Home AMBIENTE Punto Verde Qualità Area: tesi e antitesi, al lettore la sintesi

Punto Verde Qualità Area: tesi e antitesi, al lettore la sintesi

Torna alla ribalta il Punto Verde Qualità “AREA ” di via della Mendola, zona via Cortina D’Ampezzo. Torna alla ribalta in virtù di una lettera aperta di Giovanni Maria Tamponi, presidente dell’associazione Scodinzolandia, indirizzata ai vertici della struttura con la quale si ribadiscono numerosi aspetti che non incontrano i favori e le aspettative dei residenti. Non è la prima volta che questi temi vengono affrontati. Abbiamo messo dunque a confronto la lettera aperta  e la risposta  di AREA, dall’incontro fra  tesi ed antitesi ogni lettore potrà così trarre la propria sintesi.

Testo lettera del sig. G.M.Tamponi
Presidente Mezzaroma, una premessa: è molto complicato scriverLe, fin dalle prime righe. In una prima versione di questa lettera, avevo scritto «Caro concessionario per hobby». È una formula di stile, che prescinde dal fatto che il destinatario sia realmente «caro» al mittente … questo, perché Lei investe vari incarichi nelle Società di famiglia. Quando la si usa rivolgendosi a un esponente che rappresenta un cognome che allude all’estensione, quale lei è, si vuole esprimere un’idea di «familiarità nazionale».
Con «gentile», «spettabile» etc. cominciano invece le lettere che danno per presupposta una distanza, a volte già incolmabile.

È stato dopo questa riflessione che ho cancellato il «caro» ma non l’ho sostituito con il «gentile» o con lo «spettabile». Il fatto è che spero che la distanza non sia incolmabile ma, contemporaneamente, non vedo più come accomunarci. Adesso lei si domanderà perché abbia deciso di scriverLe ancora una volta tra l’altro interrompendo, sia pure per qualche minuto, le tante attività della sua intensa giornata lavorativa.
Il fatto è che scriverLe, e questo Lei dovrebbe apprezzarlo, è un modo di spezzare definitivamente e bonariamente quel filo sottile che ci unisce per vari motivi di attrito circa le smisurate irregolarità che investono la Sua Concessione da oltre 5 anni.
Perché, presidente Mezzaroma, Lei ostinatamente, utopicamente persino crudelmente continua a perseguire una strategia d’indifferenza per noi “semplici cittadini” che non ha pregressi.

Dobbiamo cercare bonariamente per la soddisfazione dei residenti di via Cortina d’Ampezzo e zone limitrofe di chiudere definitivamente questa lunga parentesi burocratica da Lei voluta. Considerando che Lei usufruisce da oltre cinque anni una concessione comunale che non garantisce la corretta fruibilità degli spazi e servizi pubblici e che sfacciatamente si è arricchita alle nostre spalle con le oltre 4.000 iscrizioni (1.000-1.500 euro pro-capite) portando avanti esclusivamente le attività del Suo Circolo privato sportivo, il parcheggio V.I.P. (1.080,00 euro), il Centro Medico di Chirurgia Estetica, il Centro di Plicometria (dietetico), il Centro di Osteopatia e Chinesi Terapia, il Centro Massaggi Shiatsu, il Salone Parrucchiere, l’ Asilo Nido Mickey House 2 (500,00 euro di retta mensile) e tanto altro.

Ha causato tutto ‘sto casino tra un sorriso e una promessina creando il malcontento dell’ intero quartiere e ha fatto sì che le aree ricreative pubbliche siano state inglobate in maniera esclusiva all’interno delle Sue lucrose attività riducendo ulteriormente gli spazi comuni ormai prevalentemente occupati da parcheggi a pagamento, una piscina idromassaggio esterna e una veranda riservata esclusivamente ai VIP.

Il Parco e le attrezzature ginniche che non Le interessano a fini renumerativi sono stati completamente abbandonati, quasi inagibili, con fogne a cielo aperto che scorrono lungo i viali. Non esiste purtroppo la manutenzione ordinaria e straordinaria del verde, di fatto il lato destro completamente lasciato a se stesso (arbusti ed erba incolta) relativo all’ingresso di via della Mendola non è stato mai sottoposto alla regolare potatura stagionale.
L’incuria ha causato non pochi disagi (proliferazione di ratti) al condominio delle palazzine di via Campo Catino ove esiste tra l’altro il secondo ingresso di Area praticamente abbandonato. L’ annoso problema relativo all’apertura obbligatoria del bar-ristoro e del ristorante è rimasto irrisolto come d’altronde la Sua promessa circa la sistemazione di una dignitosa e regolamentare area per animali. Attualmente si trova in un terreno scosceso (ex discarica) di appena 500 mt.

Mi scusi l’irruenza, ma la sfacciataggine, il malcostume e l’arroganza imperano indisturbati nel Suo Circolo sia da parte del Suo delegato che dell’ Arch. Pallanch così come impareggiabile è l’indifferenza dell’ufficio preposto al controllo (Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma) e al rispetto delle normative inerenti ai ” Punti Verdi Qualità” . Perdoni questa lunga premessa, ma ci sta portando decisamente allo sfinimento succhiando tutte le nostre energie con il Suo ostinato muro di gomma.

Il degrado di AREA è stato ampliamente raccontato e denunciato ed oggi come in un loop potrei tornare a proporre immagini già offerte, contenuti già scritti, continuando cioè a denunciare, denunciare e denunciare … ma tutto ciò sarebbe una ripetizione di cose già dette che finirebbe anche per stancare me stesso.
Quello che i cittadini vogliono, in termini di decoro, ordine, pulizia e controllo è stato reso noto, ampliamente e diffusamente. Se l’amministrazione capitolina attuale saprà prendere spunto da queste segnalazioni avrà fatto il dovere e l’obbligo suo. Se le segnalazioni dei cittadini arriveranno direttamente nei luoghi amministrativi preposti, e queste verranno opportunamente prese nella dovuta considerazione, vorrà dire che le aziende ed i servizi municipali avranno capito che i cittadini, con le loro segnalazioni, hanno offerto un servigio alla comunità e come tali meritano tutta l’attenzione possibile.

Presidente Mezzaroma – ecco, adesso ho dovuto reprimere l’impulso di scriverle «Caro concessionario per hobby» per rendere più sincero e più accorato quanto le scrivo – La prego spezzi questo filo. Recentemente dopo una lunga battaglia da me sostenuta, ultimamente si è adoperata (gentilmente), solo dopo aver ricevuto un’accorata lettera da parte del Dott. Massimo Lorusso Presidente RSD Sorriso ONLUS, (Associazione che non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale a favore di soggetti con problemi motori) a ripristinare i parcheggi per disabili che aveva eliminato “vergognosamente” da oltre cinque anni per far posto a quelli riservati ai V.I.P. In questi giorni per non perdere ancora una volta la Sua credibilità dovrebbe rispondere in un istante, senza esitare.Cordialmente, Giovanni Maria Tamponi

Testo lettera da Direzione AREA
Quando si parla di marketing territoriale, AREA potrebbe essere una perfetta best practice. La gestione di AREA è stata da sempre improntata, infatti, a dare un’assoluta priorità alla valorizzazione degli spazi e dell’ambiente nei quali il Centro è nato.
Il parco naturale che lo circonda e ogni parte della struttura di AREA sono curate con estrema attenzione. AREA ha dimostrato concretamente come buone realtà private possano migliorare e valorizzare spazi pubblici. Le ristrutturazioni e gli interventi migliorativi sulle zone adiacenti il Centro non sono solo state fatte perché appartengono ad un modus operandi che è lo stile dei Mezzaroma, ma in questo caso sono state proprio alla base della strategia di crescita e sviluppo del Centro.

Si potrebbe citare un lungo elenco di opere migliorative della zona ma ne segnaliamo solo alcune, rilevanti proprio per tutta la “vivibilità” della zona nella quale AREA si è inserita: controllo funzionalità dei locali tecnici, controllo funzionalità dei corpi illuminanti guasti sia esterni che interni, controllo ascensori interni ed esterni; la continua pulizia esterna della zona parcheggio del viale d’accesso al percorso vita, del percorso pedonale via Rocca di mezzo e del parco giochi bambini.
Vengono poi effettuati interventi di giardinaggio degli spazi verdi esterni ed interni, sopralluogo giornaliero del percorso vita con controllo delle staccionate, dell’attrezzatura ginnica, del verde, del sistema d’illuminazione, e dell’ area dedicata ai cani. Particolare attenzione viene data al controllo giornaliero della zona parco giochi bambini che AREA ha voluto fosse dotata di un pavimento in materiale ammortizzante di ben 11 cm, capace di garantire il massimo della sicurezza per i piccoli utilizzatori.

Ma AREA non di è fermata qui: la sostenibilità, il rispetto per l’ambiente e la valorizzazione dell’area nel quale il Centro opera, sono da sempre un obiettivo della nuova proprietà.
Ecco ancora quindi altri fiori all’occhiello della gestione Mezzaroma: completo rifacimento piazzale parcheggi, completa sostituzione centrali caldaie con macchinari ad alte prestazioni per aumentare la sostenibilità dell’impatto ambientale, l’installazione di addolcitori d’acqua al fine di contenere gli sprechi idrici, la realizzazione di un sistema di filtraggi a raggi UVB, la realizzazione di uno spazio acqua esterno ad uso gratuito dei soci.

Otre a tutto ciò, l’offerta dei servizi interni del è aumentata del 30%, è stato allungato l’orario apertura centro, sono stati realizzati ulteriori spazi esterni ed interni per specialità ludico ricreative sportive e infine è stato apposto nuovo arredo urbano in prossimità del centro, con una manutenzione puntuale delle strutture utili ad abbattere le barriere architettoniche sia all’interno che all’esterno del Centro.

Abbiamo voluto in questo testo dare risposte pratiche e concrete, ma ci piace chiudere ricordando che la nostra filosofia è basata sull’ospitalità e sul’offerta di un servizio che amiamo definire “ego-compatibile”.
Non possiamo, quindi, che invitarvi a venire direttamente al Centro per mostrarvi personalmente e fisicamente tutto quello che abbiamo finora raccontato. Saranno le cose che vedrete a parlare per noi.

Visita la nostra pagina di Facebook

61 COMMENTI

  1. sono con il mio commento a perorare la cusa di Tamponi parlo al di fuori e al di là di ogni corrente, ogni appartenenza e ogni colore politico. Tutte le volte che si chiude o si rende difficoltoso l’accesso ad un’aria verde, piccola o grande che sia, in una città come Roma si perde una grande battaglia, quindi invito con gande civiltà l’amministrazione comunale a valutare quanto oggetto della petizione.

  2. Anch’io mi associo al coro delle persone dispiaciute per aver trovato chiuso il parco di “Area” durante le vacanze natalizie. Soprattutto per chi ha un bambino piccolo che ha necessità di sgambettare e prendere aria. Sono speranzosa che in un prossimo futuro la cosa non riaccada.

  3. Frequentando da molti anni la zona in questione mi associo alle proteste di tutti gli abitanti e concordo quando scritto dal Sig. Gianni Tamponi che ha esposto dettagliatamente quanto accaduto negli ultimi anni, a dir poco scandaloso . Penso che i punti verdi già tanto rari in questa zona di Roma andrebbero valorizzati, gestiti dalle autorità competenti per essere godibili da tutti i cittadini come un valore da salvaguardare, fonte di benessere per la collettività;
    affinchè tutti, anziani, bambini, animali possano goderne i benefici. Invito quindi anch’io l’amministrazione comunale competente ad assumere urgenti provvedimenti per risolvere il caso.

  4. Egregio Signor Tamponi,
    volevamo metterla al corrente che i giorni 25 e 26 dicembre 2010 il parco pubblico del P.V.Q. Area non era chiuso. L’accesso era, come sempre, consentito ma accompagnato al fine di tutelare i terzi . Poiché Il centro resta aperto praticamente tutto l’anno, era stato deciso di sfruttare questi due giorni in cui eravamo chiusi per le festività natalizie per effettuare degli importanti lavoro di manutenzione straordinaria. A causa delle avverse condizioni climatiche abbiamo scelto, proprio per salvaguardare l’incolumità delle persone che volevano entrare, di farle accompagnare dal nostro serivizio di sorveglianza e di sicurezza all’interno del parco.
    Cogliamo l’occasione per ringraziarla per la grande attenzione che lei dedica ad Area che è per noi di grande stimolo.
    Area Sporting Club

  5. @l Sig. Area

    Vorrei sapere cortesemente chi si nasconde (dalla vergogna !) dietro la firma Area Sporting Club ….
    Vorrei sapere come mai lo stesso film lo abbiamo dovuto subire i tre gg. di ferragosto con le foto dei cancelli chiusi inviate in tempo reale sul “BlackBerry® wireless” della “concessionario per hobby” …
    Vorrei sapere come possano dei semplici cittadini rendersi conto (senza l’esposizione di un cartello segnaletico) …. che nella struttura del Centro AREA erano in corso dei lavori di manutenzione e che soprattutto per accedere al parco bisognava subire l’accompagnamento coatto da parte del vigilante …
    Vorrei sapere dov’era il servizio di sorveglianza quando i cittadini che si sono giustamente lamentati su questo blog hanno trovato entrambi i cancelli chiusi …..

    Come disse il GRANDE Totò :
    Sig. Area parli come badi …. bazzecole, quisquilie, pinzellacchere !
    Per ULTIMO mi rivolgo alla D.ssa Mezzaroma (troooppo impegnata !) che a tutt’oggi non hai mai replicato alle nostre giuste lamentele:
    Ma ….mi faccia il piacere “cara concessionario per hobby” non ci prenda più (cortesemente) per i fondelli …
    Signora Mezzaroma, quando vuole trattare seriamente sono a sua completa disposizione, corpo, anima e … frattaglie.

    Purtroppo in questo CASO c’è poco da ridere … e per il momento mi auguro vivamente che il sindaco valuti quanto riportato dai “semplici cittadini” e prenda al più presto dei seri provvedimenti al riguardo.
    Ad Alemanno … l’ardua sentenza !
    Felice anno a TUTTI !
    G.M.T.

  6. @ Tamponi …. perchè strumentalizzare la “querelle” e tirare in ballo addirittura il Sindaco Alemanno??? Basterebbe chiedere al X Dipartimento Punti Verde Qualità del Comune per conoscere gli orari di apertura e chiusura…
    A meno che non si voglia nascondere dietro un giusto (e legittimo) diritto di accesso, una polemica politica che non serve (nè interessa) nessuno…
    Caro Tamponi ma Lei, oltre l’area cani e/o il parco pubblico è mai entrato all’interno del centro sportivo…????

  7. @ Raffaella R.
    … come al solito Signora Raffaella le sue polemiche sono sempre sterili e soprattutto poco costruttive. Eviti di trincerarsi dietro una fantomatica sigla (R.R.) venga allo scoperto anche perchè afferma ripetutamente di conoscermi. Una cortesia … si rilegga attentamente i commenti … la lettera aperta e si aspetti entro gennaio le dimissioni del Direttore del X° Dipartimento, del responsabile tecnico Arch. Stefano Volpe e dulcis in fundo di Fabio De Lillo assessore IRRESPONSABILE all’ambiente. Consideri che il De Lillo da Lei tanto protetto ha già cambiato n. 4 vertici del suo Dipartimento in soli due anni e mezzo. Mi deve spiegare che cavolo c’entra la polemica politica con l’incompetenza …. cmq la revoca della concessione alla Mezzaroma secondo l’assessore al XX° Municipio (Erbaggi) e del consigliere comunale Todini (membro comm.ne ambiente) è in dirittura d’arrivo ! Presto saremo in attesa del III° o IV° concessionario … speriamo bbbene … il PEGGIO non è mai morto !

  8. conosco giovanni da una vita e posso solo dire che è una persona stiamta e veritiera, (ecco perchè ha messo i vari link a conoscenza) con esperienza e molto tatto senza urli, strepitii,. si fa sentire, grande Giovanni, ti stimo come sempre e spero che si trovi insieme a chi ti sta accanto, una soluzione rapida e risolutiva al problema….. ma si sa con i soldi si pagano le carte, con l’onestà vieni preso in giro!

  9. …allora, persona “stimata e veritiera” ci puoi dire se è vero che hai accettato e utilizzi (o fai utilizzare da qualche tuo parente) una tessera OMAGGIO dalla tanto vituperata Sig.ra Mezzaroma??? del tanto vituperato Centro Area???……

  10. @ Decio Meridio
    NO COMMENT …
    Vedo che come la Raffaella, caro (!?!) Decio ti nascondi dietro un nickname o semplicemente … uno pseudonimo o “nome di battaglia”. Vista la gravità delle tue gratuite affermazioni un bella denuncia per diffamazione non te la toglie nessuno. Gradirei gentilmente sapere il tuo nome e cognome anche se credo sia possibile inoltrarla contro ignoti. Ci penserà la polizia postale ed il mio legale ad identificarti. Il ricavato verrà destinato come donazione all’Associazione Coda di Eva Spadaro Bonessi che in questo momento ne ha veramente bisogno. Non capisco come si possa ricorrere a simili bassezze pur di venire incontro a chi ci ha cementificaro Mezza Roma e Mezza Area. Bastava chiedere alla (vituperata) Sig.ra Barbara Mezzaroma o alla segreteria del Circolo Area per poter appurare che mio figlio Luca Maria è stato iscritto recentemente previo pagamento della normale retta dalla mamma proprietaria di una Farmacia della zona. Per quanto riguarda la serietà del sottoscritto puoi leggere tranquillamente i commenti sul link sottostante … considera che solo in Italia può accadere di subire un doppio licenziamento illegittimo solo per aver denunciato una truffa nell’ambito dell’Ufficio Brevetti e Marchi e soprattutto essere stato appoggiato da uno dei pochi giornalisti rimasti con la schiena dritta a cui hanno censurato ben due programmi su RaiUno : http://www.behablog.it/dett.php?id=50.
    Dimenticavo… nel post a me dedicato da Oliviero Beha c’è anche un graditissimo commento da parte degli ideatori del BLOG … anche se stavolta il commento di Decio Meridio a mio modesto parere non è stato ben moderato ! Arrivederci in … Tribunale !
    Giovanni Maria Tamponi

  11. Conosco G.M.T. da diversi anni e posso garantire la sua buona fede. Crowe nel film “Il Gladiatore” interpreta il fedele generale Massimo Decimo Meridio forse il suo nick allude al famoso interprete !? Decio o Decimo Meridio mi dispiace ma non condivido la sua grave affermazione.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome