Home ATTUALITÀ Sant’Andrea – Bernaudo (LP): per il collegamento Cassia Bis via Grottarossa un...

Sant’Andrea – Bernaudo (LP): per il collegamento Cassia Bis via Grottarossa un milione di euro dalla Regione Lazio

“La soluzione sulla viabilità al Sant’Andrea diventa legge”. Lo comunica Andrea Bernaudo, vice presidente della Commissione Bilancio della Regione Lazio, in una nota odierna nella quale spiega che la Regione “grazie ad un emendamento, presentato dal sottoscritto, al collegato alla legge finanziaria regionale e approvato all’unanimità, ha stanziato un milione di euro per la progettazione e la realizzazione del collegamento viario tra la Cassia Veientana (Cassia Bis) e Via di Grottarossa.”

“L’opera sarà realizzata dal Comune di Roma, a cui sono destinati i fondi, e costituisce una importante infrastruttura viaria che porterà giovamento alla fluidificazione del traffico nell’area che gravita intorno all’ospedale Sant’Andrea.”

“Lo stanziamento – continua Bernaudo – si è reso necessario da quando la Direzione del nosocomio ha deciso di chiudere la strada che permetteva l’accesso non solo al parcheggio della struttura ospedaliera ma consentiva anche agli automobilisti di trovare una valida alternativa alla congestionata viabilità locale.”

“Dal momento che neanche in un incontro in Prefettura con tutti gli Enti interessati alla vicenda (Ospedale Sant’Andrea, Comune di Roma, Regione Lazio e XX Municipio) si era riusciti a trovare una soluzione che potesse contemperare le esigenze di tutte le parti in causa, si è reso necessario – conlude – stanziare i fondi che consentano la realizzazione di una nuova strada di collegamento nell’interesse dei cittadini e degli stessi utenti e dipendenti dell’ospedale che quotidianamente restano intrappolati nelle strade adiacenti”.

NdR – Tutti i precedenti articoli di VignaClaraBlog.it sull’argomento: clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

26 COMMENTI

  1. Oh speriamo bene… questi giorni mi sono reso particolarmente conto di quanto mi manca l’uscita al sant’andrea,ci ho messo 30 minuti per imboccare il raccordo a causa del traffico da corso francia…

    Inutile dire che passando dal sant’andrea il problema non si sarebbe presentato

    Spero sentano pure i cittadini sulla locazione della strada, che se magari si trova in posti “scomodi” potrebbe essere peggio che averla (ovviamente viva questo stanziamento!! è solo per “fare le cose fatte bene” questa raccomandazione)

  2. Bene, suggerirei anche il raddoppio di Via della Crescenza e la (urgente) realizzazione della rotatoria tra questa, Via Due Ponti e Via Oriolo Romano in quanto temo (spero di essere smentito) che la prossima apertura della strada di fondovalle richiederà l’installazione di un nuovo semaforo all’incrocio della Cassia con Via SS Cosma e Damiano. In caso di ingorgo, che potrebbe anche essere segnalato con un cartello segnaletico alla fine della Cassia Nuova, il traffico uscente potrebbe essere deviato su Via Oriolo Romano, Via di Grottarossa, GRA per poi tornare sulla Cassia.

  3. A me questo finanziamento non entusiasma più di tanto. Riepiloghiamo: un direttore d’ospedale ostinato chiude una strada, e nessuno riesce a farlo desistere da questa decisione, ma non esiste nessuno che abbia un’autorità superiore alla sua ? Mi sembra impossibile. E poichè questo signore ha preso questa decisione, poichè sembra non avere un capo a cui ripsondere delle proprie azioni, poichè ne dobbiamo dedurre che la politica è impotente e neanche la Polverini nulla può nei suoi riguardi, non si trova nulla di meglio che spendere un milione di euro delle nostre tasche, perchè a pagare siamo sempre noi contribuenti.
    Un milione di uero di cemento e di asfalto per fare un doppione di una strada già esistente e per la quale ci vorranno dai due ai tre anni. Senza nulla togliere alla buona volontà del signor Bernaudo ma questa è l’unica decisione che poteva essere presa ? E finchè si fa il progetto, poi l’appalto, poi i lavori, signori miei parliamo di anni, che devono fare i cittadini ? arrangiarsi come sempre.
    auguri di buon 2011, 2012 e 2013 da trascorrere allegramente in fila sulla cassia bis !!

  4. Le perplessità del Sig. Tommaso sono anche le mie… ma la strada esistente – privata – non poteva essere espropriata, compensata con quel milione di euro e riaperta subito? L’iniziativa è lodevole, ma i tempi di realizzazione la fanno passare nel campo delle buone intenzioni, di cui è lastricata la strada…. Rimane la perplessità di uno svincolo autostradale realizzato ad uso esclusivo e privato di un ospedale.

  5. Bene per lo stanziamento e per la strada nuova!!

    Due grosse perplessità:

    1) come si fa fino alla conclusione dei lavori?
    (non si può riaprire il collegamento esistente????)

    2) le motivazioni: ci voleva la chiusura e tutti i disagi conseguenti per fare una strada già necessaria da anni?

    Comunque penso che ci in questa situazione ci sono delle esigenze legittime di molte parti, la politica dovrebbe far “vincere” quella che viene più incontro al bene comune: in questo caso la riapertura della strada del Sant’Andrea, ledendo un pochetto e temporaneamente i diritti dei dipendenti e del direttore del Sant’Andrea.

  6. Ai dubbi di Tommaso e senza nulla voler togliere alla buona volontà ed all’attenzione dimostrata dal consigliere Bernaudo, aggiungo che un milione di euro mi sembra cifra assai scarsa per la realizzazione di una nuova strada.
    Potrei sbagliarmi, ma auscpico che l’esiguo – trattandosi di opere pubbliche – importo non comporti la realizzazione in un tempo sensibilmente più lungo di quello preventivato da Tommaso, il quale già ha avanzato una previsione più che ottimistica.

    Andrea Antonini
    http://www.andreaantonini.it

  7. Il mio obiettivo era quello di incardinare nella più importante legge regionale, il bilancio, la soluzione del grave problema e questo obiettivo è stato raggiunto. C’è bisogno di una progettazione e poi della relativa realizzazione. Un impegno dovuto a tutti i cittadini di Roma ed in particolare ai residenti nella zona nord e a tutti i pendolari che transitano in quel tratto del GRA ogni giorno.
    Se i fondi non saranno sufficienti, mi impegnerò a trovarne altri.
    Sui tempi non sono io a decidere, ma sarà mia cura seguire questa vicenda fino alla soluzione.
    Ringrazio questo blog per l’attenzione.
    Saluto ed auguro a tutti buon anno.
    Andrea Bernaudo

  8. Consigliere Bernaudo, le rinnovo la mia stima per aver incanalato il problema sulla strada della soluzione. Ma lei deve convenire con me che il fattore tempo è maledettamente importante. Quanto ci vorrà per costruire costruire il nuovo collegamento ? Le statistiche dicono anni, anni nei quali la viabilità interessata vivrà nel caos come ci ha vissuto fino al momento dell’apertura della stradina dell’ospedale e come sta vivendo dal giorno della chiusura ordinata dal direttore del S.Andrea. Mi risponda per favore con sincerità: possibile che non ci sia nessuno che possa ordinargli di riaprirla, nemmeno il presidente della regione può farlo ? O non vuole ? Un sistema ci sarebbe: promoveatur ut amoveatur sperando che il successore, capita l’antifona, arrivi con più miti intendimenti.
    Saluti e tanti auguri anche a lei.
    Tommaso

  9. Caro Tommaso, grazie per la stima.
    Ho provato a far riaprire la strada col Presidente del municipio XX, anche lui attivo sul problema da tempo, ma non c’è stato verso, l’ha riaperta per 15 giorni e poi richiusa.
    Il direttore ha eccepito problemi legali, di sicurezza e di carattere interno, visto il caos che si verificava nelle ore di punta in quella strada che, a dire il vero, è di proprietà dell’ospedale.
    Se ci sarà mai un avvicendamento alla guida del nosocomio, sarà mia cura perorare la causa della riapertura, ma non mi faccio illusioni.
    Ripeto, seguirò la vicenda da vicino, del resto ora c’è una legge a sostenere la nostra battaglia, ed io non mollerò.
    saluti e buon anno.
    andrea bernaudo

  10. Gent.le Cons. Bernaudo, nel ringraziarLa nuovamente per gli stanziamenti Le chiedo se è possibile ipotizzare una tempistica per la conclusione dei lavori, e se è possibile un provvedimento provvisorio per far fronte al traffico da oggi alla fine lavori.

    Saluti e auguri.
    Flavio Dessy

  11. @ Cons. Bernaudo: Risposte su provvedimenti provvisori da qui alla fine (chissà quando!) dei lavori?

    @ Per tutti: Iniziative per riaprire la stradina? tutto tace?

  12. Speriamo che quanto assicuratoci dal Cons. Bernaudo venga presto realizzato picche la zona di Grottarossa è stretta in una morsa di traffico in e da ogni direzione. Spero vivamente anche che venga presto realizzatauna rotatoria tra via della Crescenza e via Due Pponti. I semafori, la ove possibile, devono essere sostituiti con il sistema rotatorio, in vigore ormai ovunque. Altra speranza è anche quella di vedere risolto il problema del semaforo della Stazione Giustiniana che crea per ore una coda interminabile di auto. Anche questo problema potrebbe essere sicuramente risolto con una rotatoria.

  13. Siamo pratici.
    Bernaudo ha fatto una cosa encomiabile!!
    Non si può risolvere un problema rinviandone alle calende greche la soluzione.
    Ora , qui , adesso che sono in fila per accedere al raccordo anulare come faccio??
    Aspetto fino al 2012-2013?
    Siamo diventato il paese delle chiacchiere.
    Chi ha autorità a far riaprire la strada e imporre una corretta gestione della viabilità lo faccia per cortesia.
    E poi non ci lamentiamo se la magistratura si sostituisce alla politica.
    Quella strada va riaperta nell’interesse dei cittadini tutti : Operatori del Sant’Andrea, Pazienti e Cittadini.
    In assenza di una immediata iniziativa mi auguro che la Magistratura intervenga .
    saluti

  14. Purtroppo hanno tutti ragione, anche il Direttore dell’Ospedale: mi sono trovata a passare in ore di punta: le macchine erano parcheggiate nei luoghi più assurdi, bloccando letteralmente gli accessi. Tuttavia, invece di spendere milioni di euro e aspettare anni, si potrebbe semplicemente spostare la strada pubblica oltre il parcheggio dell’ospedale e da subito organizzare in loco un parcheggio grandissimo, videosorvegliato, meglio se gratuito o a pagamento simbolico . Si spenderebbe meno, gli studenti del Sant’Andrea, che oggi lamentano il costo del parcheggio, avrebbero una alternativa economica, e si eviterebbe l’inciviltà di parcheggi in curva, traffico bloccato etc., senza trascurare il fatto che la Metro C dovrà avere uno sfogo di vie e parcheggi. Cons. Bernaudo, ottimo stanziamento, ma le macchine non possiamo metterle in tasca, i parcheggi sono quasi più importanti delle relative strade!

  15. Egregio Cons Bernaudo, intanto grazie per l interessamento che tutti le riconosciamo ed apprezziamo, sono certa che il popolo dei pendolari di romanord all unanimità chiede di supplire nel frattempo questo enorme disagio, magari con una proroga se necessario forzosa, evitandoci il supplizio di stare ore per la strada intasata, con i ns cari, molto spesso bambini e ragazzi che vanno a scuola.
    Sappiamo bene che dall inizio dei lavori alla fine ci vorranno anni, La prego, intervenga, grazie di cuore!!

  16. Aggiungo che la Cassia dalla chiusura del 15 Novembre è diventata ancora più invivibile, dovendo recepire parte del traffico che prima transitava per il passaggio.

  17. Ragazzi volevo solo aggiungere che sicuramente il Consigliere Andrea
    Bernaudo ha fatto il massimo per quanto lo competeva ed ha anche
    ottenuto il massimo !!
    Ma vi prego limitiamoci a RINGRAZIARLO e non a caricarlo di ulteriori
    incombenze !!!!
    Grazie ancora Consigliere !

  18. In basea quali parametri/criteri dici che ha fatto il massimo e ha ottenuto il massimo?

    la situazione non è risolta.
    I lavori non si sa neanche quando inizieranno.
    I progetti ancora non ci sono.

    il traffico è al collasso.
    La stradina del Sant’Andrea rimane chiusa.

    Ringraziamo per quello che ha fatto, ma non è sufficiente.
    Se poi non compete a lui il resto ce lo avrebbe detto lui.
    Poi è stato il consigliere stesso a porsi come rifetrimento della situazione, per cui non vedo che male ci sia a segnalare i problemi esistenti.

  19. Flavio, volevo semplicemente dire che, grazie all’impegno ed al continuo lavoro del ns. Consigliere si è arrivati al primo grande traguardo !
    Io credo che per il prosieguo dei lavori dovremmo contare anche su altri organi a sostegno della legge stessa.

  20. Sono solo chiacchere su chiacchere ma nel concreto nessuno fa niente OGGI(…del domani,sinceramente ad oggi me ne infischio..perché OGGI impiego 30 minuti ogni mattina da Grottarossa a La giustininana e la stradina serviva solo come ancora x la chiusura del GRA dalla cassia.
    Quindi mettiamoci l’anima in pace, siamo costretti alle file lunghissime ed infinite!!!Buon traffico a tutti

  21. Il mio prossimo passo, dopo aver inserito in bilancio lo stanziamento ed aver fatto assurgere a legge regionale il problema in oggetto, sarà quello di seguire personalmente l’iter di questo stanziamento. La mia funzione purtroppo non è esecutiva. Se fosse per me comincerei ieri la progettazione ed oggi darei l’avvio ai lavori. Certo è che ora tutti gli enti interessati (perchè in questo casa sono molti: Anas, Astral, comune, provincia e regione) non hanno più scuse per perdere tempo.
    Terrò aggiornati tutti gli amici del blog.
    Saluti

  22. Grazie mille per l’interessamento ma nel frattempo noi sempre in fila siamo con la stradina del S.Andrea chiusa ,la frana su via di Grottarossa e la rampa del raccordo direzione Fiumiciono sequestrata!

    CHE BELLO VIVERE A ROMA NORD

  23. Grazie.
    Spero che capisca che le nostre “rimostranze” non sono rivolte a lei ma in generale, e sono dettate da un reale sconforto che prende nel dover passare tanto tempo inutile in macchina.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome