Home ARTE E CULTURA Che Palle! Una mostra di Cinzia Cotellessa al Circolo Golf Parco di...

Che Palle! Una mostra di Cinzia Cotellessa al Circolo Golf Parco di Roma

Alle ore 19 di oggi, venerdì 15 Aprile, presso Il Circolo di Golf Parco di Roma in Via dei Due Ponti 110, si inaugura la mostra di pittura “…CHE PALLE!..”, una personale di Cinzia Cotellessa. Un titolo insolito per una mostra insolita. Qualcuno potrebbe dissentire su un  titolo così ardito ma guardando le opere si capisce che questa esposizione non poteva avere un nome diverso e non poteva essere esposta che qui, in un circolo di golf.

Si tratta di una mostra itinerante che virtualmente sta facendo un percorso su tutto il territorio italiano: ogni fermata è una buca, nel gioco del golf le buche sono diciannove e con questo nuovo appuntamento è alla ottava stazione. La mostra si rinnova ad ogni fermata, non sono sempre le stesse opere anche se il tema è sempre lo stesso: le palle, il golf e la Materia.

L’origine di questa vernice nasce e si lega a doppio filo con la corrente artistica del Cracking Art dove il suo fondatore Omar Ronda spiega l’essenza della Materia in poche righe: ….ho cercato le origini nella materia naturale piu’ antica dell’universo:il petrolio .Un liquido nero e denso partorito dal ventre caldo della Madre Terra,un contenitore organico di tutto un vissuto del pianeta dalle origini ai giorni nostri...”

L’Artista Cinzia Cotellessa, già conosciuta per le moltissime mostre in giro per il mondo,d opo trenta anni di lavoro e di tematiche sociali attraversate con la sua arte, oggi apre la sua mostra in una veste quasi irriconoscibile, con opere minimaliste diametralmente opposte al figurativo simbolico che ci ha abituati a vedere.

La mostra è composta infatti da quadri e installazioni realizzati con reali palle da golf: spezzate, dipinte, chiuse in scatole di plastica trasparente oppure misteriosamente appoggiate sulla tela mentre scivolano coloratissime. Le tele sono tutte quadrate ,come in un discorso modulare, e la disposizione delle opere diventa così assolutamente soggettiva. La Cotellessa sorridendo ci ricorda che “cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia”.

La mostra, che si tiene con il Patrocinio dell’assessorato alla cultura del XX Municipio, sarà visitabile fino a venerdì 22 aprile.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome