Home AMBIENTE Farnesina – Retake Roma prova a cambiare volto al Parco Volpi

Farnesina – Retake Roma prova a cambiare volto al Parco Volpi

Sabato 2 aprile, dalle 10 alle 13, Retake Roma festeggia la giornata della Terra coinvolgendo decine di cittadini in un intervento di pulizia del Parco Volpi, in via della Farnesina 76, che si svolgerà sotto il patrocinio del Comune di Roma e del XX Municipio. L’evento vedrà al lavoro squadre di ragazzi, comitati cittadini, il centro anziani della Farnesina e varie altre associazioni tutti impegnati a restituire dignità e decoro a quest’area verde di grande pregio e bellezza.

I volontari, coordinati da operatori della Divisione Cancellazione Scritte del Servizio Decoro Urbano dell’Ama e dal Servizio Giardini, pianteranno piante officinali lungo l’accesso al parco e ripuliranno la pineta dai rifiuti e dai graffiti che ne devastano la bellezza.

 “Sarà una grande festa aperta a ragazzi e bambini di tutte le età e a tutti coloro che hanno a cuore la loro città – dichiara in una nota Retake Roma.- Saranno loro i veri protagonisti dell’evento” che con questa azione “si riprenderanno un parco da tempo in stato di abbandono.”

NdR: la lunga storia del degrado e dell’abbandono del Parco Volpi più volte denunciati da VignaClaraBlog.it: leggi qui

.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Spero che sia l’occasione anche per rendere utilizzabile la grande zona ex campo di pattinaggio.Potrebbe con poco essere attrezzata a campo basket, visto che si è appena chiuso quello della Parrocchia Gran Madre di Dio, che era frequentato da moltissimi ragazzi e ragazze . Nel quartiere non esiste assolutamente altro spazio.

  2. Nell’ambito della PULIZIA del Parco Volpi, sarebbe necessario che gli Agenti Municipali della XX non si limitassero a multare le macchina parcheggiate MALE su via della Farnesina (ottimo impegno) ma a MULTARE anche quei condomini, o comprensori che costeggiano la strada dai quali pendono rampicanti , rami, erbacce, rovi e quant’altro rendendo quasi impossibile ai pedoni il transito sul sottostante marciapiede – senza contare che lo sporco per le foglie cadute, specie ai cambio di stagione si “sposa” , si fa per dire, con gli escrementi dei cani con conseguente maggiore impraticabilità e scivolosità degli stessi marciapiedi – e conseguente otturazione dei tombini ecc.ecc. . Oltretutto gli amministratori dei Condomini normalmente pagherebbero le multe senza tante opposizioni, (a differenza dei privati) con maggior beneficio per le casse comunali !!!! La normativa in materia ESISTE basta APPLICARLA !!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome