piazza, ma anche per tutti i cittadini che abitano nelle vie limitrofe.
    Con un sondaggio che ho fatto coi miei clienti che sono quasi tutti del quartiere, il risultato è stato quasi del 100 % contrari alla scelta del senso unico.
    Ma vi rendete conto di quello che succederebbe se tutti i veicoli passassero a velocità elevata su Via Valdagno, sapendo che la via è sostanzialmente senza marciapiedi calpestabili (tutti camminano per strada infatti) e con molti anziani?
    Io spero che ripenserete tale scelta per il bene di tutti.
    Gamal

  7. Vorrei fare alcune precisazioni senza poi più voler tornare sull’argomento.
    Nessuna, ripeto nessuna, decisione definitiva è stata assunta in merito alla modifica della viabilità di Via Valdagno, in quanto quella finale spetterà al Consiglio.
    La proposta (o il senso unico o il doppio senso di marcia eliminando la sosta) è stata avanzata dalla Polizia Municipale che ha chiesto un parere al Municipio; se il Municipio non si esprime la Polizia Municipale adotterà, comunque, la soluzione che reputa migliore e cioè il senso unico (lo si evince dalla nota con cui è stata inviata la proposta stessa)
    I Consiglieri chiamati in causa (il sottoscritto e Sciarretti) pur non vivendo al Fleming conoscono bene la zona e pensavano che sarebbe stato meglio per il quartiere non privarsi di un consistente numero di posti auto (40/50) in una zona già fortemente deficitaria.
    In Commissione Mobilità nessun Consigliere, neanche il Cons. Mori, si sono espressi in modo contrario all’ipotesi di istituire il senso unico di marcia ma hanno preferito astenersi mentre chi si è espresso almeno ci ha messo la faccia: sarebbe troppo facile non esprimersi e poi dare la colpa alla Polizia Municipale per una decisione che già tutti conoscono ed è irreversibile, nostro malgrado.
    Se ci saranno dei consiglieri che in Aula vorranno modificare il parere (dando così parere favorevole al doppio senso di marcia) ben vengano, da parte mia non ci sarà nessun tipo di ostruzionismo, anche perchè la proposta non è la mia.
    Grazie.
    Antonio Scipione

  8. Caro Scipione, pur apprezzando il tuo impegno volto a definire e chiarire la questione, non hai ricostruito fedelmente quanto accaduto in commissione traffico martedì, per cui mi sento in diritto/dovere di spiegare in modo più circostanziato i fatti.
    Io mi sono astenuto semplicemente perchè volevo che emergesse con chiarezza da verbale che io non avevo votato favorevolmente.
    Stante il fatto che, benevolmente nei tuoi confronti, si è pensato di non chiedere, adesso, il voto per appello nominale, risulta chiaramente da verbale che il voto è stato favorevole, ma con l’astensione dei Conss. Tolli, Paris e Mori.
    I lettori debbono essere informati del fatto che l’identificazione del voto, se l’appello non è in forma nominale, può avvenire solo quando ci si astiene.
    Paradossalmente, se io avessi votato in modo “contrario”, il mio voto non sarebbe stato rilevato e sarebbe stato semplicemente citato “col voto favorevole dei presenti”, ma qualche “furbetto” avrebbe potuto dire che io ero stato tra i favorevoli e invece deve essere chiaro che non è così.
    Ti sarebbe bastato però non omettere il fatto che io ho depositato, per conto dell’Associazione Residenti Fleming, ben 300 firme di cittadini contrari all’istituzione del senso unico, che ho riferito di aver partecipato alla raccolta e che la condividevo. Ma nulla di tutto questo emerge dal tuo comunicato e dal tuo commento.
    Vedi, io ho solo paura che questo intervento, come altri lo sono stati e forse lo saranno, valutato al di fuori di un’ottica complessiva, possa esporci alle critiche facili, ma giustificabili dell’opposizione, di non avere progettualità di sistema e pensare sempre e soltanto a soluzioni tampone, senza prendere in considerazione il contesto quanto meno zonale.
    Infine sono preoccupato perchè riconosco al Comandante Bracci di aver lavorato con attenzione nuova e risultati non indifferenti alla questione “traffico” su Via Flaminia Vecchia e ritengo che questo intervento potrebbe vanificare gli importanti sforzi del XX Gruppo, a cui, secondo il mio umile parere, potrebbero essere dati indirizzi e input diversi, complessivi e comunque di più facile sviluppo da parte della Commissione e tua, come Delegato alle Politiche della Mobilità del Municipio.
    G.Mori

  9. Mammia mia, quanti “bizantinismi di Palazzo” per un senso unico!
    A me la quastione pare semplice e non mi interessano minimamente le faide e i rapporti di forza all’interno del centrodestra del municipio.
    VIa Valdagno non può rimanere così. Non solo perché lo dice il Codice della Strada, ma perché é evidente a chiunque frequenti quella zona che gli incidenti, le litigate gli incastri di traffico sono una nota (dolente) quotidiana. Tre macchine affiancate in quella strada non passano in sicurezza e non c’è alcuna possibilità di allargare la sede stradale. Quindi o si fa il senso unico o si toglie la possibilità di parcheggio. Fine. Ha ragione Scipione.
    Giusto fare una petizione pubblica. Mi domando però se quella citata abbia senso. Mi spiego. Nel testo dei volantini appesi a tutti i pali del quartiere (che ora verranno gentilmente rimossi, vero?) si chiede di firmare per opporsi all’istituzione del senso unico. SI dimentica però di dire che ciò comporterebbe l’eliminazione dei parcheggi. E’ come se si raccogliessero le firme per l’abolizione delle tasse… firmerebbero milioni di persone in pochi giorni. Ma se si aggiungesse che a fronte di ciò non ci sarebbe più nessun servizio pubblico e che quindi bisognerebbe pagare le rette di scuole private per istruire i figli, andare in salatissime cliniche private per curarsi, pagare una guardia del corpo per la sicurezza, uscire solo di giorno perché non ci sarebbe illuminazione pubblica, ecc… le firme sarebbero molte meno… spero.
    Per me sono valide entrambe le soluzioni. Basta che si cambi. Se il senso unico fosse a scendere (come immagino) per salire si potrebbe percorrere via Monterosi (sempre deserta) e poi un pezzetto di Flaminia Vecchia (in direzione contraria al traffico “di ritorno”). E’ un po’ più lunga ma ci vuole meno tempo che incastrarsi in via Valdagno.
    Ma poi, il 90% delle strade di Fleming è a senso unico e quasi tutti i residenti devono fare un giretto un po’ più lungo (ma più rapido) per muoversi. Perché proprio via Valdagno no?
    Io credo che ai commercianti non cambi nulla. Dovrebbero invece invocare la presenza ancora più assidua dei vigili (un bravo sincero al nuovo Comandante) per togliere quella decina di auto che tutti i giorni è in sosta vietata nella piazzetta (sui marciapiedi, agli angoli degli incroci, in mezzo alla piazza, davanti ai cassonetti…). Un tappeto incivile di lamiere. Un bello schifo. Non credo sia molto attraente l’idea di prendersi un cappuccino al tavolo in un posto che sembra uno sfasciacarrozze.
    @decio meridio: scusi, ma perché lei ora che strada fa per andare da via Valdagno a via Bevagna?

  10. Se un Commissario vota in modo contrario ad una proposta e vuole che questo sia messo in evidenza è sufficiente che lo faccia verbalizzare, senza tante scuse.
    Per quanto riguarda la petizione, invece, oltre alle osservazioni del Prof. Paolo in Commissione è emerso anche che sul totale delle firme sono una bassa percentuale è quella dei residenti di Via Valdagno. Siamo alle solite: NIMBY (not in my back yard).
    Quando il documento arriverà in Aula sarò felice di vedere approvato l’emendamento del Cons. Mori con cui chiederà il mantenimento del doppio senso di marcia con l’istituzione del divieto di sosta su ambo i lati della strada.
    A questo punto mi asterrò io, dal momento che a me vanno bene tutte e due le soluzioni mentre altri ne disapprovano una e ne vorrebbero un’altra, tanto da lanciare una petizione popolare.
    Grazie

  11. Ho un amico che abita proprio in Via Valdagno. La sera, quando vado a casa sua, se incontro una macchina che viene in senso inverso devo accostare al lato della strada per farla passare. Immagino di giorno cosa possa succedere.
    Ritengo che la soluzione del senso unico sia percorribile. Certamente non quella del divieto di sosta su ambo i lati a meno di non creare un parcheggio per i residenti.

  12. Scipione, che delusione vedere che citi le parole così superficiali che ho sentito già da altro membro in commissione mobilità lunedì scorso.
    Lui non conosce la zona e lo capisco, ma tu no …
    E’ vero che le firme di residenti in Via Valdagno saranno circa il venti per cento del totale, ma questo perchè le altre sono di residenti in Via Marostica, Via Cappelli, Largo Melegari e Via Tonezza.
    Poi c’è pure gente di Via Nitti e Via Civitella D’Agliano, ma pure Via Flaminia Vecchia, seppur in minore quantità.
    Le prime vie citate avrebbero conseguenza diretta dall’intervento, mentre le seconde avrebbero conseguenza indotta.
    Forse non mi sono espresso bene … Chissà ma credevo fosse chiaro che stavo parlando di conseguenze generali e sulla collettività, insomma sul quartiere.
    E’ ingeneroso che tu mi controbatta col “not in my garden”, mentre io ti cito le conseguenze sui giardini di tutti…
    In questa vicenda non c’è da sfidarsi a proporre emendamenti, te l’ho già detto personalmente, ma solo trovare una soluzione per il bene dei cittadini.
    E questo può avvenire solo con la concertazione e la programmazione condivisa e complessiva, non con gli interventi spot.

    G.Mori

  13. Sono pienamente d’accordo con il Prof. Paolo, la situazione attuale non può più essere mantenuta!
    Io ho una macchinetta piccola piccola, ed uno scooter, e passo per Via Valdagno più volte al giorno. Ho notato ultimamente una tecnica particolare, specie di chi possiede SUV o macchine grandi. Si transita a tutta velocità, costringendo chi, come me, possiede appunto una macchina piccola, ad appiattirsi il più possibile per non essere travolti.
    Pericolosissimo!!!! E la sosta selvaggia in Piazza Melegari certo non aiuta.
    Solo che ho sentito che il senso unico, e non so se qualcuno può confermare, sarebbe in uscita, questo si un ulteriore bel problema. Giù tutti per Via Flaminia Vecchia, anche chi deve andare in Via Cassia! Bisognerebbe a quel punto ripensare a tutta la viabilità, non solo a Via Valdagno!
    Più semplice sarebbe impedire la sosta sulla strada, visto che tutto sommato il parcheggio del mercato è a pochi metri.
    Ma sappiamo tutti che noi romani la macchina ce la porteremmo anche a letto, quindi vedo veramente difficile trovare una soluzione che contempli un cambiamento della situazione attuale!

  14. Prof. Paolo, mi scusi ma pare quasi voglia proseguire una questione personale con il cons.Mori, mentre a noi interessa il bene comune, non solo dei residenti di via valdagno, ma anche delle vie limitrofe che potrebbero avere ripercussioni peggiorative su tutto il quartiere. E’ per questo che anche lei cons.Scipione sbaglia quando afferma ‘not in my back yard’. Non’è così che si amministra un territorio così vasto ed importante, la problematica si analizza nel suo insieme.
    Saluti.

  15. Sarebbe bello poi poter togliere quel quella specie di torretta con l’albero che sta all’incrocio di Via Achille Loria e Via Valdagno…..bell’albero ma sta proprio in mezzo ai……(ci potremmo mettere un gabbiotto per la municipale) o semplicemente un piccolo spartitraffico…

    Sarebbe bello anche vedere rifatte le strisce delle corsie e le strisce pedonali, così per avere solo un’idea di quali siano le corsie e quando mi devo fermare per far passare i pedoni…..

    Vi prego non fate il senso unico…..VI PREGO….abito a Via Bevagna, non ho firmato, ma sono a disposizione…..noi di Via Bevagna-Via Flaminia Vecchia abbiamo già la scuola dei preti che blocca tutto…..vi pregoooooo

  16. Le parole del Cons. Scipione sui lavori della Commissione sono confortanti, così come il suo approccio, che non sembra essere dettato dalla ricerca di una qualche visibilità. Per questa ragione mi permetto di buttar giù un’idea complessiva della viabilità della zona in questione, senza alcuna pretesa di adesione da parte di nessuno. Se poi Scipione o un altro consigliere di qualsiasi partito volesse farla sua non porrò certo questioni di copyright…
    SENSI UNICI
    Via Valdagno:
    tratto 1da L. Melegari a v. Civitella D’Agliano senso unico (a scendere)
    tratto 2 da via Monterosi a v. Civitella D’Agliano senso unico (a salire)
    tratto 3 dal semaforo a v. Monterosi doppio senso
    Via Civitella D’Agliano:
    tratto 1 da v.Valdagno a v. Monterosi senso unico (a scendere)
    tratto 2 da Valdagno a v. Nitti doppio senso
    Via Monterosi:
    tratto 1 da v. Civitella D’Agl. a v. Valdagno senso unico
    tratto 2 da v. Civitella D’Agl. a v. Flaminia Vecchia doppio senso
    Via Achille Loria:
    tutta: da v. Nitti a v. Flaminia senso unico (quindi in senso contrario all’attuale)
    In sostanza il giardinetto triangolare posto dove si congiungono Valdagno e Monterosi avrebbe una funzione tipo “rotatoria”.
    PARCHEGGI
    Valdagno: su un lato della carreggiata per tratto 1 e 2. Divieto di sosta tratto 3
    Civitella D’Agl. e Monterosi: verificare se mettere divieto di sosta nei tratti intorno al giardinetto.
    Via Cappelli (doppio senso): Divieto di sosta tra v. Flaminia e L. Melegari su entrambi i lati!!
    INCROCI: andrebbe fatto rispettare il divieto di sosta in prossimità degli incroci, spesso causa di incidenti e di paralisi del traffico, in particolare vicino al “pino” di Civitella D’agl/Valdagno, ma anche Marostica/Cappelli e altri.
    Ultima nota sul tratto 1 di Valdagno: si potrebbe verificare la possibilità del parcheggio a spina, per aumentare il numero dei posti e (forse) indurre ad un’andatura più moderata. Se non fosse praticabile si potrebbe pensare di allargare il marciapiede su un lato (che attualmente è largo circa 30 cm….).
    Sicuramente questa proposta complessiva sarà migliorabile, ma secondo me c’è un buon equilibrio tra scorrevolezza, sicurezza e numeri di posti auto per parcheggio. Inoltre. l’asse Civit. D’Agl.-Achille Loria permetterebbe di diminuire la pressione sull’incrocio Nitti/Flaminia.
    Buon lavoro.
    @ stefania: ma che dice? E poi…”noi” chi?

  17. è molto semplice via valdagno così com’è non ci può rimanere perchè viola le norme del CDS e per questo tra l’altro risulta essere incredibilmente intasata ad ogni ora quindi le opzioni sono due :

    A) Senso unico con parcheggi
    B) Doppio senso senza parcheggi

    Ad oggi, Non esiste una soluzione indolore per chiunque, qualcuno pe il bene comune dovrà fare un sacrificio

    Il consigliere Mori nei suoi volantini non ha presentato nessuna di queste 2 soluzioni, si manifestava negli stessi infatti la volontà di manetenere il doppio senso omettendo però la perdita dei posti auto. E’ troppo facile fare politica così, bisogna assumersi le proprie responsabilità perciò se il cons. Mori non vuole cascare nella facile demagogia raccogliendo consensi ovvi nel resto del fleming, integri i suoi volantini con gli effetti di tale proposta e vada a spiegare ai residenti di v.valdagno che perderanno il loro parcheggio sotto casa, rischierà di perdere alcuni voti, ma sicuramente acquisterà credibilità e autorevolezza politica.

  18. E’ anche molto semplice la soluzione:

    – DOPPIO SENSO SENZA PARCHEGGI (vista la presenza di un parcheggio enorme non lontano neanche 100 metri)

    ma è anche chiaro che evidentemente ci sono altri interessi vista la proposta del senso unico con parcheggi…….

  19. Pienamente favorevole al senso unico pur vivendo in una via limitrofa e sicuramente dovendo cambiare percoso ogni mattina.
    non è pensabile togliere il parcheggio perchè non ci sono alternative ed impensabile mantenere la situazione così com’è!!!!!! magari si riuscirà a fare anche un marciapiede percorribile visto che ora bisogna camminare in mezzo alla strada.

  20. Certo è,che cambiare la situazione a Via Valdagno,mi sembra proprio una str……..,Io direi al Consiglio xx Municipio di preoccuparsi invece del traffico giornaliero in Via Flaminia Nuova e strade limitrofe,dall’istallazione dei parapedonali tra il 7° e 8°KM pecorrendo la Via Flaminia nuova uscendo da Roma è allucinante,sia per il caos sia per lo smog,per questo problema non si riunisce il Consiglio,per le cose futili e solo per il benessere dei Commercianti e abitanti di ponte Milvio,invece si.Questi sono gli Amministratori che abbiamo votato e purtroppo li dobbiamo sopportare,ma ancra per poco.Auguri al Consiglio.

  21. Il povero Fleming è diventato una arteria di “scorrimento” alla stregua di corso Francia e Flaminia sporco, trafficato, pieno di smog. Non appena costruiranno a via citta di castello sarà la fine.
    Via Valdagno è l’ultimo dei problemi per un quartiere ridotto ai minimi termini come il nostro.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome