Home ARTE E CULTURA Traffico, mobilità, sicurezza ed abusivismo nel XX Municipio

Traffico, mobilità, sicurezza ed abusivismo nel XX Municipio

Giuseppe Bracci a colloquio con VignaClaraBlog.it  In via Caprilli 11, sede del XX Gruppo di Polizia Municipale, il nuovo comandante Giuseppe Bracci vi è arrivato lo scorso 3 novembre dopo una lunga esperienza al Comando Generale. Entrato nel corpo a 26 anni, nel 1978, è laureato in legge ed in sociologia ed è alla sua prima esperienza al comando di un gruppo. Quando gli è stato proposto il XX ha accettato volentieri, gestire un territorio di 187 kmq abitato da oltre 150mila residenti gli è parsa subito una interessante nuova esperienza.

“E’ un gran bel lavoro dirigere un Gruppo, il contatto con il territorio e risolvere i problemi dei cittadini  sono esperienze molto gratificanti” ci dice accogliendoci nel suo ufficio ed illustrandoci l’organico del XX Gruppo.
Sono 249 gli agenti da lui diretti, di cui 89 donne, e circa i due terzi sono impiegati nei servizi esterni. Sicurezza, abusivismo edilizio e commerciale, tutela dell’ambiente ma soprattutto viabilità sono i principali compiti svolti.

E’ la viabilità infatti il “pallino” di Giuseppe Bracci, che appena arrivato ha incrementato subito e di molto la presenza dei suoi uomini nei punti nevralgici di Roma Nord per monitorare il traffico a la sosta irregolare.
Ed i risultati si toccano con mano. Corso Francia è più scorrevole, a Largo Vigna Stelluti non si vede un’auto in doppia fila, a Ponte Milvio nessuno s’azzarda più a parcheggiare i Suv sulle aiuole od a lasciare le mini-car in doppia fila.

Sono interventi questi che non passano inosservati.
Ad esempio, non più tardi di pochi giorni fa, un nostro lettore così commentava un articolo che trattava un’operazione del XX Gruppo: “…un plauso al lavoro della Polizia Municipale, noto con soddisfazione che finalmente si multano le auto sulle strisce, in curva, in divieto di sosta, ecc. con una certa frequenza e intensità…”

Con il dr Bracci abbiamo fatto una carrellata dei temi più attuali, eccone la sintesi.

Sicurezza

“Sono convinto che i sistemi di videosorveglianza siano un ottimo strumento, sia per la prevenzione che per la repressione dei reati” ci dice, informandoci che entro pochi giorni le telecamere di Ponte Milvio, di Piazza Saxa Rubra a Prima Porta e di Largo Sperlonga saranno finalmente collegate con la Sala Controllo di via Caprilli e subito dopo con quella centrale.

Gli facciamo notare che queste telecamere sono state installate e pubblicizzate con grande enfasi 12 mesi fa (leggi qui) e che quindi sono rimaste inutilizzate per tutto questo tempo, anche se tale ritardo non può essere imputato al XX Gruppo.
Meglio tardi che mai, dunque. E chi vuol sentire ascolti bene: “Con l’uso delle telecamere avremo il controllo istantaneo di ciò che succede nei luoghi sorvegliati, è bene che tutti lo sappiano” aggiunge.

Ponte Milvio – Movida e ZTL

“A mio avviso il fenomeno della movida a Ponte Milvio, dopo aver raggiunto l’acme nel 2010, sta scemando per spostarsi verso altre zone di Roma” ci sottolinea spiegandoci che comunque l’attenzione alla Piazza resta alta, soprattutto con l’arrivo della bella stagione.
“E questa estate tornerà la ZTL” aggiunge, indicandolo come l’unico strumento per evitare il caos dovuto alla forte concentrazione di ragazzi.
Uno strumento che però costa energie e denaro, “sono circa da 15 a 20 gli agenti impegnati ogni sera, perché Ponte Milvio è un crocevia importante” ed è per questo che è allo studio, ci anticipa, “un progetto di varchi elettronici”.

Abusivismo commerciale

Su questo argomento è perentorio: “Non è accettabile il proliferare di venditori abusivi che oltretutto alimentano il mercato della contraffazione. Sono un danno per il commercio regolare ed occupano indebitamente spazi pubblici”.

Ed infatti non sono poche le operazioni di repressione già messe in atto, basta ricordare i due interventi di pochi giorni fa nel mercato di via Tieri, a La Storta: solo nel primo, condotto in collaborazione con la locale stazione dei Carabinieri, sono stati effettuati 17 sequestri di merce varia venduta irregolarmente per un totale di oltre 850 pezzi tra i quali una trentina di borse e portafogli contraffatti. Ammontano a circa 100mila euro le sanzioni comminate.
Venditore abusivo avvisato, mezzo salvato.

Decoro urbano

“Farò tutto il possibile affinchè le ordinanze del sindaco Alemanno in termini di volantinaggio, affissioni abusive e danneggiamento di edifici pubblici e privati ad opera dei cosiddetti writers vengano rispettate nel territorio del XX Municipio. Il rispetto del decoro urbano è uno dei parametri che misurano il grado di civiltà di una città” ci dice il dr Bracci estremamente convinto.

Gli segnaliamo, come esempio-icona del degrado, lo stato pietoso in cui viene sistematicamente ridotto Ponte Milvio ad opera dei writers e come la vendita di pennarelli, effettuata da ambulanti abusivi, avvenga sul ponte alla luce del giorno. Ci ha promesso una maggiore attenzione.

A tal proposito ricordiamo che lo scorso 30 gennaio il sindaco ha reiterato per il 2011 le tre ordinanze emesse l’8 febbraio 2010 appunto per reprimere l’affissione selvaggia e la distribuzione di volantini, l’abbandono di rifiuti in strada e gli atti vandalici (leggi qui)

Cartelloni selvaggi

Cartellopoli è una piaga che affligge anche il territorio del XX Municipio, è indubbio “ma il lavoro del XX Gruppo è stato costante e produttivo” sottolinea il  Comandante snocciolando alcune cifre: nel 2009 sono stati controllati 522 cartelloni, sanzionati 364 abusivi e 180 sono stati rimossi. Nel 2010 controllati 472, sanzionati 160 e rimossi 138.
Le zone più interessate? “Le grandi vie di scorrimento – precisa il comandante – quindi Corso Francia, Cassia, Flaminia, viale Tor di Quinto”.
Per dovere di cronaca, segnaliamo che la differenza fra i sanzionati ed i rimossi non è dovuta al Gruppo in quanto la rimozione è gestita centralmente.

Anche su questo tema ricordiamo ai nostri lettori che, dopo 17 anni di vuoto normativo, pochi giorni fa è stata annunciata in Campidoglio l’entrata in vigore nella Capitale del Piano Regolatore Affissioni che dovrebbe finalmente fissare regole certe e durature a tutela dell’ambiente e dell’urbanistica (leggi qui). Fra le novità volute dal Sindaco l’attivazione di un indirizzo email al quale chiunque potrà segnalare un abuso od un illecito: segnalazioniaffissioni@comune.roma.it .

Riapertura Cassia Antica

Per il il Comandante Bracci la riapertura di via Cassia Antica sarebbe “un atto dovuto”, pur tenendo conto di tutte le difficoltà connesse alla presenza di due supermercati e dell’incrocio con via Cortina D’Ampezzo. “La rotatoria a questa intersezione pare essere l’unica soluzione atta a non vanificare nuovamente una seconda apertura, mi auguro – conclude – che ci sia la volontà ed i mezzi per realizzarla quanto prima”.

In ogni caso, consapevole che la mancata riapertura di via Cassia Antica è una delle componenti dell’enorme flusso di auto su Corso Francia, ha già disposto da due mesi un presidio costante di Vigili e una diversa temporizzazione dei semafori con l’obiettivo, possiamo dire raggiunto, di meglio fluidificare il traffico.

Sant’Andrea – collegamento Cassia Bis via Grottarossa

Il parere del dr Bracci è che “la chiusura della stradina di collegamento indubbiamente ha creato problemi alla viabilità, in troppi e da tanti mesi la stavano utilizzando ed averla chiusa all’improvviso ha drasticamente obbligato ad un cambio delle abitudini con forti ripercussioni sul traffico”.

E’ pur vero che, secondo il Comandante, tale collegamento oggettivamente non andava proprio aperto, quella stradina non era nata per fungere da trait-d’union fra la Cassia Bis e via di Grottarossa ma solo da accesso al parcheggio dell’Ospedale. Si intasava facilmente ed anche le autoambulanze a volte restavano bloccate, nonostante il presidio quotidiano della Polizia Municipale disposto dai primi giorni di novembre.

“Non sta a me proporre soluzioni – ci dichiara – ma ritengo che lo stanziamento di un milione di euro deciso dalla Regione Lazio per la costruzione di un collegamento alternativo sia stato provvidenziale, c’è solo da augurarsi che venga realizzato nel più breve tempo possibile”.

Rapporto con i cittadini

Questo è un argomento che sta molto a cuore del Comandante che ci invita a scrivere a chiare  lettere “tutta la sua disponibilità ad instaurare un corretto e proficuo rapporto con i cittadini” promettendo la massima attenzione a chi si rivolgerà al XX Gruppo per segnalare un problema, un abuso, un’irregolarità o per chiedere un supporto.

Scrivetemi e vi sarà risposto potrebbe dunque essere il suo motto, fermo restando che la stessa attenzione sarà prestata anche alle segnalazioni telefoniche.

A tal fine ricordiamo che 0667697320 e 0667697321 sono i numeri del centralino mentre 063335175 è il fax. Ma attenzione, ora è anche attivo un indirizzo email, vale la pena memorizzarlo: polmunicipaleseg20@comune.roma.it .

Buon lavoro al neo Comandante Bracci ed ai 249 uomini e donne che “vegliano” sui 187 kmq di questo nostro stupendo territorio.

Claudio Cafasso

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

 

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Il Comitato per Via Gradoli ringrazia il Comandante Bracci e la dott.ssa Paola Venanzi del XX° Gruppo di P.M. per la presenza sul territorio e segnatamente in Via Gradoli ove hanno assistito l’ASL RMC, l’UOT del XX° Municipio e l’Ufficio Coordinamento Politiche della Sicurezza impegnati in nuove rilevazioni dei locali resi oggetto di segnalazione da parte del Consorzio di Via Gradoli, del Comitato stesso e di singoli residenti.
    Appare evidente lo sforzo di raccogliere dati inoppugnabili che rendano possibile l’emanazione di provvedimenti, giuridicamente inattaccabili, analoghi a quello già ottenuto da alcuni volenterosi (e, mi sia concesso, valorosi) cittadini del civico 65 della via, vero esempio per tutti i residenti.

  2. speriamo anche che grazie all’interessamento del comandante Bracci, le tanto celebrate telecamere che dovrebbero vigilare su via gradoli entrino finalmente in funzione.

  3. oltre che gli auguri di un buon lavoro al dott.Bracci, auguro a tutti noi cittadini della XX che ,finalmente, nella municipale si inizi ad usare, oltre che ai regolamenti, anche la ragionevolezza.

  4. Spero che questa volontà di mettere un pò di ordine venga focalizzata per quel che riguarda il traffico e le sanzioni necessarie per poter vivere in una città civile, non per riempire le casse dello stato facendo multe assurde ( come spessissimo accade) senza neanche la possibilità di replica o spiegazioni ad alcuni vigili che abusano un pò troppo del proprio potere. Potrei fare 1000 esempi di contravvenzioni non necessarie che vengono fatte e noi cittadini non abbiamo quasi più i soldi per mangiare. Attenzione al periodo che stiamo vivendo, è un periodo di crisi in cui pagare 80 euro quando non si è commessa un’infrazione grave ma per es. si hanno n. 3 centimetri di ruota su un centimetro di striscia pedonale vuol dire non avere i soldi per fare la spesa per la propria famiglia.

  5. Auguri, anche se in ritardo, al Comandante Bracci e alla sua famiglia professionale e personale. Auguri da chi ti conosce e ti stima. Gustavo e famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome